Al Padiglione Venezia oltre 78mila presenze durante la Biennale d'Architettura

L'inaugurazione
 

Al Padiglione Venezia oltre 78mila presenze durante la Biennale d'Architettura

26/11/2018

Si è chiusa ieri, domenica 25 novembre 2018, la 16esima Mostra Internazionale di Architettura, che ha visto la realizzazione da parte del Comune, all'interno del Padiglione Venezia, della mostra “Follow Up! Venice shares Klowledge spaces”.

Record di numeri

L’esposizione, inaugurata il 25 maggio scorso dal sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e dal presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati, che ha visto come fulcro la promozione della realizzazione di un progetto capace di gestire in modo condiviso la conoscenza attraverso i cosiddetti open-data con lo scopo principale di valorizzare la Città di Venezia e la sua area metropolitana, è stata vista da 78.397 visitatori che hanno potuto constatare, con un susseguirsi cronologico, le fasi che hanno portato dall'analogico, con i caratteri mobili di stampa, alla riorganizzazione digitale dei dati. Un percorso dove arcaico e moderno si sono fusi in un'esposizione in cui ricerca e innovazione presentano la storia, il presente e il futuro della città nella sua dimensione metropolitana.

Il commento del consigliere delegato Battistella

“E' una grande soddisfazione essere riusciti ad attirare tutti questi visitatori all'interno di un padiglione che, anno dopo anno, sta dimostrando di essere sempre più rispondente alle aspettative di chi decide di percorrerne le stanze – è il commento del consigliere delegato del sindaco all'Innovazione e Smart City, Luca Battistella - Mediamente hanno varcato l'ingresso della mostra 426 persone al giorno e ciò non può che essere la prova che i contenuti che quest'anno abbiamo voluto sottoporre hanno riscosso l’interesse dei visitatori. E' stato un percorso lungo 6 mesi che ci ha visti impegnati in attività sia all'interno degli spazi classici della Biennale, sia all'esterno, con l'obiettivo di raggiungere non solo gli appassionati ma anche quel pubblico meno tecnico composto da anziani e bambini che hanno apprezzato la nostra intraprendenza. L'obiettivo che ci eravamo posti era quello di allargare i nostri orizzonti - continua il consigliere delegato - ed è per questo che abbiamo fortemente voluto organizzare delle giornate dedicate ai ragazzi delle scuole con dei workshop che, per l'appunto, abbiamo tenuto negli spazi di M9Children a Mestre, nelle aree rinnovate di Forte Marghera, al Museo Correr e alle Gallerie dell'Accademia, dove si sono tenuti una decina di laboratori con la partecipazione di quasi 400 persone. Non solo, il nostro impegno si è esteso anche a iniziative dedicate al lavoro dei tipografi artisti e alla tradizione della stampa a caratteri mobili. Alla fine di questa meravigliosa e avvincente avventura - conclude Battistella - voglio ringraziare tutti per l’ottimo lavoro svolto, dalle due università cittadine di Ca’ Foscari e Iuav ad Insula, Vela, Venis, Archivio di Stato e Ordine degli Architetti e in particolare il direttore artistico Stefano Quarta, Luca Corsato e Alessandra Ferrigni, che con me hanno ideato il progetto. Un successo che va poi condiviso con tutti gli sponsor. Grazie ancora a tutti. L'appuntamento con il Padiglione Venezia è per il prossimo anno, quando l'Arte tornerà a far parlare di sé".

Per informazioni sul padiglione Venezia: http://padiglionevenezia.it/

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top