Polizia municipale: sgomberati tre insediamenti abusivi e colto in flagrante uno spacciatore di cocaina

Sgombero
 

Polizia municipale: sgomberati tre insediamenti abusivi e colto in flagrante uno spacciatore di cocaina

13/04/2017

Nel pomeriggio di ieri personale del Servizio Sicurezza urbana ha eseguito una ordinanza di sgombero emanata dal Sindaco di Venezia e relativa a tre insediamenti abusivi in Rampa del Commercio, Rampa Rizzardi e Rampa “Troso” del cavalcavia di Mestre-Marghera. Nelle tre operazioni, iniziate alle ore 8 e terminate alle 14, eseguite con il prezioso supporto di personale Veritas Spa, sono stati rimossi circa trenta metri cubi di materiale da bivacco (materassi, reti, coperte, vestiario, vasellame, pentole e stoviglie, cartoni, sacchi di plastica, piccola mobilia). L'area in questione era occupata da circa una trentina di persone provenienti dalla Romania e dedite all'attività di accattonaggio in centro storico a Venezia.

Questo pomeriggio inoltre, all'intersezione tra via Monte San Michele e via Trento, personale in abiti civili del Nucleo di Polizia giudiziaria ha colto in flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti un cittadino nigeriano di 25 anni. L'acquirente, un cittadino italiano di anni 37 residente a Mestre, che aveva appena comprato una dose di cocaina al costo di 20 euro, è stato bloccato dagli operatori di Polizia locale mentre stava andando verso l'ex falegnameria Rosso di via Giustizia per assumere la sostanza. Il cittadino nigeriano, munito di permesso di soggiorno per motivi umanitari, è stato denunciato a piede libero a causa dell'assenza di precedenti di Polizia specifici. All'uomo sono inoltre stati sequestrati sessanta euro ritenuti provento dell'attività di spaccio. Sul posto sono poi state fatte intervenire le due unità cinofile del Corpo per una ispezione ad ampio raggio dell'intero quartiere.

Le operazioni sono poi proseguite al parco Albanese, dove un altro cittadino nigeriano di 25 anni è stato trovato in possesso di alcune dosi di marijuana, già confezionate e pronte per lo spaccio, e di cento euro. Sia la sostanza stupefacente che i soldi sono stati sequestrati e l'uomo è stato deferito all'Autorità Giudiziaria.
Le operazioni sono ancora in corso.

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top