La Giunta comunale approva lavori per oltre 43 milioni. Brugnaro: “Altri 43 milioni da destinare alla manutenzione di tutta la Città, dal Centro storico alla Terraferma fino alle Isole"

Mappa interventi
 

La Giunta comunale approva lavori per oltre 43 milioni. Brugnaro: “Altri 43 milioni da destinare alla manutenzione di tutta la Città, dal Centro storico alla Terraferma fino alle Isole"

30/12/2017

 

La Giunta comunale ha dato il via libera durante l’ultima riunione che si è tenuta il 29 dicembre 2017 presso la sede municipale di via Palazzo a oltre 43 milioni di euro di lavori pubblici che interesseranno l’intera città di Venezia sia nel Centro storico che nelle Isole e nella Terraferma. Interventi sia diffusi che puntuali che riguarderanno sistemazioni e ristrutturazioni di alloggi destinati all’edilizia residenziale, lavori di manutenzione del verde pubblico, eliminazione di barriere architettoniche, sistemazione ed efficientamento della rete idraulica e fognaria, installazione di impianti antincendio e di gestione territoriale. Un totale di 27 delibere per un valore di oltre 25.643.680,91 euro riservati al Centro storico e alle Isole e altri 17.800.000 euro per la Terraferma.

"Abbiamo stanziato altri 43 milioni di lavori pubblici – commenta il sindaco Luigi Brugnaro - che destineremo a tanti lavori di manutenzione ed efficientamento delle tantissime strutture, parchi, aree verdi, scoperti scolastici, di interventi sui rii e di ristrutturazioni di edilizia residenziale. Investimenti che si vanno ad aggiungere ai 20,5 milioni già deliberati nella precedente sessione di Giunta e a tutti quelli stanziati precedentemente. Non ci sono grandi interventi, ma centinaia di azioni che attueremo in città perché questa Amministrazione non è impegnata a realizzare opere faraoniche, ma vuole dedicare risorse alla sistemazione delle piccole cose, quelle più vicine e sentite dai cittadini".

"E' con un gran senso di responsabilità che amministriamo questa città - dichiara l'assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto – e lo stiamo facendo intervenendo in termini di manutenzione ordinaria e straordinaria su tutto quello che per anni è stato trascurato: dalle scuole agli edifici pubblici ai sottoservizi ai cimiteri e alla viabilità. Ci impegniamo a costruire una città più accogliente e qualitativamente migliore dal punto di vista di strutture e di servizi. Voglio fare un doveroso ringraziamento a tutti coloro che in questo 2017 hanno lavorato sodo per produrre, in tutti gli ambiti dei lavori pubblici, i progetti, con i relativi impegni di spesa, che permettano non solo la programmazione, ma anche la realizzazione dei lavori utili e indispensabili per la città. Ci auguriamo – conclude Zaccariotto - quindi un 2018 ricco di cantieri e opportunità di lavoro per le nostre imprese".

Nello specifico ecco i contenuti delle delibere

RISTRUTTURAZIONE DI ALLOGGI PUBBLICI (2.600.000 euro)

La Giunta ha approvato quattro delibere che riguardano complessivamente la ristrutturazione di 92 appartamenti, diffusi su tutto il territorio del Comune, tra ERP e non ERP, che verranno resi agibili, e una delibera di manutenzioni diffuse specificatamente per la Terraferma. I lavori riguarderanno la riqualificazione interna degli alloggi, il rifacimento dei servizi igienici, dei pavimenti in piastrelle, legno o terrazzo alla veneziana, la sostituzione dei serramenti e degli infissi e la riparazione o il rifacimenti delle ringhiere, dei cancelli e dei portoncini. Ove necessario si procederà alla bonifica e allo smaltimento dell’amianto.

  • Centro storico e Isole – recupero alloggi ERP (400.000 euro)

Recupero edilizio di 12 alloggi comunali ERP in Centro storico e Isole. Di questi 5 alla Giudecca (due in Fondamenta delle Convertite 710/a e uno al civico 710/b, Calle del Campo di Marte 899/d e Giudecca 53/m), 3 a Cannaregio (due a Cannaregio 884 e uno al civico 886), 2 a Murano (Fondamenta Sebastiano Santi 2 e Campiello I. Svevo 11), uno a Malamocco (Via degli Alberi 2) e uno a Castello (Castello 5772).

  • Centro storico e Isole – recupero alloggi non ERP (400.000 euro)

Recupero edilizio di 20 alloggi non ERP in Centro storico e Isole. Di questi 6 alla Giudecca (Calle Sacca 8, due in calle Lavraneri 24, Giudecca 955/b e Giudecca 58/a e 58/h), 3 a Santa Croce (Santa Croce 351, 621 e 1217), 3 a Castello (Castello 504/b, 2842 e 3754), 2 a Cannaregio (Cannaregio 902 e 4225/a), 2 a Murano (Campiello I. Svevo 4 e 6) e uno rispettivamente a Dorsoduro (Dorsoduro3628), al Lido (Via Famagosta 8) a Malamocco (Via Doge Teodato 4) e Burano (Fondamenta Santa Caterina 31/h).

  • Terraferma – recupero alloggi ERP (400.000 euro)

Recupero edilizio di 28 alloggi comunali ERP in Terraferma. Di questi 8 a Marghera (Via Longhena 27, Via C.L.Manzini civici 1 e 5, Via L. Pasini 21, Via Padre T. Castagna civici 1 e 5 e Via Trieste ai civici 48/a e 50), 5 a Chirignago (Piazza V. da Feltre civici 9, 10 e 14, Via Bosso 11/b e Via Manara Valgimigli 6), 5 a Zelarino (due appartamenti in Via Castellana 155/d e tre in Via Ciardi 39), 5 a Favaro Veneto (Via A. Chiarin 15 e Via delle Folaghe civici 19, 23, 25 e 27), 4 a Carpenedo (Via A. Camporese 94/b, 108 e 141 e Via S. Donà 197/b) e un appartamento a Mestre in via P. Mancini 7.

