Il sindaco di Venezia all'assemblea generale Ance esorta i costruttori edili: “Per la rinascita di Venezia fate sentire la vostra voce”

il sindaco ad assemblea Ance
 

Il sindaco di Venezia all'assemblea generale Ance esorta i costruttori edili: “Per la rinascita di Venezia fate sentire la vostra voce”

03/07/2017

“Non è vero che Venezia sta cadendo a pezzi: necessita di manutenzione continue perché è una città meravigliosa e delicata, ma ha bisogno del vostro aiuto. Fate sentire la vostra voce. I vostri silenzi sono imbarazzanti, non potete morire in silenzio”. Ha scelto la platea dell'assemblea generale dell'Ance il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, per commentare la manifestazione che ieri ha riunito cittadini, associazioni, movimenti che si sono dati appuntamento per manifestare contro lo spopolamento della città. E intervenendo alla tavola rotonda che si è svolta questo pomeriggio alla Cittadella dell'Edilizia a cui hanno preso parte tra gli altri, Edoardo Bianchi, vicepresidente ANCE, Riccardo Maria Monti,  presidente Italferr, Pietro Baratono - Provveditore Interregionale per le OOPP per la Lombardia e l'Emilia Romagna, ha commentato: “In Italia è facilissimo bloccare, difficilissimo decidere. La domanda che bisogna porsi è se vogliamo diventare una città di carattere europeo, se vogliamo sviluppo, crescita e un futuro per questa città. In questo caso bisogna avere il coraggio di fare, serve pragmatismo. Io sono fiducioso: sarebbe il caso che lo foste anche voi visto che le gru sono vostre”.

 Nel ricordare i 345 progetti d'investimenti privati, presentati con il Piano degli Interventi, scaduto con la fine di giugno, il primo cittadino ha poi menzionato le risorse pubbliche ottenute nel corso dell'anno: 40 milioni di euro di fondi Pon metro, 65 milioni per la Legge speciale, 50 milioni di euro per il Piano Banda larga, 40 milioni dal Bando periferie per la Città metropolitana e 18 milioni per il bando delle periferie del Comune del Comune di Venezia, 457 milioni per il Patto di Venezia di cui 110 milioni disponibili da subito, per un totale complessivo di 731 milioni e 800 mila di fondi pubblici.

Nel contesto della Città metropolitana di Venezia il sindaco Brugnaro ha invece spiegato che verranno  impegnati 800 mila euro per manutenzioni scolastiche, 2,5 milioni di euro per la sicurezza nelle scuole e circa due milioni per verifica nelle manutenzioni e nella staticità dei ponti sulle strade della Città metropolitana. Ci saranno aggiudicazioni per 5 milioni di euro affidati a 14 operatori, di cui 7 della Città metropolitana, 5 del Veneto e due del Friuli Venezia Giulia.

Al centro del dibattito sul tema “Il valore delle opere pubbliche. Mercato, regole e risorse”, a cui ha inviato i propri saluti il patriarca di Venezia, Francesco Moraglia, sono intervenuti anche  il rettore dello Iuav, Alberto Ferlenga e il presidente Ance Veneto, Giovanni Salmistrari. Presenti anche l'assessore all'Urbanistica Massimiliano De Martin e ai Lavori Pubblici Francesca Zaccariotto.

In base ai dati presentati, nel 2016 crescono dello 0,6% rispetto all'anno precedente gli investimenti nelle costruzioni; torna però negativo il numero degli occupati nelle costruzioni, coinvolgendo sia gli addetti indipendenti (-6,2% rispetto al 2015) sia gli addetti dipendenti (-12,7%).

Dopo l'apertura dei lavori da parte di Ugo Cavallin, Presidente ANCE Venezia, è seguita la relazione di Alfredo Martini, direttore di “Civilità di Cantiere”, che ha sottolineato la necessità di passare dalla centralità delle regole alla centralità del risultato, di puntare sulla qualità e sostenibilità dell'opera,  di restituire valore alla pubblica amministrazione investendo in nuove competenze, di preservare l'indipendenza dei controllori, di puntare sull'innovazione, sulla digitalizzazione e sulla formazione. Temi questi ultimi su cui il sindaco Brugnaro ha assicurato l'impegno del Comune di Venezia.

 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top