Libertà di espressione dei cittadini: una precisazione dell’Amministrazione comunale

Leone alato con logo Comune
 

Libertà di espressione dei cittadini: una precisazione dell’Amministrazione comunale

27/03/2017

Non è assolutamente vero che il Comune di Venezia impedisca la libertà di espressione ai cittadini ed è falso sostenere, come riporta Gianluca Busato sul suo profilo Facebook, che a bloccare il comizio in Piazza Ferretto a Mestre sia il capo di Gabinetto del Sindaco, Morris Ceron.

“Busato – spiega il comandante della Polizia Locale Marco Agostini – ha inoltrato agli uffici preposti una semplice mail di preavviso nella quale annunciava l’intenzione di tenere un comizio di carattere politico in Piazza Ferretto a Mestre senza però allegare le planimetrie e l’inquadramento della manifestazione necessari per ottenere il via libera all’evento. Inoltre, va sottolineato che, prima di rilasciare il nulla osta alla manifestazione si sarebbe dovuta accertare la possibile concomitanza con l’indizione di eventuali comizi elettorali.

Accertato che, al momento, questa condizione non si dovrebbe verificare, nei prossimi giorni  manderemo a Busato, come da prassi, una mail nella quale si chiedono le integrazioni necessarie alla domanda. Al contempo voglio ribadire con forza che il diritto di manifestare è costituzionalmente garantito e, né il sottoscritto né tantomeno il capo di Gabinetto del Sindaco, hanno voluto lederlo. Se Busato – conclude Agostini – avesse chiamato per chiedere informazioni in merito alla domanda presentata gli avremmo spiegato le ragioni che impedivano una risposta in tempi più rapidi come facciamo con tutti i cittadini”.

 

Venezia, 27 marzo 2017

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top