Presentato oggi il Piano strategico regionale per il Turismo alla Marittima. L'assessore Mar: “Sappiamo di essere un punto attrattivo, ma facciamo squadra con i territori del Veneto”

L'assessore Mar alla presentazione del Piano strategico regionale per il Turismo
 

Presentato oggi il Piano strategico regionale per il Turismo alla Marittima. L'assessore Mar: “Sappiamo di essere un punto attrattivo, ma facciamo squadra con i territori del Veneto”

24/10/2018

L'assessore comunale al Turismo, Paola Mar, ha preso parte alla presentazione del Piano strategico regionale per il Turismo, avvenuta oggi alla Stazione Marittima, Terminal Passeggeri, che ha previsto, tra i tanti interventi, la conversazione sul turismo veneto con il presidente della Regione, Luca Zaia, l'introduzione e la chiusura dei lavori da parte dell'assessore regionale al Turismo, Federico Caner, e i contributi sui temi del turismo di qualità e del turismo accessibile e inclusivo dei docenti Jan van der Borg dell'Università Ca' Foscari Venezia e Antonio Scipioni dell'Università degli Studi di Padova.

L'intervento dell'assessore Mar

L'assessore Mar è intervenuta nella sessione dedicata al contributo della Cabina di Regia alla redazione del Piano, in rappresentanza dell’Organizzazione di Gestione della Destinazione “Venezia e la sua Laguna”, in particolare parlando della relazione tra Organizzazioni di Gestione che concentrano grandi flussi turistici e altre che ne attirano meno, all’interno della regione: “Le nostre parole chiave sono due: condivisione e sussidiarietà - ha dichiarato l'assessore Mar - il Comune ha impostato l’O.G.D. di Venezia e della sua Laguna come un tavolo di confronto tra l'Amministrazione, gli stakeholders e le partecipate che si occupano di turismo, in un'ottica di condivisione partecipata".

#EnjoyRespectVenezia

Nel portare come esempio di un'azione di successo la campagna per il rispetto e la visita consapevole #EnjoyRespectVenezia, l’assessore ha poi esteso la prospettiva a livello regionale: “Sappiamo di essere un punto attrattivo - ha sottolineato - ma pensiamo che sia importante fare squadra con la Regione Veneto, diventando o il punto di partenza o di arrivo di una visita più ampia, concretizzando lo slogan della Regione 'Veneto, land of Venice' e lo slogan del piano strategico regionale del turismo veneto 'land of value'".

Il Piano strategico

L'intervento dell'assessore è stato preceduto dalla presentazione del Piano strategico. A distanza di quasi cinque anni dall’approvazione della Legge regionale sul Turismo - che ha portato alla costituzione di 16 Organizzazioni di Gestione della destinazione, 13 Consorzi di imprese turistiche e 76 uffici di informazione turistica - il Piano strategico si propone di creare un vero e proprio sistema di governance del turismo veneto, costruito su un processo di responsabilizzazione e consapevolizzazione degli operatori del settore e con il coinvolgimento della popolazione locale.

Filiera virtuosa

Partendo dal presupposto che il turismo riveste nell'economia della regione un ruolo fondamentale, si è voluta attivare e organizzare una filiera virtuosa. Il Piano propone dunque una nuova policy del turismo, che considera il patrimonio culturale un elemento centrale per una regolamentazione dei flussi e per un governo consapevole e sostenibile del territorio. Nei mesi passati è stato svolto un intenso lavoro, suddiviso per tavoli tematici (Prodotti Turistici – Infrastrutture - Turismo Digitale - Accoglienza e Capitale Umano – Promozione e Comunicazione), con l’aggiunta di un sesto riguardante proprio la “governance partecipata”, che ha portato all’elaborazione di un primo documento che prevede la visione, gli obiettivi generali, gli obiettivi specifici e le linee strategiche per la definizione delle azioni del Piano.

Il Piano deve ora essere discusso dalla Giunta e dal Consiglio regionale, ma la cosa fondamentale – come ha sottolineato l’assessore Caner al termine della mattinata – "E' che sia poi tradotto coerentemente in azioni concrete sul territorio”.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top