  • Terraferma – recupero edilizia non ERP (500.000 euro)

Recupero edilizio di 32 alloggi comunali non ERP siti in Terraferma. Di questi 19 si trovano a Carpenedo (Via A. Gavagnin civici 29, 30, 36, 38, 61,69, 100, 146 e 150, Via B. Buozzi civici 38 e 42, Via G. Ponti civici 38, 59, 100, 103 e 106 e Via I. Vian civici 22, 29 e 76), 5 a Mestre (Via Perlan due al civico 21 e uno al 27 e due appartamenti in Via A. Vivaldi 15), 4 a Favaro Veneto (Piazzale B. Zendrini 16, Via Altinia 11, e due appartamenti in Via Gobbi 19/B), 3 a Marghera (Via A. Canetti 4, Via C. Beccaria 71 e Via Case Nuove 21) e uno a Chirignago in Viale E. Zolli 7.

  • Terraferma - Manutenzioni diffuse edilizia residenziale (900.000 euro)

La Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la manutenzione diffusa dell’edilizia abitativa a Mestre e nella Terraferma per l’anno 2018. Il progetto prevede interventi per l’eliminazione di perdite da tubature sia idriche che di gas con la sostituzione delle tubazioni, l’eliminazione di infiltrazioni d’acqua meteorica da tetti e terrazze con il rifacimento delle coperture, la sostituzione di generatori di calore (caldaie e scaldabagno), la realizzazione di nuovi impianti termici o sostituzione di quelli vecchi, il recupero di facciate con il rifacimento degli intonaci rovinati, rifacimento di intonaci interni, sostituzioni di infissi interni ed esterni, eliminazione di barriere architettoniche e ristrutturazione di pavimentazioni.

 

INTERVENTI SU VERDE PUBBLICO E SCOPERTI SCOLASTICI (4.800.000 euro)

1) Terraferma - Interventi straordinari su verde pubblico (2.500.000 euro)

La Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per tutti gli interventi necessari al fine di garantire la riqualificazione di alcuni assi viari delle Municipalità di Mestre e Marghera e di recupero e miglioramento di aree gioco, percorsi e arredi di alcuni parchi urbani delle Municipalità di Mestre, Marghera, Chirignago-Zelarino e Favaro. Per gli assi viari si punterà al decoro e alla messa in sicurezza delle parti a verde con abbellimento delle aiuole e delle fioriere e la sostituzione o implementazione della vegetazione ornamentale. Nello specifico si interverrà in:

  • Via Miranese (tratto tra via Piave e Via Giustizia);
  • Corso del Popolo;
  • Viale Garibaldi;
  • Via Forte Marghera;
  • Via Cappuccina.

Nei parchi si andranno ad effettuare soprattutto interventi di sostituzione o implementazione di nuove attrezzature nelle aree gioco e nelle piastre polivalenti con la sostituzione delle pavimentazioni antitrauma e di altri arredi. Nello specifico si interverrà in:

  • MESTRE - Area Costa – rifacimento completo e implementazione area giochi;
  • MESTRE - Parco del Piraghetto – ripristino del percorso vita, integrazioni nell’area giochi e sistemazione di alcuni vialetti pedonali;
  • MESTRE - Parco Delio – rifacimento pavimentazione antitrauma e di quella in bettonelle circostante alla prima;
  • FAVARO – CAMPALTO - Area Marchesi- Chiarin - manutenzione del bosco, del sottobosco, il rifacimento dei vialetti pedonali e la costruzione di un’area cani;
  • MESTRE - Area Torre Belfredo – riqualificazione ed eventuale miglioramento di tutta l’area;
  • MESTRE – Parco Sabbioni – completamento della recinzione e dell’area giochi;
  • MESTRE – Area Borgo Pezzana e Area Via Chiarin – si prevede la realizzazione di un’area cani per entrambe le aree;
  • MESTRE – Parco Allende - rifacimento della recinzione e la sostituzione di attrezzature gioco e arredi;
  • MESTRE – Parco dell’Ulivo – rifacimento percorso pedonale;
  • MESTRE – Parco Tasso – eliminazione del laghetto e la riqualificazione dell’area;
  • CAMPALTO – Villaggio Laguna – sostituzione di un filare di aceri negundi piantati troppo vicini alle case.
  • FAVARO – CAMPALTO - Area Sabbadino - si sostituirà un gioco combinato, di un gioco a torre e la pavimentazione antitrauma;
  • FAVARO - Area Ca’ Alverà – implementazione alcune altalene in più aree giochi;
  • FAVARO - Area Via Gobbi – sostituzione pavimentazione
  • FAVARO- Area Monviso – sostituzione castello dell’area giochi con uno nuovo e sistemazione gazebi;
  • FAVARO – Area Indri – installazione di una fontanella e la manutenzione o sostituzione di alcuni arredi e delle panchine;
  • CHIRIGNAGO - Area Via Perlan – rifacimento area giochi;
  • CHIRIGNAGO - Area Santa Barbara – sostituzione di tutte le panchine, rimozione delle staccionate e sistemazione parziale dell’area giochi;
  • CHIRIGNAGO - Parco del Picchio – rifacimento percorsi pedonali in legno, staccionate e alcuni interventi nelle aree gioco;
  • CHIRIGNAGO – Parco Rodari – sistemazione area giochi in particolare le pavimentazioni e i vialetti in legno nonché il battipiede della piastra polivalente;
  • MARGHERA - Area Longhena – riqualificazione area giochi;
  • MARGHERA - Area Villabona – riqualificazione area giochi;
  • MARGHERA – Parco Emmer – sistemazione della casetta, dell’area gioco, di attrezzature e di alcune pavimentazioni;
  • MARGHERA – Area Parco Ferroviario – sostituzione dell’intera staccionata di delimitazione;
  • MARGHERA – Area Piazzale Concordia – risistemazione della staccionata, delle panchine e dei giochi;
  • MARGHERA – Parco Catene - si procederà a riqualificare la zona del parco a ridosso della tangenziale attualmente incolta al fine di ampliare il parco;
  • ZELARINO - Area Trincanato – ripristino di alcuni giochi e arredi
  • ZELARINO - Parco Zia e Marzenego – manutenzione straordinaria di alcune alberature, trasferimento dell’area giochi da Parco Zia a Parco Marzenego e collegamento tra le due aree
  • TRIVIGNANO – Parco Vicentino – sistemazione o sostituzione di alcune attrezzature ludiche;
  • MALCONTENTA – Area Lago di Garda – si smantellerà un vecchio campo da bocce e si riqualificherà in contesto;
  • GAZZERA – Area Via Volosca – rifacimento completo dell’area giochi attualmente sprovvista di attrezzature, il rifacimento o rimozione della staccionata di confine e la sistemazione dei vialetti pedonali;
  • CIPRESSINA – Parco Hayez e aree verdi di Via Caravaggio – completamento delle recinzioni delle aree e la realizzazione di alcuni camminamenti all’interno delle nuove aree per creare i collegamenti con il parco e per uniformare l’insieme;
  • CARPENEDO – Area Don Sturzo – rifacimento dei vialetti pedonali;
  • CARPENEDO - Area Don Sturzo – sostituzione alcuni giochi in acciaio, posizionamento pavimentazione antitrauma e realizzazione di un piccolo campo da calcio attrezzato. Sistemazione degli ingressi;

