Attivati i posti di controllo serali/notturni della Polizia Locale: il bilancio delle attività

Posti di blocco attivati
 

Attivati i posti di controllo serali/notturni della Polizia Locale: il bilancio delle attività

11/05/2018

Posti di blocco mobili in vari punti della terraferma veneziana a scopo preventivo e per garantire la sicurezza dei cittadini: otto radiomobili della Polizia locale, per un totale di 18 uomini, sono state impegnate dalle ore 20.30 di ieri giovedì 10 maggio e fino alle ore 02.00 di questa mattina in una una nuova modalità di controllo del territorio attivata con l’obiettivo di presidiare con posti di blocco attivati a sorpresa alcune tra le aree più sensibili della terraferma veneziana.
 
L’intera operazione è stata seguita sul campo dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, dall’assessore alla Sicurezza e alla Polizia locale Giorgio D’Este e dal comandante generale Marco Agostini.

"Ringrazio tutti gli uomini della polizia locale per l’aiuto e la collaborazione in questa operazione – è stato il commento del sindaco Luigi Brugnaro. Mestre e Marghera torneranno ad essere luoghi per le persone e per le famiglie. Non dobbiamo arrenderci, dobbiamo riprenderci la città. Grazie all'aumento del numero di agenti ripeteremo queste operazioni più spesso, sempre a sorpresa e in varie zone della terraferma veneziana. Grazie per l’aiuto che non solo la Polizia Locale ma anche i cittadini ci stanno dando per riqualificare questa città".
 
Tra le forze operative scese in campo anche gli specialisti in controlli antidroga, compresa l'unità cinofila con il cane Kuma, gli agenti specializzati nell'individuazione di falsi documentali, la sezione di polizia stradale dotata di etilometro ed alcuni istruttori certificati di tecniche operative. I posti di controllo sono stati attivati a Marghera in Piazzale Giovannacci, in Piazza Municipio, in Via Trieste ed in via Fratelli Bandiera a Chirignago in Via Miranese ed a Mestre nella zona di via Circonvallazione, Torre Belfredo, Quattro Cantoni. Nonostante le finalità del servizio fossero a scopo soprattutto preventivo, quasi tutte le auto impiegate erano riconoscibili a distanza dai colori d'istituto e dai lampeggianti accesi e gli operatori hanno utilizzato uniformi ad alta visibilità. Importanti anche i risultati operativi.
 
Questo il bilancio complessivo dei posti di blocco e delle sei ore di controlli:
- sono state ritirate due patenti di guida in quanto i conducenti, entrambi italiani, sono stati trovati in possesso, durante la guida, di sostanze stupefacenti ed altrettante segnalazioni sono state inviate alla Prefettura;
- sono stati sequestrati due veicoli in quanto privi di copertura assicurativa;
- è stata ritirata una patente di guida in quanto il conducente veniva sorpreso alla conduzione dell'autovettura in stato di forte ebbrezza alcolica (1,44 a fronte del limite di 0,5);
- è stata ritirata una carta di circolazione per mancanza di revisione del veicolo;
- sono stati sottoposti a controllo di polizia stradale 50 veicoli circa e sono state elevate diverse contestazioni per violazioni relative alla segnaletica stradale, al mancato uso di cinture, alla guida senza patente al seguito e così via.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top