L’assessore Mar interviene alla tavola rotonda “Food and the City” a Terra Madre - Salone del Gusto di Torino

L'intervento dell'assessore Mar al Salone del Gusto di Torino
 

L’assessore Mar interviene alla tavola rotonda “Food and the City” a Terra Madre - Salone del Gusto di Torino

22/09/2018

Si è svolto oggi a Torino, nell’ambito del prestigioso evento internazionale “Terra Madre Salone del Gusto” (20/24 settembre 2018), il terzo meeting del progetto “Slow food-CE”, cui il Comune di Venezia partecipa in qualità di partner, finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito del Programma di cooperazione territoriale Interreg Central Europe.

“Food for change” è il tema dell’edizione 2018 del Salone del Gusto, mentre “Food and the City” è il titolo della tavola rotonda cui oggi, sabato 22 settembre, ha preso parte l’assessore comunale al Turismo Paola Mar insieme ad altri importanti rappresentanti europei del mondo del Food, tra i quali Piercarlo Grimaldi dell’Università degli studi di Scienze gastronomiche di Pollenzo, Samuel Nahon, fondatore di Terroirs d'Avenir, Ferdinando Mirizzi, professore di antropologia culturale dell’Università della Basilicata e Donald Hyslop, presidente del Borough Market di Londra.

Al centro dell’intervento dell’assessore Mar una riflessione su “Cosa significa patrimonio gastronomico delle città e quali strumenti si possono mettere in campo per valorizzarlo?”.

“Assistiamo oggi - ha esordito Mar - al cambiamento della dimensione del viaggio, che da semplice consumo diventa esperienza emozionale. Si afferma quindi un cosiddetto turismo di conoscenza che, quale souvenir del viaggio, vuole portare con sé idee ed esperienza, non oggetti. È un’attenzione nuova, che punta a riscoprire il valore delle cose. Si tratta in qualche modo della distinzione tra turista e viaggiatore, colui che è capace di accogliere le differenze e renderle fonti di ricchezza per sé e il mondo ed è in grado di apprezzare l’arte e se ne fa ambasciatore. Questa caratteristica, il cosiddetto ‘turismo esperienziale’, pervade tutti i diversi segmenti di turismo, in modo particolare quello enogastronomico. Ecco allora l’importanza strategica del comparto enogastronomico, che è andato progressivamente crescendo nel corso degli anni, diventando una delle motivazioni principali dello spostamento di alcune fasce di utenti e collocandosi, a tutti gli effetti, fra i cosiddetti ‘turismi emergenti’. L’alta propensione della Città di Venezia per il turismo enogastronomico è giustificata oltre che dall’unicità degli ambienti geografici e dei luoghi d’arte, anche da una notevole varietà e qualità delle produzioni tipiche presenti sul territorio, e, elemento fondamentale, dalla presenza di eccellenze della ristorazione o comunque di un sistema ristorativo diffuso e di qualità”.

La partecipazione a Salone del Gusto costituisce per il Comune di Venezia un’occasione per raccogliere ulteriori stimoli per la definizione dell’Azione Pilota locale, che verrà poi condivisa con il gruppo di lavoro degli stakeholder veneziani coinvolti nel progetto. Un’azione pilota che si indirizzerà non solo ai turisti, ma anche ai cittadini, agli studenti e alle associazioni, per promuovere la conoscenza della tradizione da un lato e per costruire reti territoriali solide allo scopo di incrementare la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio eno-gastronomico dall’altro.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top