2) Terraferma: interventi su scoperti di tutte le scuole (1.000.000 euro)

Con la delibera la Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica di tutti gli interventi sugli scoperti scolastici che saranno eseguiti in 68 scuole della Terraferma. Nello specifico ecco gli interventi:

MESTREAsilo nido Altobello (fornitura giochi e pavimentazione antitrauma), Scuola primaria L. Da Vinci (Manutenzione caditoia giardini del plesso e della rete perimetrale. Ripristino tappeto erboso), Scuola infanzia Rodari (manutenzione straordinaria sedute fioriere circolari di legno. Fornitura di giochi e nuova pavimentazione antitrauma), Scuola primaria Battisti (ripristino pavimentazione danneggiata per apparati radicali), Scuola infanzia Battisti (ripristino pavimentazione danneggiata per apparati radicali, fornitura giochi e nuova pavimentazione antitrauma), Scuola primaria Bellini (rifacimento marciapiede perimetrale e piste sport), Scuola infanzia Querini (risoluzione problema radici affioranti, fornitura giochi più antitrauma), Scuola infanzia Vecellio (sistemazione straordinaria palizzata di recinzione, eliminazione tombini di pietra, posa di due panchine e due tavolo con sedie, giochi e nuova pavimentazione antitrauma), Scuola primaria Leopardi ( rifacimento marciapiede perimetrale), Scuola primaria Vecelio (riqualificazione giardino), Scuola primaria Spallanzani (rifacimento marciapiede perimetrale e pista sport), Scuola primaria Radice (rifacimento marciapiede ingresso), Asilo nido Piccolo Principe (Fornitura di giochi e nuova pavimentazione antitrauma non più a norma), Asilo nido Chiocciola (Manutenzione della recinzione del giardino, riparazione canadese in legno, sistemazione terreno ceduto in prossimità di un tombino, rimozione di piccola staccionata, fornitura e posa di un gioco a molla e di una casetta in legno o plastica pesante per esterni, nuovi giochi e pavimentazione antitrauma), Scuola infanzia Margotti (giochi e pavimentazione antitrauma), Asilo nido Pinocchio (ripristino staccionata completamente danneggiata e messa in sicurezza del cancello che porta all’uscita. Nuovi giochi e antitrauma), Scuola infanzia Angolo Azzurro (manutenzione straordinaria degli arredi da giardino, giochi e antitrauma), Scuola primaria Toti (manutenzione recinzione verso la strada, eliminazione di pavimentazione in plastica e rifacimento), Asilo nido Pineta (sistemazione buche, sistemazione pedana in legno e della rampa in discesa dalla pedana al prato, nuovo cancelletto, nuova altalena e una struttura gioco da esterno, due ombrelloni e copertura per la sabbiera. Sistemazione percorso aromatico e realizzazione ricovero attrezzi), Scuola infanzia G. Cesare (Manutenzione recinzione, rimozione panchina, fornitura di giochi e nuova pavimentazione antitrauma), Scuola infanzia 8 Marzo (manutenzione straordinaria giochi in legno e panchine. Fornitura di giochi e pavimentazione antitrauma), Asilo nido Sbirulino (fornitura giochi e nuova pavimentazione antitrauma), Scuola infanzia A. Pitagorico (sistemazione decimenti del terreno e messa in sicurezza elementi presenti, manutenzione ringhiera porticato e marciapiede area giochi, fornitura giochi più pavimentazione antitrauma), Asilo nido Pollicino (manutenzione casetta ripostiglio in legno e giochi in legno, della sabbiera e del telo della pompeiana. Fornitura e posa di gazebo e di nuovi giochi con pavimentazione antitrauma), Asilo nido Trilli ( Manutenzione straordinaria casetta, cancelli in legno e paletti delle recinzioni. Fornitura e posa di 6 panchine, 5 ombrelloni e telo oscurante per il cancello del giardino. Fornitura di giochi e pavimentazione antitrauma), Scuola primaria Goretti (nuovi giochi e pavimentazione antitrauma, riqualificazione dell’area nord-est dello scoperto), Asilo nido Draghetto (manutenzione del gazebo, dei cancelli in legno della recinzione metallica lungo l’accesso carrabile e del cancello grande in legno. Fornitura di giochi e nuova pavimentazione antitrauma non più a norma), Scuola primaria Di Vittorio (rifacimento vialetti perimetrali), Asilo nido Millecolori (manutenzione giochi in legno, casetta, pavimentazione in legno, giochi, panchine e pompeiana esterna. Fornitura e posa illuminazione di sicurezza in prossimità di un cancello collegato al parcheggio esterno), Asilo Nido Coccinella (rifacimento pavimentazione del viale d’ingresso, livellamento del terreno, manutenzioni dei giochi in legno e degli arredi del giardino. Fornitura e posa della recinzione divisoria del giardino, del gioco d’acqua, della sabbiera, di due strutture a tunnel con la relativa pavimentazione antitrauma), Scuola primaria Virgilio (manutenzione pavimentazione antitrauma, caditoia giardino e rete perimetrale che fiancheggia il viale esterno al di fuori del cancello della scuola. Sostituzione cancello principale), Scuola primaria G. Cesare (Sistemazioni straordinarie) e Scuola primaria Trentin (rifacimento marciapiede perimetrale e pista sport).

