Anticorruzione e trasparenza: la Giunta comunale vara un provvedimento per migliorare la Governance del gruppo “Città di Venezia”

Esterno di Ca' Farsetti
 

Anticorruzione e trasparenza: la Giunta comunale vara un provvedimento per migliorare la Governance del gruppo “Città di Venezia”

01/01/2017

La Giunta comunale, su proposta dell'Assessore al Bilancio e alle Società partecipate Michele Zuin, ha approvato il Codice di comportamento dei rappresentanti del Comune di Venezia nominati o designati in società, enti o istituzioni soggette a controllo da parte dell'Amministrazione comunale e il Protocollo di legalità in materia di prevenzione della corruzione e della trasparenza da sottoscrivere con le società controllate.

Il provvedimento è volto ad assicurare una più efficace attività di prevenzione e di contrasto della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione intervenendo in chiave preventiva e a migliorare la governance del gruppo “Città di Venezia”.

In particolare l'articolo 8 del codice di comportamento “Responsabilità degli amministratori” stabilisce che qualora il Comune di Venezia ritenga che la società o l'Ente partecipato non abbia eseguito o non stia eseguendo la gestione in conformità agli atti programmatori e/o alle eventuali autorizzazioni assembleari potrà porre in essere tutti gli atti che riterrà più opportuni per tutelare l'organismo partecipato e gli interessi del Comune, inclusa la potenziale revoca per giusta causa degli amministratori.

Significativo anche il valore del protocollo di legalità, frutto di una collaborazione fattiva con le società partecipate. Tra le novità del documento la realizzazione di forme di audit esterno, in funzione di deterrenza, attraverso la realizzazione di banche dati alimentate dall'Amministrazione e dalle società aderenti; l'individuazione di sistemi di contrasto agli sprechi e alla diffusione di “buone pratiche”, con un monitoraggio costante delle attività e dei tempi; la rotazione del personale, tenendo conto della dimensione della società, dei servizi gestiti e degli organici disponibili; la necessità di rendicontare al Comune il livello di raggiungimento dei risultati in relazione agli obiettivi assegnati dando evidenza della quota parte di retribuzione variabile erogabile.

Soddisfazione è stata espressa dall'assessore Michele Zuin che ha affermato: “abbiamo varato un altro provvedimento che rafforza il controllo sulle società partecipate da parte del Comune di Venezia nell'ottica di migliorare l'efficienza delle società stesse e quindi del gruppo 'Città di Venezia'”.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top