Rivoluzione delle PEC dal 1 giugno: ci sarà una casella per ogni singola direzione, così da velocizzare i tempi di elaborazione

logo e stemma ca' farsetti
 

Rivoluzione delle PEC dal 1 giugno: ci sarà una casella per ogni singola direzione, così da velocizzare i tempi di elaborazione

18/04/2018

 

La Giunta comunale lunedì scorso ha  approvato una apposita delibera, nella quale si prevede in sostituzione della casella generale protocollo@pec.comune.venezia.it, una o più caselle PEC per Direzione, i cui indirizzi saranno pubblicati nel sito istituzionale e nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni con il fine di migliorare la gestione dei messaggi di posta elettronica certificata in arrivo e garantendo tempi di evasione più rapidi.

"In questo modo verrà regolamentata la gestione delle caselle di posta elettronica certificata ridefinendo in particolare taluni aspetti riguardanti le modalità di ricezione, registrazione e assegnazione dei documenti informatici" spiega Stefania Battaggia direttrice dei Servizi al Cittadino e alle Imprese.

"Questa 'rivoluzione' si è resa necessaria per superare il sistema ereditato dalla precedente amministrazione che, con l’aumento delle procedure informatiche e digitali,  si è dimostrato un collo di bottiglia - ha aggiunto l’assessore al Decentramento Paola Mar. Come sempre la consigliera Monica Sambo non perde occasione per trasformare in polemica ogni servizio che, invece, va a favore dei cittadini e delle imprese".

La rivoluzione delle PEC entrerà in vigore assieme al nuovo testo del Manuale di gestione dei documenti del Comune di Venezia.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top