Regata Storica 2018, il sindaco Luigi Brugnaro: “Grazie a tutti coloro che hanno contribuito al suo successo”

Dogaressa
 

Regata Storica 2018, il sindaco Luigi Brugnaro: “Grazie a tutti coloro che hanno contribuito al suo successo”

03/09/2018

Regata Storica 2018: un’edizione da record. Non solo per quanto si è visto domenica pomeriggio in Canal Grande, con il corteo storico prima e con le gare di voga poi, ma anche e soprattutto per come ha funzionato al meglio la macchina organizzativa diretta dalla regia del Comune di Venezia e di Vela. Un evento che è stato visto e seguito da milioni di persone, non solo in televisione ma anche sui canali social.
 
“Un grazie va a tutti coloro che hanno contribuito a costruire il successo di questa edizione, dagli organizzatori alle forze dell’ordine, a partire dalla Polizia Locale, Prefettura, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Esercito, Vigili del Fuoco, Capitaneria di Porto, Protezione Civile, Suem 118, Croce Verde, Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche – è il commento del sindaco Luigi Brugnaro - Tutto ha funzionato al meglio e sono molto grato a chi si è impegnato e speso per ottenere questo risultato, che rilancia non solo la Regata Storica, come evento internazionale da vedere e seguire dall’inizio alla fine, ma che si è tradotto in una grande promozione per la voga alla veneta: una delle tradizioni veneziane più amate. Due sono i momenti simbolo di questa edizione 2018 che vorrei rimarcare. Il primo è l’alzaremi per le vittime di Genova, che ha emozionato tutto il pubblico presente sulla “Machina”, lungo le rive e affacciato dai palazzi. Un legame reso ancora più stretto dal suono delle cornamuse della delegazione del Fire Department of New York. E poi il successo di Rudi Vignotto e Giampaolo D’Este nella gara dei “gondolini”. Un gesto bello, storico e profondo la loro decisione di unirsi in coppia per vogare assieme - continua Brugnaro - Ho fatto i complimenti ad entrambi, convinto che questo sia anche un segnale della città che cambia e che non si nasconde dietro ai campanilismi. Certo, adesso sono una coppia imbattibile, ma dietro a loro ci sono giovani campioni che hanno voglia di crescere e migliorarsi e che prenderanno un giorno il loro posto. Non c’è d’aver paura della meritocrazia: Vignotto e D’Este sono andati oltre le polemiche, si sono messi assieme dopo esser stati rivali. Chi tende la mano è sempre qualcuno che possiede grande coraggio. Questa è la logica che immagino anche per la Venezia del futuro, tendere la mano a tutti coloro che intendono seguire un percorso comune e andare avanti insieme. Ci sarà chi resterà rinchiuso nelle proprie idee, abbarbicato a gridare e a protestare dal divano o dalle finestre, pazienza”.
 
Sono stati da record gli ascolti Auditel per la Regata Storica 2018 trasmessa in diretta dalla Rai. Le quasi due ore di diretta andate in onda su RaiDue hanno registrato un ascolto medio del 5.7% con 711 mila ascoltatori e picchi di ascolto al 6% e 800 mila ascoltatori in alcuni momenti della trasmissione. Secondo i dati Auditel, si tratta del programma più visto della fascia oraria pomeridiana.
 
L’hastag #RegataStoricaVenezia2018 è stato trending topic su Twitter Italia per gran parte del pomeriggio (circa tre ore) dietro solo al calcio e alla Formula Uno, evento con il quale si era gemellati. Dati che confermano un grande risultato di squadra tra Amministrazione comunale, Venezia Unica, Musei Civici, Teatro la Fenice, Palazzo Grassi, Ateneo Veneto, Fondazione Querini Stampalia, Peggy Guggenheim Collection, Port of Venice, Ca’ Foscari Tour che hanno “cinguettato”, affiancandosi ai profili social istituzionali, coinvolgendo il pubblico con un live twitting durato quasi 10 ore.
 
