L'assessore Mar al convegno "Il Turismo Extra UE a Venezia”

Mar a convegno
 

L'assessore Mar al convegno "Il Turismo Extra UE a Venezia”

28/06/2018

 

 

L'assessore al Turismo Paola Mar è intervenuta questo pomeriggio a Palazzo Bauer al convegno "Il Turismo Extra UE a Venezia”.

All'appuntamento, promosso da Global Blue, sono intervenuti tra gli altri Claudio Venier, presidente dell'associazione Piazza San Marco, Damiano DeMarchi, ricercatore del Centro internazionale di studi sull'economia turistica, Anna Vianello responsabile CustomerExperience di Save.

Al centro del dibattito opportunità, innovazione tecnologica, customer experience al servizio dei visitatori.

Nel portare i saluti del sindaco Luigi Brugnaro, l’assessore Mar ha illustrato le politiche avviate nel corso degli ultimi tre anni dall’Amministrazione comunale attraverso misure volte alla Governance del turismo e alla tutela della residenzialità. Ricordando come l’Amministrazione abbia realizzato, in maniera partecipata e condivisa, un progetto di governance territoriale del Turismo, l’assessore ha sottolineato che la città di Venezia fa parte, insieme a Firenze, Roma, Napoli, Milano del network delle Grandi Destinazioni Italiane per un Turismo Sostenibileche rappresenta un esempio virtuoso di condivisione e scambio di best practice.

Nel corso dell’incontro sono stati ricordati anche i positivi risultati ottenuti con la campagna internazionale di sensibilizzazione sul decoro della città, EnjoyRespectVenezia, la collaborazione con Tencent, principale provider tecnologico di servizi cinese e il posizionamento dei varchi nelle giornate di maggior afflusso di visitatori per deviare i flussi pedonali.

“Venezia – ha dichiarato l'assessore Mar – è una delle mete più apprezzate dai turisti extra Ue. Tra i primi 12 Paesi di provenienza registrati dall'annuario del turismo risultano infatti gli Stati Uniti, (1° posto) la Cina (al 5°), la Corea del Sud, l'Australia, il Giappone, il Brasile, il Canada, il Brasile, l'Argentina (7°-12° posizione). I dati degli ultimi anni evidenziano un trend in continua crescita nei mesi meno appetibili (gennaio, febbraio, marzo, ottobre, novembre e dicembre), siamo quindi riusciti nella destagionalizzazione. L’obiettivo a cui dobbiamo puntare è allungare il periodo di permanenza in città. Siamo convinti che il turismo di qualità, sostenibile ed esperienziale sia una risorsa che va declinata in maniera diversa: un obiettivo verso il quale continueremo a lavorare”.

 

 

Venezia, 28 giugno 2018

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top