Entro il 2019 l' 80% del territorio comunale sarà coperto da banda ultralarga

Cavo in fibra ottica
 

Entro il 2019 l' 80% del territorio comunale sarà coperto da banda ultralarga

07/02/2017

La Giunta comunale, nella seduta odierna, ha approvato due delibere che riguardano l'ampliamento delle infrastrutture di Rete sul territorio comunale. 

In particolare, è stato licenziato lo schema di convenzione tra il Comune di Venezia e la società partecipata di Tim-Telecom “Flash Fiber S.r.l.” per una più ampia diffusione della banda ultralarga in Città. Entro il 2019 la copertura con cavi in fibra ottica raggiungerà l' 80% del territorio e un terzo del lavoro sarà concluso già entro il 2017. Questo importante intervento infrastrutturale si inserisce nella “Strategia italiana per la banda ultralarga”, il piano strategico approvato dal Consiglio dei Ministri nel 2015 che ha individuato Venezia come uno dei primi comuni dove realizzare il progetto, senza oneri per l'Amministrazione.

La Giunta ha inoltre dato il suo avvallo al Protocollo d'intesa tra Comune di Venezia, Consortium Garr (Gruppo per l'Armonizzazione delle Reti della Ricerca, che è il gestore nazionale della rete a banda larga per l'università e la ricerca scientifica) e le Università Ca' Forscari e Iuav, per la condivisione delle reti telematiche di Garr e del Comune: il Consorzio connetterà infatti alla propria rete alcune zone della Città, attraverso le strutture telematiche del Comune presenti sul territorio. 

Grazie a questo accordo, verrà realizzata la connessione sottomarina verso il Lido di Venezia, che attualmente avviene con ponte radio, partendo dal Punto di Presenza (Pop) della rete Garr a Dorsoduro per arrivare al Palazzo del Cinema. Il Garr ha inoltre già manifestato il suo interesse ad estendere la connessione fino al San Camillo, in un secondo momento, collegando il Pop del Comune di via Sandro Gallo fino all'Istituto. Inoltre il Garr realizzerà il collegamento con la Procuratoria di San Marco tramite la rete comunale “Venice Connected”, facendosi carico anche della manutenzione.   

“Con queste due delibere – ha commentato il consigliere delegato per l'Innovazione e la Smart City, Luca Battistella – si dà atto di continuità al perseguimento degli obiettivi generali dell'Agenda Digitale Italiana, per completare l'infrastrutturazione di banda ultralarga nel territorio del nostro Comune. La fibra sarà del tipo FTTH ovvero fiber to the home. L'Amministrazione stabilisce anche, con queste convenzioni, il controllo e la semplificazione delle autorizzazioni procedurali anche in accordo con la Soprintendenza. Tutte i costi inerenti queste operazioni sono a carico di Enel e TIM che dovranno completare gli interventi entro il 2018. Un report da parte degli operatori ogni 15 giorni consentirà inoltre di monitorare l'andamento dei lavori e il loro corretto svolgimento”.

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top