La presidente Damiano all'Ospedale dell'Angelo per l'inaugurazione dei nuovi pannelli decorativi nei reparti dedicati alle donne

I nuovi pannelli decorativi della Breast Unit all'ospedale dell'Angelo
 

La presidente Damiano all'Ospedale dell'Angelo per l'inaugurazione dei nuovi pannelli decorativi nei reparti dedicati alle donne

20/03/2017

Colori intensi e vivaci, scene di riposo e di svago immerse nella natura che regalano serenità a chi le guarda: sono un inno alla donna e a Venezia i nuovi pannelli decorativi installati nelle sale d'attesa della Breast Unit e del reparto di Ginecologia-Ostetricia dell'Ospedale dell'Angelo di Mestre. A presentare il progetto, promosso dalla Presidenza del Consiglio del Comune di Venezia nell'ambito di “Marzo donna 2017”, in collaborazione con l'Ulss 3 Serenissima e l'associazione “Il Centro dell'arte”, che ha realizzato i pannelli, sono stati questa mattina, nella sede del nosocomio mestrino, la presidente del Consiglio comunale di Venezia, Ermelinda Damiano, il direttore generale dell'Ulss 3 Serenissima, Giuseppe Dal Ben, il primario di Ostetricia e Ginecologia e il direttore della Breast Unit dell'Ospedale dell'Angelo, rispettivamente Tiziano Maggino e Guido Papaccio, e Maurizio Favaretto, presidente de “Il Centro dell'arte”. Presenti inoltre l'assessore comunale alle Attività produttive, Francesca Da Villa, la presidente della Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt) - sezione di Venezia, Mariagrazia Cevolani, le consigliere comunali Chiara Visentin e Barbara Casarin, le consigliere della Municipalità di Chirignago Zelarino Lucia Chiavegato e Luisa Rampazzo.

Come ha spiegato Papaccio l'idea dei pannelli è stata ispirata dal progetto avviato dalla Lilt per rendere più accogliente l'area dell'ospedale dedicata alle donne, che lo scorso ottobre ha portato all'abbellimento del corridoio d’attesa della Radioterapia oncologica. “Non è solo un fatto estetico – ha aggiunto Maggino – ma un modo efficace per creare un'atmosfera che aiuti le pazienti e gli operatori sanitari a vivere meglio”. Sull'importanza di iniziative che contribuiscano a rendere più gradevole lo stare in ospedale si è soffermato anche Favaretto: “qui ci si prende cura del corpo, ma serve anche elevare lo spirito, e l'arte può aiutare a raggiungere questo obiettivo”. “Per combattere un nemico come il tumore – gli ha fatto eco Cevolani – serve serenità e un ospedale più bello contribuisce a rendere più sopportabili le cure”.

“Al mondo delle donne – ha sottolineato Damiano – il Comune di Venezia dedica una grande attenzione, promuovendo iniziative come 'Ottobre rosa', l'ormai consueta campagna di prevenzione del tumore al seno, 'Novembre donna”, con tante occasioni di riflessione sul drammatico tema della violenza contro le donne, e 'Marzo donna', un intero mese di appuntamenti dedicati all'universo femminile per ribadire che su temi così importanti serve un'opera di sensibilizzazione costante e non limitata ad alcune giornate”. “Mi auguro - ha concluso Damiano - che la collaborazione con Ulss 3, con la quale il Comune sta operando in sintonia già da tempo, e con le associazioni del territorio, prosegua e si accresca nel tempo: lavorando insieme si ottengono risultati migliori per il bene della città”.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top