FAVARO VENETOScuola infanzia Cornaro I ( riparazione recinzione, posa due altalene, fornitura giochi e pavimentazione antitrauma), Scuola infanzia Arcobaleno (rifacimento pavimentazione antitrauma, spostamento struttura palastra arrampicata, uno scivolo, un dondolo e due giochi a molla), Asilo nido Cucciolo ( sostituzione pompeiana e cancellata in legno, sistemazione pavimentazione esterna e manutenzione arredi esterni) Scuola Primaria Gramsci (Sistemazioni straordinarie), Scuola secondaria Volpi (rifacimento marciapiede perimetrale e pista sportiva), Scuola Infanzia Girasole (nuovi giochi e pavimentazione antitrauma), Scuola primaria Collodi (sistemazioni straordinarie), Scuola Primaria Don Milani (rifacimento marciapiede perimetrale), Scuola dell’infanzia CornaroII-Valeri (riparazione recinzione perimetrale e fornitura due altalene con pavimentazione antitrauma).

CHIRIGANGO-ZELARINOAsilo nido Peter Pan (riparazione fontana, manutenzione pavimentazione, sostituzione sabbiera e fornitura nuovi giochi), Scuola primaria Santa Barbara (sistemazioni straordinarie), Asilo nido Airone (sostituzione casetta, manutenzioni della staccionata, giochi, panche tavoli, messa in sicurezza delle uscite di emergenza, nuova pavimentazione antitrauma), Scuola primaria Colombo (fornitura nuova pavimentazione antitrauma), Scuola dell’infanzia Aquilone (sistemazione pavimentazione in legno all’ingresso, cancello interno, sabbiera e gazebo e fornitura nuovi giochi e antitrauma), Asilo nido Fiordaliso (Manutenzione straordinaria tettoia davanti cucina, recinzione di legno, rete di confine e cancello giardino lattanti. Nuovi giochi e antitrauma), Scuola infanzia Zavrel (nuovi giochi e antitrauma), Asilo nido Hakuna Matata (manutenzione straordinaria pavimentazione in legno antitrauma e manutenzione fontana. Riparazione recinzione e sostituzione gazebo), Scuola infanzia Gori (fornitura giochi e nuova pavimentazione antitrauma e sistemazione grata perimetrale), Asilo nido Melograno, Scuola infanzia Mary Poppins, Scuola dell’Infanzia Munari (fornitura giochi e nuova pavimentazione antitrauma non più a norma (sostituzione copertura pompeiana).

MARGHERAScuola dell’infanzia Stefani (sistemazione pavimentazione esterna, manutenzione casetta in legno, ripristino rete oscurante per la ringhiera, sistemazione struttura altalena, pulizia o sostituzione teli oscuranti per gazebo, eliminazione modulari in plastica con funzione di pavimentazione, fornitura e posa di nuova pavimentazione in legno, manutenzione strutture in legno (gazebo e sabbiera), Scuola infanzia Nirina Volpi (fornitura e posa di un tavolo, giochi e antitrauma, potature e abbattimenti alberi), Scuola infanzia La Sorgente (fornitura giochi, porte da calcio e nuova pavimentazione antitrauma), Scuola infanzia G. Paolo I (Giochi e pavimentazione antitrauma), Scuola primaria Foscolo (Riparazione della recinzione), Asilo nido Capuccetto Rosso (manutenzione straordinaria recinzione legno, tavolini, panchine, gazebo e pavimentazione giardino d’entrata. Ampliamento della pavimentazione antitrauma, fornitura giochi) Scuola secondaria Einaudi (rifacimento marciapiede ingresso), Asilo nido Colibry (manutenzione panchine, pavimentazione antitrauma, nuovi giochi), Scuola primaria Capuozzo (fornitura tavoli pic nic), Asilo nido Girasole (ripristino pavimentazione sconnessa di entrambi i giardini. Posa rete oscurante recinzione confine, ripristino muretto di recinzione esterno e della recinzione divisoria di due giardini), Scuola Primaria Baseggio (manutenzioni straordinarie), Scuola primaria Grimani (fornitura nuovi giochi e antitrauma, potature e abbattimenti straordinari), Scuola primaria Don Bosco (sistemazione pavimentazione antitrauma), Scuola infanzia Collodi (riparazione straordinaria della recinzione divisoria, fornitura di giochi e nuova pavimentazione antitrauma).

3) Centro Storico e Isole. Interventi su scoperti di tutte le scuole (1.000.000 euro)

Con la delibera la Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica di tutti gli interventi sugli scoperti scolastici da eseguire in 32 scuole del Centro storico e delle Isole. Nello specifico ecco gli interventi:

