Presentata a Ca' Farsetti la maxi esercitazione "Scirocco 2018". L'assessore D'Este: "La nostra Protezione Civile sarà sempre più pronta a intervenire in tutti gli scenari d'emergenza"

Le locandine dell'esercitazione e l'assessore D'Este
 

Presentata a Ca' Farsetti la maxi esercitazione "Scirocco 2018". L'assessore D'Este: "La nostra Protezione Civile sarà sempre più pronta a intervenire in tutti gli scenari d'emergenza"

11/10/2018

Esercitazioni in tutto il territorio comunale, simulando numerosi scenari di rischio in cui saranno occupati, tra gli altri, gli uomini della Protezione civile del Comune di Venezia e i Carabinieri del 4° battaglione "Veneto". E' stata presentata questa mattina a Ca' Farsetti l'esercitazione distrettuale di Protezione civile "Scirocco 2018", in programma sabato 13 ottobre a partire dalle 7.30 . Alla conferenza stampa è intervenuto l'assessore alla Protezione civile e Sicurezza urbana, Giorgio D'Este, assieme ai rappresentanti provinciali dell'Arma, tra cui il comandante del 4° Battaglione "Veneto", tenente colonnello Giovanni Occhioni, e il comandante del Nucleo di tutela Patrimonio culturale di Venezia, maggiore Christian Costantini. Sono intervenuti anche i dirigenti delle strutture operative di Protezione Civile comunali.

Obiettivo dell'attività è la verifica sia delle procedure operative già previste dalla pianificazione comunale di emergenza, sia delle nuove recentemente concordate con il Comando provinciale dei Vigili del fuoco e con il Consorzio di bonifica Acque Risorgive. "Concentreremo la nostra attenzione su ogni passaggio - ha dichiarato l'assessore D'Este - questa operazione consentirà di lavorare ancora di più di squadra tra i vari Enti per rispondere alle emergenze che si potrebbero verificare nel nostro territorio. Devo ringraziare tutti coloro che si sono impegnati per l'organizzazione dell'esercitazione - ha continuato l'assessore - ma sopratttutto l'Arma dei Carabinieri, che ha permesso di dar vita a un'attività 'fuori dagli schemi' che non è mai stata vista prima nel Veneziano. E' la dimostrazione che realtà diverse possono cooperare per raggiungere obiettivi comuni. Voglio sottolineare anche - ha concluso D'Este - l'attenzione che questa Amministrazione ha posto nel settore della Protezione Civile, anche intervenendo sostituendo i mezzi più vetusti. Renderemo la nostra macchina sempre più in grado di intervenire negli scenari più disparati".

L'esercitazione simulerà la presenza di una forte e prolungata perturbazione con abbondanti precipitazioni, sviluppandosi nella mattinata nelle seguenti attività:

- l'allestimento di un campo base al parco di San Giuliano, a cura del 4° Battaglione carabinieri "Veneto". La struttura, "gemellata" con quella della Protezione Civile, sarà visitabile anche dalla popolazione che potrà osservare da vicino alcuni elicotteri dell'Arma;
- la messa in sicurezza idraulica di alcune aree della terraferma veneziana, del Lido di Venezia, di Murano e di Sant'Erasmo. Saranno simulati rischi di esondazione e la caduta di alberi a terra;
- lo sfollamento della sede degli scout di Marghera, poiché dichiarata inagibile, e l'accoglienza dei cittadini al campo base di San Giuliano;
- la messa in sicurezza di alcuni beni culturali dopo allagamenti nella chiesa mestrina del Corpus Domini, il tutto grazie alla collaborazione della Curia di Venezia;   
- l'assistenza ed il soccorso in laguna dopo lo scontro tra due natanti con recupero di un paio di naufraghi (tra cui un ferito) e ripristino delle condizioni di sicurezza della navigazione;
- la ricerca di persone scomparse a Forte Gazzera e al Bosco di Franca, anche con l'aiuto delle unità cinofile;
- l'approntamento di un sistema per la trasmissione via radio o via Internet delle immagini provenienti dagli scenari operativi e per le comunicazioni radio in emergenza.

L'intera esercitazione vedrà la partecipazione di quasi 250 volontari appartenenti ai Gruppi comunali di Protezione Civile e alle associazioni di volontariato del Distretto del Veneziano e saranno coordinate dalla Sala operativa unificata 115-118-Protezione Civile istituita nella sede del Comando provinciale dei Vigili del fuoco, oltre che dal Centro operativo comunale situato nella sede del Servizio di Protezione Civile di via Lussingrande.

Al parco di San Giuliano (nella zona del pattinodromo) e in piazza Ferretto saranno allestiti alcuni stand informativi, con la possibilità di iscriversi e diventare volontario di Protezione Civile. I materiali sono stati curati sempre dal Servizio comunale di Protezione Civile e dall'Arma dei Carabinieri, i cui militari del Comando provinciale saranno impegnati nell'esercitazione assieme ad aliquote di reparti speciali (Nas, Noe, Tpc, Nil, Nucleo elicotteri e Nucleo Carabinieri Cites) in attività di competenza specifica come verificare la sicurezza di alcuni siti produttivi o attività commerciali. In contemporanea saranno coinvolti anche operatori Arpav che, in accordo con l'Ente Zona Industriale, opereranno nell'ambito della simulazione di un intervento di messa in sicurezza di un impianto industriale.

