La Giunta approva il Protocollo d’intesa con il Provveditorato alle opere pubbliche per la gestione delle chiaviche a Sant’Erasmo

L'isola di Sant'Erasmo
 

La Giunta approva il Protocollo d’intesa con il Provveditorato alle opere pubbliche per la gestione delle chiaviche a Sant’Erasmo

04/12/2018

La Giunta comunale, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto, ha approvato il testo del protocollo d’intesa tra il Comune di Venezia e il Provveditorato Interregionale OO.PP. per il Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia (già Magistrato alle Acque) per la gestione sperimentale delle chiaviche dell’isola di Sant'Erasmo per i prossimi due anni.

"Continuiamo il percorso"

"Visti i risultati estremamente positivi ottenuti dalla collaborazione degli anni scorsi – commenta l'assessore Zaccariotto – il sindaco Luigi Brugnaro e la Giunta hanno ritenuto di proseguire questo percorso attraverso la sottoscrizione di un protocollo che ha già portato benefici a tutta l’isola e alle sue attività agricole ed orticole, evitando allagamenti in occasione delle maree medio alte e consentendo un adeguato deflusso in laguna delle acque meteoriche. L'obiettivo di questa Amministrazione – continua Zaccariotto – è mettere in campo tutti i possibili accorgimenti per tutelare le tradizioni della nostra terra. Ed è per questo che, nell'ottica di mantenere viva la vocazione agricola dell'isola e contrastare il suo spopolamento, abbiamo scelto di procedere per altri due anni con un accordo che ha sensibilmente ridotto i disagi per chi abita o ha la propria attività a Sant'Erasmo".

I termini del protocollo d'intesa

Il Comune ha quindi destinato 195mila euro a copertura delle spese che verranno affrontate nel prossimo biennio, rispondenti alle attività previste dalla sottoscrizione del protocollo. Nello specifico il Provveditorato OO.PP. avrà l’onere di effettuare manutenzione straordinaria delle chiaviche mentre, per la manutenzione e la gestione ordinaria, è prevista una compartecipazione al 50% delle spese.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top