VENEZIAAsilo nido “Gabbiano” (sistemazione avvallamenti presenti nel terreno. Realizzazione nuova pompeiana. Sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e della pavimentazione antitrauma), Asilo nido “Onda (sostituzione di alcune attrezzature ludiche non più a norma e della pavimentazione antitrauma), Asilo nido “S. Provolo” (sostituzione della pavimentazione antitrauma. Rifacimento rete di divisione tra scuola dell’infanzia e asilo nido. Realizzare una seconda Vela come la prima installata a completamento), Asilo nido “Arcobaleno” (spostamento struttura palestra arrampicata urgente messa in sicurezza di un cassone in legno vetusto, rifacimento delle 2 rampe dalle terrazze allo scoperto. Fornitura e posa di un cancello pedonale e chiusura area Centrale Termica, di uno 1 scivolo e 1 dondolo doppio. Potature ed abbattimenti di alberi ed arbusti straordinari), Asilo nido “Ciliegio” (pulizia straordinaria pavimentazione. Sostituzione attrezzature ludiche non più a norma e di tutta la pavimentazione antitrauma. Potature straordinarie), Scuola infanzia “Comparetti”(sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e della pavimentazione antitrauma. Sostituzione pavimentazione piastra polivalente. Realizzazione di nuove attrezzature ludiche. Realizzazione di una staccionata in legno. Potature ed abbattimenti di alberi ed arbusti straordinari), Scuola infanzia “Duca D’Aosta” (sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e di tutta la pavimentazione antitrauma. Fornitura e posa di dissuasori per colombi. Manutenzione pavimentazione in legno. Potature ed abbattimenti di alberi ed arbusti straordinari), Scuola infanzia “25 Aprile” (sostituzione della pavimentazione lignea marcescente. Sistemazione rampa di legno. Ripristino del manto erboso. Fornitura e posa di due gazebo), Scuola infanzia Sant’Elena (sostituzione di cancello divelto da atto vandalico sul retro della scuola. Sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e di tutta la pavimentazione antitrauma. Potature ed abbattimenti di alberi ed arbusti straordinari), Scuola infanzia “Diaz” (sistemazione pavimentazione antitrauma sconnessa a causa radici. Sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e di parte della pavimentazione antitrauma. Pavimentazione in legno da sostituire parzialmente. Sostituzione delle altalene. Ripristino gazebo) Scuola dell’Infanzia “Santa Teresa” (sostituzione della pavimentazione antitrauma sconnessa a causa delle radici. Fornitura e posa di 2 tavoli in legno, 2 panche in legno e 1 scivolo), Scuola infanzia “D.Valeri” (sistemazione e sostituzione della pavimentazione in legno. Realizzazione di un tratto di cordolo di marciapiede sconnesso. Fornitura di un cancelletto in legno e piccola recinzione. Sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e della pavimentazione antitrauma non più a norma), Scuola infanzia “San Francesco” (sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e della pavimentazione antitrauma. Potature ed abbattimenti di alberi ed arbusti straordinaria), Scuola infanzia “Glicine” (sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e della pavimentazione antitrauma. Progettare una soluzione adeguata per la privacy, teli colorati e decorati per mascherare la vista dalle finestre circostanti il giardino), Scuola infanzia “Munari” (sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e della pavimentazione antitrauma). Scuola primaria “Zambelli” (rifacimento campetto da basket finitura tappetino. Potature ed abbattimenti di alberi ed arbusti straordinari), Scuola primaria “Manzoni” (fornitura e posa di 2 tavoli in legno, 2 panche in legno. Potature ed abbattimenti di alberi ed arbusti straordinaria), Scuole primarie “Gallina”, “Michiel” e “Canal” (Realizzazione nuovi orti scolastici).

LIDO DI VENEZIAAsilo nido “Sole” (ripristino recinzione delle recinzioni protettive degli alberi. Sistemazione casetta per ricovero giochi e attrezzi), Asilo nido “Delfino” (riparazione recinzione perimetrale. Manutenzione straordinaria delle siepi perimetrali. Sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e della pavimentazione antitrauma), Scuola infanzia “S.G. Bosco” (sistemazione avvallamenti presenti nel terreno e parziale sostituzione della pavimentazione antitrauma. Potature ed abbattimenti di alberi ed arbusti straordinaria), Scuola infanzia “Rodari” (sistemazione pavimento antitrauma in gomma sconnessa a causa radici. Sostituzione della copertura del gazebo rovinata. Sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e di tutta la pavimentazione antitrauma), Scuola infanzia “Ca’ Bianca” (realizzazione nuova recinzione. Sistemazione vialetto ingresso gravemente dissestato. Sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e di tutta la pavimentazione antitrauma. Potature di alberi e manutenzione delle siepi perimetrali straordinari), Scuola primaria “Penzo” (sistemazione copertura in legno della meridiana. Rimozione bordo di contenimento pavimentazione antitrauma. Sostituzione recinzione. Fornitura e posa di nuovi tavoli circolari con panche e di nuovo gazebo pieghevole in metallo. Potature e manutenzione straordinari degli alberi e della siepe perimetrale. Sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e di tutta la pavimentazione antitrauma), Scuola primaria Giovanni XXIII (sostituzione di porzione di recinzione danneggiata. Eliminazione rovi e piante morte lungo la recinzione. Rifacimento piste sportive), “Parmeggiani” (sostituzione cancello giardino. Fornitura e posa struttura ludica complessa con relativa pavimentazione antitrauma. Potature ed abbattimenti di alberi ed arbusti straordinari).

PELLESTRINAScuola infanzia “Zendrini” (sistemazione delle panchine e delle buche presenti nel giardino. Fornitura e posa struttura ludica complessa con relativa pavimentazione antitrauma), Scuola infanzia “San Pietro in Volta” (sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e della pavimentazione antitrauma. Potature ed abbattimenti di alberi ed arbusti straordinari).

MURANOScuola infanzia “Maria Letizia” (sostituzione delle attrezzature ludiche non più a norma e della pavimentazione antitrauma).

BURANOScuola primaria “Di Cocco” (sostituzione della copertura del campo da basket. Sostituzione della pedana in legno. Sostituzione della pavimentazione antitrauma).

4) Casermette all’Arsenale: recupero degli spazi aperti (300.000 mila)

Con la delibera si approva il progetto definitivo di recupero degli spazi aperti nell’area delle “casermette” all’Arsenale di Venezia ritenendo opportuno procedere alla sistemazione dell’area demaniale marittima scoperta con l’obiettivo di realizzare uno spazio e un percorso ad uso pubblico soprattutto ora che l’area è stata trasferita di proprietà al Comune di Venezia.

ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE (2.000.000 euro)

Centro Storico – 14 interventi per la realizzazione di rampe sui ponti

La Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnico economica per l’abbattimento di barriere architettoniche intervenendo su 14 Ponti della Città storica. Nello specifico si interverrà su Ponte del Vin, Ponte de la Pietà, Ponte del Sepolcro, Ponte de la Cà di Dio e Ponte de l’Arsenale con la realizzazione di una rampe in acciaio inox eventualmente smontabili e pavimentazioni in lastre modulari antiscivolo funzionali anche alla Venice Marathon. Per altri 6 ponti (Ponte de la Croze, Ponte dei Frari, Ponte de Pisina, Ponte Tana, Ponte della Salure, Ponte di S. Cosmo) si procederà a realizzare rampe fisse o con gradino agevolato dotate di struttura metallica studiata ad hoc per ogni ponte e pavimentazioni antisdrucciolo.

