Bilancio consolidato 2017: diminuisce ulteriormente il debito. Zuin: "In tre anni lo abbiamo abbassato di oltre 56 milioni di euro riportando in utile il bilancio"

Il grafico che mostra il trend positivo del bilancio consolidato
 

Bilancio consolidato 2017: diminuisce ulteriormente il debito. Zuin: "In tre anni lo abbiamo abbassato di oltre 56 milioni di euro riportando in utile il bilancio"

27/09/2018

La Giunta comunale, su proposta dell’assessore al Bilancio Michele Zuin, ha approvato il bilancio consolidato del Gruppo della Città di Venezia per l’anno 2017. Il risultato economico attesta il trend positivo degli ultimi due anni, passando da un valore negativo di - 12.261.272 euro del 2015 (era di – 76.335.615 euro nel 2014), ai 75.294.488 (di cui 8.428.643 euro di terzi) dello scorso anno. Un risultato che mette nero su bianco il riequilibrio dei conti che ha interessato, in primis, il Comune e il Casinò.

Margine operativo e indebitamento

In linea con il trend positivo evidenziato dal risultato del Gruppo, di pari passo risulta l’andamento negli ultimi tre esercizi del margine operativo, che è passato dai 36 milioni di euro del 2015 agli oltre 82 del 2017, con un incremento di oltre 33 milioni rispetto al 2016. Per quanto riguarda, invece, l’indebitamento a medio-lungo termine, si è registrata nel corso del 2017 un'ulteriore riduzione a quota 743.695.971 euro, quasi 17 milioni in meno rispetto al 2016.

"Politica del buon padre di famiglia"

“L' Amministrazione Brugnaro la dimostriamo anche con i conti alla mano – commenta l'assessore Zuin -. Nel 2015, quando ci siamo insediati, non esisteva alcun bilancio consolidato di tutto il Gruppo della Città di Venezia. Grazie all’impegno dei nostri uffici, così da evitare di dover chiedere la consulenza di alcun esperto esterno, è stato elaborato un programma ad hoc per la sua realizzazione. I dati del 2014 ci dicevano che il nostro punto di partenza debitorio segnava – 799 milioni di euro e un risultato di esercizio negativo per oltre 76 milioni: un vero e proprio profondo rosso dal quale, anno dopo anno, gestendo le finanza con l’ottica del buon padre di famiglia, stiamo risalendo. I dati del 2015, quindi dopo appena 6 mesi di amministrazione, ci dicevano che avevamo abbassato il debito a - 770 milioni di euro, e, dopo un anno, a fine 2016, eravamo arrivati a quota -760. Il 2017, infine, ci ha dimostrato che la strada percorsa era quella giusta. A metà mandato siamo, quindi, riusciti a ridurre il debito di oltre 56 milioni di euro senza intaccare i servizi alla cittadinanza, le opere pubbliche, le manutenzioni, e tutte quelle iniziative che costantemente portiamo avanti in città. Il tutto senza penalizzare gli investimenti che è stato possibile realizzare grazie alle generazione di risorse proprie e alla ricerca di finanziamenti. Parimenti, anche il risultato di esercizio è stato portato con segno positivo. Non parole, ma fatti concreti – conclude Zuin - perché obiettivo della giunta Brugnaro non è solo quello di non aumentare il debito rispetto a quello che abbiamo trovato, ma è continuare a diminuirlo, perché questo non debba gravare sulle spalle delle future generazioni”.

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top