La Giunta dà il via libera al rifacimento del Ponte Molin sul Rio di San Basilio al Porto di Venezia. La parola passa al Consiglio comunale

Il progetto del ponte
 

La Giunta dà il via libera al rifacimento del Ponte Molin sul Rio di San Basilio al Porto di Venezia. La parola passa al Consiglio comunale

04/12/2018

La Giunta comunale, riunitasi ieri a Mestre, ha dato il via libera alla proposta di delibera che autorizza la “demolizione e nuova realizzazione del Ponte Molin sul Rio di San Basilio al Porto di Venezia”. La delibera, presentata dagli assessori all’Urbanistica Massimiliano De Martin, ai Lavori Pubblici Francesca Zaccariotto e alla Mobilità e Trasporti Renato Boraso, sarà ora inviata alle competenti commissioni consiliari e, successivamente, in Consiglio comunale per il voto conclusivo.

Il progetto

Il progetto prevede la realizzazione, da parte dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale Porti di Venezia e Chioggia, del nuovo Ponte Molin sul rio di San Basilio, in sostituzione dell’attuale ponte in legno. Il ponte ricade prevalentemente in ambito demaniale portuale e, per parte minore, in ambito comunale. L’intervento, resosi necessario per le condizioni di degrado del ponte ligneo esistente, prevede la realizzazione di due nuove rampe in calcestruzzo e acciaio e la sostituzione del parapetto lungo la fondamenta delle Zattere.

"Importanza strategica"

“Il progetto – commenta l'assessore De Martin – ha un’importanza strategica per la città poiché, con la realizzazione della nuova struttura, verranno abbattute quelle barriere architettoniche che, ad oggi, rendono difficile il suo attraversamento ostacolando quelle persone in difficoltà che faticano così a raggiungere un’area strategica e caratterizzata dalla presenza di numerose connessioni tra trasporto acqueo, trasporto carrabile e mobilità pedonale. Una dimostrazione di grande collaborazione tra Comune e Autorità di sistema Portuale per rendere Venezia sempre più efficiente e accessibile a tutti”.

"Legame profondo tra Porto e Città"

"Il nuovo ponte Molin è un intervento su cui l'Autoritá di Sistema Portuale ha lavorato scrupolosamente e con entusiasmo – ha commentato Pino Musolino, presidente di AdSP - Entusiasmo dettato dalla possibilità di riconfermare, ancora una volta, il legame profondo fra Venezia e il Porto connettendo, in modo efficiente, il waterfront di San Basilio e Santa Marta alla città. Il nostro progetto poi mira alla piena accessibilità. Rovesciando il paradigma infatti abbiamo pensato l'opera come infrastruttura a servizio, in primis, per chi ha problemi di ridotta mobilità e, in secondo luogo, per tutti gli altri utenti. Sono anche questi gli interventi che danno valore all'agire di un sistema portuale inserito nel tessuto vivo della città".

L'iter per l'approvazione

Il progetto, che prevede la realizzazione di nuove rampe che si sviluppano in parte sul Canale della Giudecca, in parte sul Rio di San Basilio e in parte sulla fondamenta, verrà quindi presentato in variante urbanistica con il procedimento accelerato riservato alle opere d’interesse pubblico.

Ultima parola al Consiglio comunale

Con la delibera, infine, il Consiglio comunale sarà chiamato a discutere anche sullo schema di convenzione fra Comune e AdSP, con cui si stabilisce che la realizzazione e la futura gestione dell’opera saranno interamente a carico dell’Autorità di Sistema Portuale e che sarà garantita la permanenza dell’uso pubblico del ponte e delle aree limitrofe già attualmente accessibili nell’ambito portuale di San Basilio.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top