"A San Giuliano sarà somministrato alla popolazione un questionario sulla percezione della presenza di eventuali elementi di rischio nel nostro territorio - ha spiegato il dirigente del settore Protezione civile del Comune, Valerio Collini - in questo modo miglioreremo la nostra attività informativa. Il pubblico potrà visitare gli stand e dialogare con i volontari, tanto più che ci saranno punti d'informazione anche in piazza Ferretto con immagini in diretta e in differita delle operazioni. Testeremo - ha concluso - la nostra capacità d'attuazione dei piani d'emergenza, l'idoneità dei mezzi in dotazione, la capacità operative dei volontari e l'eventuale fruibilità di strutture strategiche in situazioni d'emergenza". Alle 12.30 al campo base, inoltre, i saluti istituzionali e il pranzo preparato dalla cucina da campo del 5° Reggimento Carabinieri "Emilia-Romagna".

Parallelamente, tra sabato 13 e domenica 14 ottobre, avrà luogo anche l'ottava edizione della manifestazione nazionale "Io non rischio", che punta a informare la popolazione sulle buone pratiche per ridurre il rischio sismico e di alluvioni. In piazza Ferretto, in entrambe le giornate dalle 9 alle 19, saranno presenti stand ad hoc attraverso cui sabato i volontari di Protezione Civile (opportunamente "formati per informare") forniranno nozioni e consigli per prevenire il rischio di alluvioni. Domenica, invece, in collaborazione anche con i colleghi volontari di Protezione Civile di Pianiga e di Spinea, si spazierà anche al rischio sismico. Il 14 ottobre saranno allestite due tende attorniate da uno scenario verosimile d'emergenza e, in più, scatterà una caccia al tesoro in 6 tappe che permetterà ai partecipanti di scoprire tracce degli eventi alluvionali passati nel centro mestrino. Anche in questo caso, in entrambe le giornate, sarà possibile iscriversi ai gruppi di volontariato di Protezione Civile.

"A questa iniziativa hanno collaborato anche gli infermieri volontari di Cives Onlus - ha spiegato Nicola Ligi, rappresentante distrettuale dei gruppi di volontariato di Protezione Civile - Proprio per spingere il piede sull'acceleratore in tema di cultura della prevezione saranno presenti 6 classi dell'istituto "Bruno Franchetti" che in mattinata visiteranno il campo base di San Giuliano e le strutture di piazza Ferretto. Per i nostri volontari è uno sforzo imponente che ormai si sta rinnovando con cadenza quasi annuale, a dimostrazione che la volontà è di essere pronti e preparati in caso di ogni emergenza che potrà interessare il nostro territorio".

Di seguito gli Enti, le strutture operative e le organizzazioni di volontariato che parteciperanno all'esercitazione:

Ministero della Difesa - Arma dei Carabinieri:
- 4° Battaglione Carabinieri "Veneto"
- 5° Reggimento Carabinieri "Emilia-Romagna"

Ministero della Difesa - Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Arma dei Carabinieri:
- Nucleo operativo ecologico Carabinieri Treviso

Ministero della Difesa - Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali - Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Arma dei Carabinieri
- Nucleo investigativo di Polizia ambientale, agroalimentale e forestale e Nucleo Carabinieri Cites del Gruppo Carabinieri forestale di Venezia

Ministero della Difesa - Ministero della Salute - Arma dei Carabinieri
- Nucleo Carabinieri antisofisticazioni e Sanità di Treviso

Ministero della Difesa - Ministero per i Beni culturali - Arma dei Carabinieri
- Nucleo Carabinieri Tutela patrimonio culturale di Venezia
- Soprintendenza archeologia, Belle arti e Paesaggio per il Comune di Venezia

Ministero dell'Interno - Corpo nazionale dei Vigili del fuoco - Comando provinciale di Venezia
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Direzione Marittima di Venezia - Capitaneria di Porto di Venezia
Arpav - Direzione tecnica - Servizio osservatorio Grandi rischi
Azienda Ulss 3 "Serenissima" - Dipartimento Emergenza Urgenza - Suem 118
Consorzio di Bonifica "Acque Risorgive"
Comune di Venezia - Settore Protezione Civile, Rischio industriale e Centro previzione e segnalazione maree
Comune di Venezia - Polizia Locale
Comune di Venezia - Gruppo comunale di volontari di Protezine Civile
Comune di Venezia - Servizio comunicazione istituzionale

Di seguito le associazioni di volontariato di Protezione Civile:

- Associazione Nucleo Protezione Civile Lido di Venezia;
- Associazione Unità cinofila Soccorso San Marco;
- Ari - Associazione radioamatori italiani - Sezioni di Venezia e Mestre;
- Cngei - Corpo nazionale Giovani esploratori italiani Venezia;
- Discovery Dogs;
- Guardia Costiera ausiliaria;
- Croce Verde Venezia Mestre - volontari di soccorso;
- Federazione interprovinciale dell'Associazione nazionale Carabinieri - Protezione Civile di Treviso, Belluno e Venezia

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top