Polizia municipale: denunciato il responsabile di un incidente alla guida di un'autovettura con la targa alterata

Auto della PM
 

Polizia municipale: denunciato il responsabile di un incidente alla guida di un'autovettura con la targa alterata

20/04/2017

Durante le ordinarie attività di redazione degli atti e di ricostruzione di un incidente avvenuto il mese scorso lungo la rotatoria compresa tra le vie Caravaggio e Bella, nei pressi della sede dell'Enel a Zelarino, l'attenzione degli operatori del Reparto motorizzato Sicurezza stradale si è concentrata, come di consueto, sul fascicolo contenente le fotografie scattate nel corso dei rilievi effettuati sul luogo del sinistro, nel quale erano rimaste coinvolte una Fiat Panda condotta da una signora mestrina di 78 anni e una Volkswagen‎ Golf di proprietà di un cittadino macedone residente a Mira e condotta dal figlio ventiquattrenne, che aveva provocato l'incidente a causa dell'eccessiva velocità alla quale stava viaggiando.

Consapevoli che dagli elementi alfanumerici componenti le targhe italiane è esclusa la lettera “O” (così come “I”, “U” e “Q”, allo scopo di non confonderle con i numeri zero ed uno), gli operatori hanno notato che invece, nelle fotografie dei veicoli coinvolti scattate subito dopo l'arrivo sul luogo dell'incidente, l'ultima lettera delle targhe anteriore e posteriore della Golf risultava essere proprio una “O”. Inoltre, nelle ulteriori fotografie della stessa autovettura, eseguite dopo soli tre minuti dalle prime, la “O” risultava chiaramente essere stata sostituita da una “C”, segno evidente che qualcuno, in quel breve intervallo di tempo, aveva tentato di porre rimedio alla manomissione, resa evidente dopo il controllo di prassi effettuato dagli agenti sui dati contenuti nei documenti di circolazione richiesti ai conducenti coinvolti.

Convocato nei giorni seguenti negli uffici del Reparto motorizzato, il giovane non ha saputo fornire spiegazioni convincenti ed è stato denunciato per aver circolato con una targa alterata, in violazione all'art. 489 del Codice penale, e dell'art. 100 del Codice della strada che, in particolare, prevede la confisca della targa ed il fermo del veicolo.

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top