Nuova pista ciclabile tra Riviera Marco Polo e Via Poerio a Mestre

rendering ciclabile
 

Nuova pista ciclabile tra Riviera Marco Polo e Via Poerio a Mestre

01/10/2018

La Giunta comunale, su proposta degli assessori ai Lavori Pubblici Francesca Zaccariotto e allo Sviluppo del Territorio e Città Sostenibile Massimiliano De Martin, ha dato il via libera al “Completamento della rete ciclabile tra Riviera Marco Polo e Via Poerio” a Mestre.

“Il progetto – commenta Zaccariotto - interessa uno dei nodi intermodali più trafficati della città, ovvero quello di P.le Cialdini a Mestre. Nello specifico si procederà con due stralci funzionali corrispondenti ad altrettanti tratti di pista ciclabile consecutivi e il riordino delle pavimentazioni esistenti: il primo, che prenderà avvio non appena sarà conclusa la fase di progettazione, consiste nella realizzazione di una passerella a sbalzo sulla sponda del canale Osellino in continuità con l’esistente percorso ciclopedonale di riviera Marco Polo. Il secondo stralcio, interesserà invece la sede pedonale di un tratto di via Pio X e sarà realizzato in un secondo momento. Scelta dei materiali all’avanguardia, inserimento di elementi di arredo urbano ed efficienza delle strutture, permetteranno di coniugare la funzionalità dei nuovi collegamenti ciclo pedonali e la riqualificazione di un contesto urbano ad altissima visibilità e frequentazione, che da anni necessita di un’importante azione di risanamento. Il progetto  prevede, tra le altre cose, la realizzazione di una passerella di collegamento lungo l’argine tra il ponte di via Colombo e via Giardino:  si tratta di un percorso, lungo circa 38m e largo 2,5m, realizzato a sbalzo attraverso l’utilizzo di mensole in carpenteria metallica. La pavimentazione è prevista in cemento con l’inserimento di ossidi che, come per l’intera superficie della pista ciclabile, permetteranno un’armonizzazione dell’infrastruttura con l’ambiente circostante. Per la realizzazione della passerella si procederà con un rafforzamento degli argini tramite micropali per non interferire con l'edificato esistente: verrà mantenuta la palizzata in legno a marginamento mentre verrà rimodellata la riva in terra e piantumata con edera rampicante. In corrispondenza del punto di attacco del percorso a via Giardino verrà inserita una scala in acciaio al fine di accedere alla quota della banchina. Inoltre l’intervento prevede la creazione di un’area verde a mitigazione dell’attuale spazio a parcheggio situato all’imbocco di via Giardino, il rialzamento di un tratto della stessa strada così da rendere ancora più sicuro l’attraversamento ciclopedonale e l’inserimento di una panchina in cemento al fine di dividere le aree di sosta da quella di stasi. Contemporaneamente sarà potenziata tutta l’illuminazione pubblica e saranno ripavimentati gli spazi aperti con lastre autobloccanti di cemento. Un’operazione – conclude Zaccariotto – che non solo metterà in sicurezza gli spostamenti in bicicletta dei nostri concittadini ma che ci permette di rendere uniforme la stratificazione dei materiali che negli anni si sono venuti a creare in quella zona”.

“L'intervento - aggiunge De Martin - è strategico perché va nella direzione di completare parte della rete dei percorsi ciclabili che convergono verso il centro città. Inoltre riveste particolare importanza poiché garantisce un’alternativa sicura, comoda e rapida per bypassare il ponte di Via Colombo che rappresenta, per gli spostamenti in bicicletta, uno dei punti più pericolosi di tutta la viabilità mestrina. Questa Amministrazione si sta impegnando per garantire sicurezza ai ciclisti. Colgo così l’occasione di invitare gli stessi amanti delle due ruote a rispettare le regole, in particolare di scendere dalla loro bici in quelle aree, come piazza Ferretto e Via Palazzo, che sono prevalentemente aree pedonali, e di parcheggiare i mezzi negli appositi stalli”.

Per la realizzazione del primo stralcio sono stati investiti 400mila euro finanziati nell'ambito del PON Metro 2014-2020. La delibera sarò ora trasmessa alle Commissioni competenti, prima del voto finale in Consiglio comunale. 

 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top