L'assessore Venturini al “Volunteer Day Venice 2018”

un momento dell'incontro
 

L'assessore Venturini al “Volunteer Day Venice 2018”

05/12/2018

    L'assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini, ha presenziato questo pomeriggio, a Mestre, al “Volunteer Day Venice 2018”, promosso, in occasione della Giornata Internazionale del Volontariato, dal Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della Città metropolitana di Venezia, in collaborazione col Comune di Venezia e col Progetto Con-Tatto.

    L’evento, che ha voluto essere un momento d’incontro e riflessione sul lavoro dei volontari delle cinquecento associazioni del territorio impegnate nel terzo settore, ha avuto il suo momento più significativo con l'incontro di don Ciotti, fondatore del gruppo Abele e di “Libera”, con gli studenti che aderiscono al progetto “Con-Tatto” del Comune, che propone ai ragazzi dei percorsi di crescita per entrare poi attivamente nel mondo del volontariato.

    “Ringrazio il Csv e don Ciotti – ha sottolineato Venturini -  per questa bella iniziativa, che vede la presenza di molti giovani, e questo è davvero un segnale di grande positività. Si potrebbe parlare per ore sull'importanza del volontariato nel nostro Paese, ma credo sia molto più opportuno ed efficace limitarsi ad un grande ringraziamento, mio personale e del Comune di Venezia, a tutte le persone che impegnano parte del loro tempo e delle loro migliori energie per gli altri.”

    Don Ciotti ha spiegato ai ragazzi come è nata e si è sviluppata la sua attività, ormai più che quarantennale, a favore delle persone in difficoltà, focalizzando inoltre il suo intervento su temi di grande valenza, come la centralità dei valori della solidarietà, la cittadinanza attiva, il valore delle piccole azioni dei singoli.

    “Il volontariato – ha osservato don Ciotti – ha un ruolo molto importante nella nostra società, ma non dovrebbe essere considerato come 'un'eccezione': ogni cittadino dovrebbe essere naturalmente attento ai bisogni degli altri ed essere al servizio della sua comunità.”

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top