Don Ciotti e l'assessore Venturini in visita all'impianto Eco-Ricicli Veritas di Malcontenta

venturini e don ciotti all'Eco ricicli
 

Don Ciotti e l'assessore Venturini in visita all'impianto Eco-Ricicli Veritas di Malcontenta

30/11/2018

 

Dopo l'incontro di questa mattina, al teatro Toniolo, con oltre 700 studenti delle scuole superiori locali, la giornata di don Luigi Ciotti in città, è proseguita con una visita al Centro Eco-Ricicli di Veritas a Malcontenta.

Il presidente di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, accompagnato dall'assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini, ha trovato ad attenderlo, tra gli altri, il presidente della Municipalità di Marghera, Gianfranco Bettin, l'amministratore delegato e il presidente di Eco-ricicli, rispettivamente, Vittorio Salvagno e Alberto Ferro, il direttore generale di Veritas Spa, Andrea Razzini, che lo hanno accompagnato all'interno dell'impianto, spiegandone il funzionamento. Presente anche Roberto Crosta, presidente della Fondazione Marcianum, che ha organizzato l’incontro.

Il Centro è un punto di riferimento per il Nord-Est per la raccolta, selezione e valorizzazione dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata di vetro, plastica, carta, metalli e legno, di sei province del Veneto, e dei territori di Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige.

“E' stato personalmente per me un onore – sottolinea in una nota l'assessore Venturini – poter accompagnare don Ciotti, simbolo della lotta alle Eco-mafie, in una realtà come questa, in cui si realizzano, sotto il controllo pubblico, buone pratiche imprenditoriali e ambientali come quella che prevede l’utilizzo degli olii di frittura per alimentare la bioraffneria. Un grazie di cuore a don Ciotti per questa sua visitanella nostra città, a portare un segnale forte contro la criminalità e la mafia, di cui don Ciotti è un testimone a livello internazionale.Il Comune di Venezia è schierato in questa battaglia in prima fila con lui e non arretreremo di un passo”.

Venezia, 30 novembre 2018
 

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top