Al Comune di Venezia la gestione del numero verde antitratta e la realizzazione di progettualità contro la tratta e lo sfruttamento lavorativo e sessuale delle persone

Numero verde antitratta 800290290
 

Al Comune di Venezia la gestione del numero verde antitratta e la realizzazione di progettualità contro la tratta e lo sfruttamento lavorativo e sessuale delle persone

07/02/2017

La Presidenza del Consiglio dei Ministri si affida al Comune di Venezia per combattere la tratta e lo sfruttamento lavorativo e sessuale.

La Giunta comunale ha infatti approvato l’accordo con il Dipartimento Pari Opportunità per la gestione diretta da parte del Comune del numero verde nazionale in aiuto alle vittime di tratta per il 2017.

L’impegno del Comune di Venezia sul fronte della lotta alla tratta e allo sfruttamento è ormai consolidato ma recentemente ha visto l’Ente ancora più coinvolto. Dal 2007 il numero verde anti-tratta è affidato a Venezia e dall'1 settembre 2016 il Comune di Venezia è capofila del progetto regionale Veneto sulla tratta denominato NAVe (Network Antitratta Veneto).

L'accordo con il Dipartimento ha affidato al Comune di Venezia anche il delicato compito accompagnare, nel 2017, i territori italiani su cui non agiscono progetti di emersione, assistenza e integrazione sociale. Tali attività saranno finanziate da risorse statali per una cifra complessiva di 500mila euro.

Il numero verde nazionale – 800 290 290 – opera 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno e offre un'immediata risposta, tramite i 18 progetti anti-tratta sparsi nel territorio nazionale italiano, alle vittime di tratta e alle Forze dell’Ordine che intercettano persone potenzialmente vittime di grave sfruttamento.

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top