De Martin ad Amsterdam all’International Water Week: “Venezia, esempio di resilienza, mette a disposizione delle altre città la propria esperienza nella gestione delle emergenze”

De Martin parla al pubblico
 

De Martin ad Amsterdam all’International Water Week: “Venezia, esempio di resilienza, mette a disposizione delle altre città la propria esperienza nella gestione delle emergenze”

01/11/2017

 

 

L'assessore all'ambiente Massimiliano De Martin è intervenuto nella sessione dedicata al "City Leaders forum" nell'ambito dell' International Water Week che si tiene ad Amsterdam dal 30 ottobre al 3 novembre, per presentare gli interventi della città di Venezia.

Presenti, oltre al Primo Ministro olandese Mark Rutte, i rappresentanti delle città di Amsterdam, Firenze, Alessandria, Amaravati, Cartagena, Copenaghen, Kajjansi, Panama City, Poznan, Rotterdam, Semarang, Singapore, Tirana, Toronto, Varsavia, Leeuwarden, Gdynia, Mandalay, Wroclaw. 

Nel corso del Forum, l'assessore De Martin è intervenuto sulle problematiche dell'allagamento della Città antica, a causa del fenomeno dell'alta marea, e del rischio idraulico conseguente alle alluvioni in terraferma, illustrando le misure che la città di Venezia sta adottando ed implementando per cercare di far fronte ai cambiamenti climatici.

L'assessore ha poi preso parte, con i rappresentanti politici delle altre città che hanno partecipato al Forum, ad una tavola rotonda nella quale si sono individuate e discusse le sfide e le nuove prospettive che le città devono perseguire per poter far fronte ai cambiamenti climatici e alle problematiche connesse nel modo migliore possibile.

"L’ambiente – ha commentato De Martin - è una delle priorità da affrontare in tempi brevi per tutte le comunità locali, consapevoli di condividere sfide di carattere planetario. Molti degli eventi estremi climatici e meteorologici che si manifestano nel nostro territorio hanno cause globali. Da qui l’importanza di condividere scelte strategiche su grande scala: in tale ambito, Venezia ha un importante ruolo come simbolo mondiale di resilienza. 

Negli ultimi anni, la nostra area metropolitana è stata colpita da eventi prima impensabili, basti pensare al tornado della Riviera di luglio 2015 o al fortunale abbattutosi al Cavallino l’agosto scorso, senza scordare allagamenti a seguito di piogge intense: avvenimenti che ci rammentano la necessità sia di porre in essere tutte le opere infrastrutturali per ridurrne l’impatto, sia di informare e formare adeguatamente la popolazione a gestire situazioni di emergenza climatica.

La rete di allerta e di avviso per le maree, l’esperienza ed il lavoro del Centro Maree, i piani di intervento delle Forze dell’Ordine e della Protezione Civile per il rischio ambientale e industriale, la gestione quotidiana di una città che da sempre convive con l’acqua, sono solo alcune delle expertise che Venezia ha messo a disposizione delle altre città che stanno programmando interventi similari a tutela dei propri residenti.

L’incontro è stato occasione per promuovere lo sviluppo del nostro territorio dell’area di Porto Marghera, non solo dal punto di vista delle bonifiche, ma anche per il rilancio economico e occupazionale. 

Voglio ringraziare – ha concluso l’assessore -  l’ambasciatore italiano in Olanda Andrea Perugini, per essersi reso disponibile a proseguire la promozione e valorizzazione della nostra città e il dottor Chris Schoenmakers, addetto economico dell’ambasciata olandese in Italia, per aver seguito nel miglior modo da vicino in questi giorni le relazioni istituzionali tra la città di Venezia e le altre realtà del mondo”.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top