Domenica 2 aprile la 39. Su e Zo per i ponti di Venezia: il Comune punta a renderla sempre più sostenibile

Locandine e programma della Su e Zo 2017
 

Domenica 2 aprile la 39. Su e Zo per i ponti di Venezia: il Comune punta a renderla sempre più sostenibile

28/03/2017

Per gli organizzatori è quasi tutto pronto, anche se gli ultimi giorni sono i più frenetici: Venezia si prepara ad accogliere ben 13mila persone per la 39. edizione della “Su e Zo per i ponti di Venezia”, in programma domenica 2 aprile, puntando però sulla sostenibilità, sia durante l'evento (i volontari coadiuveranno Veritas nella raccolta dei rifiuti), che nel corso della permanenza dei partecipanti in città.

L'Assessorato comunale al Turismo ha infatti ideato 12 'deviazioni di percorso': si tratta di un vero e proprio detour in tutti i sestieri, alla ricerca dei luoghi meno conosciuti, tutti scaricabili dalla Suezo app, e sei stampati anche sulla mappa della Su e Zo. Una proposta importante, dato la manifestazione rientra nell'Anno internazionale del Turismo sostenibile per lo Sviluppo, indetto dall'Onu per il 2017, e ha inoltre ricevuto il patrocinio del WTO, l'Organizzazione mondiale del Turismo delle Nazioni Unite. Oltre agli itinerari, l'Assessorato ha anche coinvolto diverse realtà museali della città, con l'obiettivo di far conoscere i suoi tesori. La Fondazione Musei Civici, dal 31 marzo al 2 aprile, garantiranno agli iscritti alla Su e Zo un prezzo ridotto per visitare Ca' Rezzonico, Palazzo Mocenigo, Casa Goldoni, Ca' Pesaro, e i Musei di Storia naturale, del Vetro di Murano e del Merletto di Burano. Gli iscritti potranno anche visitare gratuitamente il Museo e le Sinagoghe, grazie ad un acoordo con il Museo Ebraico, e avranno la possibilità di entrare eccezionalmente nel Giardino Mistico dei Frati Carmelitani Scalzi e di visitarlo (con biglietto ridotto) con tour accompagnati da guide, nel pomeriggio di domenica 2 aprile. Infine, la Su e Zo coincide quest'anno con l’iniziativa ministeriale #DomenicalMuseo, che prevede l'ingresso gratuito ai musei statali, tra cui il Museo di Palazzo Grimani, incluso in uno degli itinerari proposti.

Per quanto riguarda il percorso, anche quest'anno sarà possibile scegliere tra quello “completo” di 13 km e 48 ponti, con partenza e arrivo in Piazza San Marco, e quello “breve” di 6,5 km con 22 ponti, con partenza dal Piazzale della Stazione S. Lucia e arrivo in Piazza S. Marco, anche se la distinzione non è necessariamente netta. Tra le novità del tracciato il fatto che toccherà i Giardini della Biennale a Castello, Campo San Giacomo dall’Orio nel cuore di Santa Croce, ma anche Punta della Dogana e il Teatro La Fenice. Un inedito anche tra i punti di ristoro: uno sarà posto in Campo Santo Stefano, mentre gli altri due saranno allestiti in Campo Campo S. Francesco della Vigna e all'interno dell'area dell'Autorità di Sistema portuale, dove si terrà anche un concerto organizzato in collaborazione con l'Hard Rock Cafe.

Infine, tra le iniziative speciali, tornano poi i premi “Scrivi a Venezia”, realizzato su iniziativa e in collaborazione con la Municipalità di Venezia Murano Burano, “Corto in corsa”, grazie all'associazione Amici del Pasinetti, e “Gruppi Folk”.

La Su e Zo per i ponti nasce e continua ad essere però fondamentalmente una corsa solidale, infatti i ricavati andranno in parte, per il quarto anno consecutivo, alla comunità salesiana che ha scelto di rimanere in Siria (in particolare a quella di Damasco) e in parte alle scuole che partecipano con più di 100 iscritti.

Informazioni su iscrizioni, costi e gadget su www.suezo.it o sui canali social.

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top