Ulteriori 3 casi (Ponte San Felice, Ponte della Paglia e gradini in Campo della Misericordia) vedranno la realizzazione di rampe fisse lineari con strutture fisse metalliche la cui superficie verrà trattata con resina antisdrucciolo o si procederà con strutture in cemento rivestite in trachite.

Infine si prevede la fattibilità di un intervento migliorativo della rampa attuale su Ponte San Felice lungo il percorso di Strada Nuova, di una sistemazione delle rampe su Ponte del la Croze, Ponte dei Frari e Ponte de Piscina con consentono l’accessibilità pedonale rispettivamente all’Insule di Campo Sant’Angelo e al Teatro “La Fenice” e infine interventi sulla rampa del Ponte di S. Cosmo alla Giudecca che consente la connessione tra la riva delle Convertite con la riva della Giudecca- Palanca.

SCAVO RII IN UMIDO (3.500.000 euro)

Centro storico – 24 interventi di scavo in umido

La Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnico ed economica per lo scavo dei rii in umido e ripristino fondamenta. Nello specifico l’area di intervento è a carattere diffuso nel Centro storico di Venezia, in particolare si agirà nei sestieri di Santa Croce, San Polo, San Marco, Cannaregio e Castello. I rii interessati sono quello de Ca’ Brazzo, de S. Caterina, De Ferali – Cavalletto, de la Frescada – S. Rocco, del Ghetto Novo, de S. Giustina, dei Gozzi – Sartori – S. Andrea, de S. Giovanni Laterano, dei Lustrari, de S. Martina, de S. Maurizio e rio Malatin, del Megio, dei Meloni, delle Muneghete, dei Muti, del Piombo, Prioli o S. Sofia, delle Procuratie – Cappello, de S. Salvador – Lovo, del Fontego dei Tedeschi, de Ca’ Tron, Widmann (parte), de S. Giovanni Evangelista, Bacino e Rio Orseolo o del Caval.

Si procederà con lo scavo del fango in presenza d’acqua depositato sul fondo dell’invaso fino al raggiungimento della quota specifica, conferimento nell’area di smaltimento, eventuale infissione e rilievo di pali per ormeggi lagunari e eventuale realizzazione di pontili in legno. Conseguentemente si provvederà anche al ripristino delle fondamenta con lavori che riguarderanno la pulizia, manutenzione e eventuale sostituzione di elementi ammalorati e/o danneggiati in pietra, metallo, legno quali colonnine, gradinate, balaustre, parapetti e listoline.

PROGETTO INTEGRATO FUSINA (500.000 euro)

Terraferma – Sistema impianto biologico ingresso PIF

Per risolvere i problemi legati trasporto di materiale solido verso i trattamenti di filtrazione a tela e disinfezione, il progetto di fattibilità tecnica ed economica approvato dalla Giunta prevede la realizzazione di una nuova sezione di grigliatura fine da realizzare a monte della sezione di trattamento terziario dell'impianto PIF allo scopo di proteggere la sezione stessa dal materiale solido trasportato con il flusso proveniente dalle sezioni di monte. Tale grigliatura sarà realizzata tramite stacciatura da realizzarsi con l'installazione di 3 griglie fini a nastro. Tale sistema di grigliatura è stato dimensionato per garantire il trattamento della portata massima di 8.000 mc/h proveniente dall'impianto Veritas. L'installazione è prevista all'interno dell'ex vasca di disinfezione.

FORTE MARGHERA (5.000.000 euro)

Terraferma – Recupero del Forte come Polo di promozione culturale

Il progetto definisce le opere di urbanizzazione necessarie e sufficienti a favorire la riconversione e il funzionamento di una parte del Forte come Polo di promozione e produzione culturale. In particolare, si prendono in considerazione le seguenti parti del compendio militare ottocentesco: il Ridotto centrale (area di massima tutela e conservazione, destinata a ospitare le attività di promozione e produzione culturale), la Cinta esterna del ridotto (area di ristrutturazione e rigenerazione funzionale, destinata a ospitare attività di promozione e produzione culturale e servizi alle attività culturali, anche di tipo commerciale, direzionale, ricettivo e di ristorazione) e una porzione della lunetta XIII del Fronte d’attacco Nord (ambito per attrezzature di servizio e per le connessioni urbane e territoriali).

Per il regolare funzionamento del complesso Forte Marghera, è necessario che, oltre agli allacciamenti alla rete fognaria e d’acquedotto, sia prevista ai vari edifici l’adeguata fornitura di energia per garantire illuminazione, forza motrice e riscaldamento-raffrescamento degli ambienti oltreché per produzione di acqua calda sanitaria. Tutte le opere di urbanizzazione e delle reti tecnologiche a servizio del Forte avverranno in ossequio a principi finalizzati alla minimizzazione dell’impatto fisico e ambientale oltreché dei consumi energetici e dei costi di realizzazione e di gestione manutenzione.

INTERVENTI NEI MUSEI (6.469.175 euro)

Centro storico - Interventi puntuali di restauro delle sedi museali (600.000 mila)

Il sistema dei Musei Civici veneziani è costituito da un insieme organico di palazzi storici e collezioni di enorme importanza e valore artistico e storico con più di 200mila opere conservate in ben 11 sedi. Questo progetto di fattibilità tecnica ed economica apprivato dalla Giunta riguarda interventi puntuali di restauro di varia natura in tutte le sedi museali civiche dui Venezia e Isole e con relativi uffici, depositi e laboratori e del Padiglione Venezia. In particolare si interverrà a:

  • Palazzo Fortuny dove saranno restaurate alcune vetrate storiche sulla facciata prospiciente il canale,
  • Ca' Rezzonico dove si rifaranno gli intonaci e si restaurerà la balaustra nel cortile interno,
  • Palazzo Mocenigo in cui si effettueranno delle modifiche impiantistiche spostando all'esterno l'attuale caldaia così come andrà spostato il contatore del gas con le conseguenti opere edili;
  • Museo del Vetro in cui si andranno ad eseguire dei rinforzi strutturali e il restauro della facciata est prospiciente la corte interna.

