Musei in festa a Venezia: porte aperte ai residenti in Città metropolitana di Venezia e Mogliano Veneto

Condividi
Musei
 

Musei in festa a Venezia: porte aperte ai residenti in Città metropolitana di Venezia e Mogliano Veneto

09/07/2024

Una nuova opportunità per conoscere il proprio patrimonio culturale, momenti per vivere la comunità, occasioni di partecipazione e condivisione, un invito per riscoprire la bellezza e la storia di Venezia e i suoi tesori: tutto questo è Musei in festa, l’iniziativa dedicata ai residenti dei 44 comuni della Città Metropolitana di Venezia e di Mogliano Veneto. Sette nuove giornate speciali in cui le porte dei Musei Civici di Venezia, con le collezioni permanenti e le mostre temporanee comprese nel biglietto d’ingresso, saranno aperte gratuitamente.

Dopo giovedì 4 luglio, l'appuntamento si rinnoverà il primo di agosto e il 19 settembre e poi le domeniche: 29 settembre, 20 ottobre, 10 novembre, 15 dicembre, i cittadini dei Comuni potranno quindi accedere gratuitamente a: Palazzo Ducale; al Museo Correr con il percorso integrato che comprende il Museo Archeologico Nazionale e le Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana, alle mostre I musei delle lacrime di Francesco Vezzoli (fino al 24 novembre) concepita per la Pinacoteca, e La Via della Scrittura (fino al 15 ottobre) parte delle celebrazioni per Marco Polo 700; alla Galleria Internazionale d’Arte Moderna a Ca’ Pesaro con la grande mostra dedicata ad Armando Testa e Lo Stile di Chiara Dynys nelle sale Dom Pérignon (fino al 15 settembre). E ancora al Museo di Storia Naturale “Giancarlo Ligabue”, Ca’ Rezzonico – Museo del Settecento Veneziano con Anime di Venezia di Lorenzo Quinn (fino al 15 settembre) e la mostra in arrivo di Loris Cecchini (dal 20 settembre); aperti a Murano il Museo del Vetro con l’antologica di Federica Marangoni 1970-2024. On the road - non solo vetro (fino al 24 novembre) e Burano il Museo del Merletto con Fragile stories; il Museo di Palazzo Mocenigo con  l’Albero della Vita di Carla Tolomeo (fino al 24 novembre) e Marco Polo. I costumi di scena di Enrico Sabbatini a cura di Stefano Nicolao (fino al 30 settembre), la suggestiva Selva di Eva Jospin a Museo di Palazzo Fortuny e l’omaggio al teatro di Eva Marisaldi con Biribisso alla Casa di Carlo Goldoni (fino al 24 novembre).

Per Mariacristina Gribaudi, presidente dei Musei Civici di Venezia, offrire ai residenti della Città metropolitana di Venezia e di Mogliano Veneto l’opportunità di accedere gratuitamente significa "poter coinvolgere e fare sentire i cittadini, una volta di più, parte integrante e titolari del patrimonio culturale pubblico, perché possano riscoprire le meraviglie che li circondano. Questa iniziativa - ha detto - rappresenta un modo per rafforzare il legame tra la comunità e il suo patrimonio artistico, promuovendo la conoscenza delle nostre ricchezze storico artistiche". 

I 44 Comuni: Annone Veneto, Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Camponogara, Caorle, Cavallino-Treporti, Cavarzere, Ceggia, Chioggia, Cinto Caomaggiore, Cona, Concordia Sagittaria, Dolo, Eraclea, Fiesso d’Artico, Fossalta di Piave, Fossalta di Portogruaro, Fossò, Gruaro, Jesolo, Marcon, Martellago, Meolo, Mira, Mirano, Musile di Piave, Noale, Noventa di Piave, Pianiga, Portogruaro, Pramaggiore, Quarto d’Altino, Salzano, San Donà di Piave, San Michele al Tagliamento, San Stino di Livenza, Santa Maria di Sala, Scorzè, Spinea, Stra, Teglio Veneto, Torre di Mosto, Venezia, Vigonovo. L’entrata gratuita è estesa anche ai residenti del Comune di Mogliano Veneto.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top