La Polizia Locale ha impiegato complessivamente 130 agenti e 14 equipaggi per il servizio di controllo acqueo e di terra, oltre al contingente per i normali turni di presidio del territorio. 57 gli uomini della Protezione Civile che hanno contribuito alla gestione dei flussi, anche acquei, con i loro 3 mezzi.  6 i funzionari della Questura impegnati assieme a 22 operatori di polizia e 18 della POLFER, 2 squadre del reparto Mobile, 2 operatori della scientifica, 2 natanti e 2 acqua scooter; 21, invece, i militari dell’Arma dei Carabinieri in servizio anche loro con una imbarcazione. Due i natanti della Guardia di Finanza, cinque quelli della Capitaneria di Porto, tre della Guardia Costiera Ausiliaria, uno della Guardia Costiera Volontaria e due della Polizia Lagunare.
 
Veritas ha impiegato 80 netturbini nell’arco della giornata, 49 dalle 6 alle 13, 31 dalle 13 alle 19.30. 5 le imbarcazioni, con rispettivi piloti, rimaste in funzione nei due turni dalle 13.30 alle 19.30 e dalla 19 alle 24 per l’attività di cambio sacchi; in campo è sceso anche il catamarano per il recupero corpi galleggianti che ha eseguito la pulizia del Canal Grande.
 
Vela ha, infine, messo in campo circa 150 operatori per l’organizzazione, il coordinamento, la sicurezza, la comunicazione e la buona riuscita della manifestazione. Il Servizio Automobilistico e tranviario ha erogato 25 corse di rinforzo lungo le direttrici che collegano la Terraferma con Piazzale Roma, mentre il Servizio Navigazione ha svolto circa 30 corse aggiuntive, in particolare di linea 1 e 2, oltre all’abituale servizio di sfollamento da Lido, consentendo la ripresa regolare dei servizi dopo il blocco del traffico acqueo in Canal Grande e in Bacino di San Marco durante lo svolgimento dell’evento.
 
Esauriti fin dal primo pomeriggio i posti auto disponibili a Piazzale Roma nell’Autorimessa Comunale e il Park Sant’Andrea. A pieno regime ha lavorato anche il People Mover (collegamento Tronchetto-Marittima-Piazzale Roma) e la rete vendita Venezia Unica, in particolare con il servizio di informazione e accoglienza turistica.
 
Questi i numeri della Regata Storica con i protagonisti del corteo. 6.500 metri la lunghezza del percorso, 11 gli atleti regatanti che erano a bordo delle barche da regata comunali, in acqua sono scese 9 caorline, 10 pupparini, 10 mascarete, 10 gondolini. 82 in totale tra “schie” e “maciarele” i ragazzini regatanti fino ai 14 anni, 41 le mascarete private, 10 i giudici e 10 anche i cronometristi. 24 le persone che hanno sfilato su 10 gondole in costume storico, 10 i musicisti, 103 i vogatori, 50 le barche del corteo sportivo. La Regata Storica 2018 ha coinvolto, già nel lavoro preparatorio della manifestazione, 850 persone
Il corteo storico ha visto sfilare 8 bissone addobbate e due “nude”, 1 serenissima, 1 dogaressa e 10 gondole da parata. Una bissona nuda ha visto alla voga degli stranieri mentre un’altra è stata allestita dalla Compagnia d’Atte dei Mascareri. 4 i galeoni delle università (Ca’ Foscari/IUAV, Warwich, Losanna, Harvard). Sei le barche a motore utilizzate per trasporti ed assistenza, un pontile per arrivi e cronometristi, un pontone a motore per tesatura cordini e un altro per allestimento campo di regata, altre 40 per posizionamento boe delimitanti le corsie,  boe limite esterno campo di gara e  boe per sponsorizzazioni. 30 i figuranti del Piave a bordo della maxi zattera (22 x 4 metri), costruita impegnando 150 quintali di legno.

 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top