Centro storico - Ripristino facciate interne ed esterne e delle rive d'acqua Palazzo Ducale (2.800.000 euro)

Il progetto di fattibilità tecnico ed economica approvato dalla Giunta prevede il controllo, la verifica dello stato conservativo e il restauro delle facciate di Palazzo Ducale o di parte di esse. Quelle interessate dagli interventi di restauro e consolidamento più ingenti saranno la ovest lato cortile, la ovest lato Piazzetta S. Marco, la nord lato Basilica. Allo stesso modo interventi specifici sono previsti per la Porta della Carta, per il pinnacolo nord ovest e per i merli e i pinnacoli sommitali.

Centro storico - Riqualificazione Palazzo Ducale e CPI (1.700.000 euro)

Si tratta di un’analisi dalla quale è emersa la necessità di interventi finalizzati all’adeguamento alle norme di prevenzione incendi e di sicurezza nei luoghi di lavoro per quanto riguarda Palazzo Ducale e le pertinenze relative al Palazzo delle Prigioni Nuove. Tutti gli interventi sono finalizzati al raggiungimento della conformità normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e di prevenzione incendi e fanno riferimento alle norme di buona tecnica applicabili, al progetto antincendio approvato dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Venezia e alla deroga rilasciata dalla Direzione Interregionale dei Vigili del Fuoco di Veneto e Trentino Alto Adige.

Tra i vari interventi si registrano: un ampliamento, revisione e ammodernamento dell’impianto automatico di allarme e rivelazione fumi; la revisione completa dell’intero impianto di illuminazione di sicurezza; lo smantellamento e sostituzione delle parti vetuste degli impianti elettrici; la realizzazione di un impianto di protezione dalle scariche atmosferiche; la realizzazione di un impianto di controllo degli accessi che consenta di monitorare in tempo reale gli affollamenti del palazzo Ducale e del Palazzo delle Prigioni Nuove; la realizzazione di un efficiente sistema automatico di smaltimento dei fumi; il completamento dell’impianto idrico antincendio di spegnimento automatico nel Palazzo delle Prigioni.

Centro storico – Impianto antincendio al Museo Correr (1.369.175 euro)

Si tratta di un’analisi preliminare relativa alle opere e agli impianti da realizzare per l’adattamento alle norme di sicurezza antincendio del Museo Correr. In particolare, si prevede l’adeguamento dei depositi ed archivi adibiti allo stoccaggio di libri della Biblioteca e delle opere del Museo Correr ubicati al piano primo ammezzato e al piano secondo ammezzato. Si prevede di procedere alla protezione contro l’incendio mediante sistemi di protezione attiva (spegnimento), la riqualifica delle pareti divisorie e dei solai che non hanno il requisito di resistenza al fuoco REI/EI 120, l’installazione di porte tagliafuoco dotate di dispositivo di autochiusura, la sigillatura per il ripristino della compartimentazione antincendio in corrispondenza degli attraversamenti impiantistici di pareti e solai. È prevista anche la sostituzione dell’esistente sistema di rivelazione d’incendio introducendo due nuovi sistemi separati, uno tradizionale con rivelatori puntiformi e uno ad aspirazione fumi, essendo i sistemi di spegnimento tipici delle biblioteche sempre comprensivi della funzione di rivelazione precoce.

RETE ACQUE METEORICHE (2.800.000 euro)

Centro storico - Ripristino funzionale rete acque meteoriche di Venezia centro storico, Lido, Pellestrina e Isole anno 2017 (1.400.000 euro)

L’obiettivo del progetto è di predisporre alcuni interventi di ripristino funzionale delle reti meteoriche e miste di Venezia centro storico, Lido, Pellestrina e isole. Si tratta di quindi interventi di manutenzione straordinaria delle reti fognarie pubbliche adibite al collettamento delle acque meteoriche nelle aree di competenza. In alcuni casi si prevede di intervenire con la sostituzione dei collettori, o parte di essi, quando questi si trovino in condizioni tali da non essere più utili alla funzione per la quale sono stati realizzati, ovvero consentire il deflusso delle acque recapitate sullo stesso. In altri casi ci si limiterà ad eseguire interventi di solo spurgo. Infine sono previsti anche interventi di realizzazione di nuove reti pluviali o miste.

Nelle aree storiche centrali di Venezia il tessuto urbano presenta caratteristiche fragili e non permette di intervenire radicalmente, perciò solitamente si procederà ad ottimizzare il sistema esistente. Nelle aree marginali, caratterizzate da minori criticità ambientali, sarà possibile procedere alla realizzazione di reti fognarie moderne con opere di adeguamento graduali e progressive. Sono previsti interventi in Rio Terà Santi Apostoli, calle Maggioni e calle dei Miracoli, calle Priuli ai Cavaleti, piscina San Samuele, calle de la Mandola, calle Cicogna, calle Anconeta, calle Spadaria, Santa Maria Formosa, Barbaria de le Tole, Salizada San Francesco, Sant’Elena, calle Podgora, giardini pubblici, campo San Provolo.

Centro storico - Ripristino funzionale rete acque meteoriche di Venezia centro storico, Lido, Pellestrina e Isole anno 2018 (1.400.000 euro)

L’obiettivo del progetto è di predisporre alcuni interventi di ripristino funzionale delle reti meteoriche e miste di Venezia centro storico, Lido, Pellestrina e isole. Si tratta di quindi interventi di manutenzione straordinaria delle reti fognarie pubbliche adibite al collettamento delle acque meteoriche nelle aree di competenza. In alcuni casi si prevede di intervenire con la sostituzione dei collettori, o parte di essi, quando questi si trovino in condizioni tali da non essere più utili alla funzione per la quale sono stati realizzati, ovvero consentire il deflusso delle acque recapitate sullo stesso. In altri casi ci si limiterà ad eseguire interventi di solo spurgo. Infine sono previsti anche interventi di realizzazione di nuove reti pluviali o miste.

Nelle aree storiche centrali di Venezia il tessuto urbano presenta caratteristiche fragili e non permette di intervenire radicalmente, perciò solitamente si procederà ad ottimizzare il sistema esistente. Nelle aree marginali, caratterizzate da minori criticità ambientali, sarà possibile procedere alla realizzazione di reti fognarie moderne con opere di adeguamento graduali e progressive. Sono previsti interventi a Dorsoduro, Castello, Lido e Pellestrina.

GESTIONE TERRITORIALE (3.000.000 euro)

Centro storico – Venezia nord 2018 (1.300.000 euro)

Le attività di gestione degli interventi di manutenzione delle aree di viabilità e delle reti fognarie del Comune di Venezia nei sestieri di Cannaregio, San Marco e Castello, comprendono interventi a carattere puntuale o esteso (fognature, pavimentazioni, ponti ecc), sia di tipo programmato che d’urgenza, atti al ripristino della funzionalità della stessa nonché alla risoluzione di problematiche che possono essere pregiudizievoli alla pubblica incolumità.

Centro storico – Venezia sud 2018 (1.200.000 euro)

Le attività di gestione degli interventi di manutenzione delle aree di viabilità e delle reti fognarie del Comune di Venezia nei sestieri di di Santa Croce, San Polo, Dorsoduro e Giudecca, comprendono interventi a carattere puntuale o esteso (fognature, pavimentazioni, ponti ecc), sia di tipo programmato che d’urgenza, atti al ripristino della funzionalità della stessa nonché alla risoluzione di problematiche che possono essere pregiudizievoli alla pubblica incolumità.

Centro storico e Isole – Isole lagunari 2018 (200.000 euro)

Il progetto prevede l’esecuzione degli interventi di ripristino della funzionalità dei beni e di gestione ordinaria degli impianti. Si provvederà ad eseguire interventi di manutenzione della viabilità pedonale (pubblica e privata soggetta a servitù di pubblico passaggio) e acquea (limitata allo scavo dei rii e dei muri di sponda interni dei rii solo se necessario) delle isole Murano, Burano, Mazzorbo, Torcello, Sant’Erasmo e Vignole, della viabilità carrabile pubblica di Sant’Erasmo compreso lo spargimento sale e lo spalamento di neve o ghiaccio, nonché delle fognature pubbliche con relative opere elettromeccaniche oltre alla gestione delle fognature a gravità ed in pressione, degli impianti di sollevamento e della cabina di telecontrollo delle aree di Burano e Mazzorbo. Inoltre sono compresi gli interventi di manutenzione su ringhiere, parapetti, iscrizioni stradali, segnaletica orizzontale e verticale su viabilità carrabile, vere da pozzo e alcuni elementi di arredo urbano.

Centro storico e Isole – Lido e Pellestrina 2018 (300.000 euro)

Si tratta di interventi per il ripristino della funzionalità di strade, marciapiedi, elementi di arredo, manufatti, segnaletica, fognature e impianti delle isole. Interventi puntuali sulle pavimentazioni delle aree di circolazione pubblica (vie, piazze, strade sterrate, calli, campi, fondamenta, ponti ecc) e manufatti; la manutenzione delle reti fognarie (bianche e miste al Lido, tutte le tipologia a Pellestrina); la segnaletica verticale e orizzontale; la toponomastica; la manutenzione dell’impianto di protezione catodica della passerella di riva di Corinto; il monitoraggio del territorio; il servizio spazzamento neve e spargimento sale.

CIMITERO SAN MICHELE IN ISOLA (74.505,91 euro)

Centro storico – manutenzione straordinaria e diffusa

Con la delibera approvata dalla Giunta si sta provvedendo al ripristino e al consolidamento di elementi lapidei presso il cimitero di San Michele in Isola.

RETE ANTINCENDIO AI GIARDINI REALI (2.200.000 euro)

Centro storico – rete antincendio

L'intervento in progetto approvato dalla Giunta prevede l'ampliamento della attuale rete antincendio nel centro storico di Venezia. La realizzazione dell'intervento comporta pertanto un miglioramento degli effetti sul comparto della sicurezza procedendo con il completamento della rete antincendio nel sestiere di Dorsoduro e ai Giardini Reali.

DEPURAZIONE LIDO – FUSINA (2.500.000 euro)

Centro storico – condotta in acciaio per collegare gli impianti di depurazione di Lido e Fusina

Il progetto di fattibilità tecnico ed economica approvato dalla Giunta riguarda il completamento delle opere per la realizzazione di una condotta in acciaio DN 450, di collegamento dell'impianto di deputazione di Lido con l'impianto di depurazione di Fusina- Il progetto è suddiviso in due stralci del quale il primo è già stato realizzato e collaudato, mentre il secondo prevede la realizzazione dell'attraversamento del canale Malamocco – Marghera tramite teleguidata con arrivo all'interno dell'impianto di depurazione di Fusina e la connessione con i pozzetto ripartitore appositamente realizzato. Poi si predisporrà con l'attraversamento di Via Alberoni al Lido e il collegamento della tubazione all'impianto di depurazione di Lido, il dimensionamento ed il posizionamento della stazione di sollevamento, la realizzazione delle opere di adeguamento dell'impianto di depurazione di Lido per trasformarlo in una stazione di accumulo e sollevamento, la realizzazione del sistema di telecontrollo collegato alla rete aziendale Veritas; la realizzazione del sistema di protezione catodica della condotta e altre opere accessorie.

IMPIANTO IDROVORO E VASCA ACCUMULO VIA TORINO (8.000.000 euro)

Terraferma – Nodo idraulico di Via Torino

Il progetto definitivo comprensivo del progetto di fattibilità tecnica ed economica approvato dalla Giunta ha come oggetto la realizzazione del nodo idraulico di Via Torino ubicato nella parte terminale dell'omonimo bacino idraulico con la funzione di sversare. Questi lavori sono di fondamentale importanza per garantire la sicurezza idraulica del bacino scolante nella parte sud di Mestre, infatti erano considerati già prioritari dal precedente Commissario Straordinario per gli Allagamenti del 2007 ma mai realizzati per la carenza dei relativi finanziamenti che finalmente sono stati destinati per la risoluzione di questa criticità idraulica del territorio. 

 

Venezia, 30 dicembre 2017

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top