"Non troverai altro luogo" di Marilia Mazzeo in Biblioteca VEZ

Marilia Mazzeo e il suo libro Non troverai altro luogo
 

"Non troverai altro luogo" di Marilia Mazzeo in Biblioteca VEZ

17/10/2018

Marilia Mazzeo, scrittrice veneziana, presenterà il libro Non troverai altro luogo, L’iguana editrice, mercoledì 17 ottobre alle ore 18.00

 È il ritratto di famiglia della borghesia torinese al giorno d'oggi: la madre Elena, 67 anni, violinista, il padre Manlio, 69 anni, professore di liceo e studioso di lingue morte, la figlia Marta, 40 anni, impiegata, e il figlio Carlo, 42 anni, progettista di interni. Quest'ultimo è scomparso: ha perso il lavoro ed è partito per cercarne un altro, è andato pellegrinando da una città all'altra, da un impiego all'altro, ma nell'ultimo anno ha smesso di dare notizie a casa e di rispondere al telefono. La famiglia Spinardi è spaccata: da un lato i genitori appartenenti a una generazione che ha scelto liberamente la propria vita, che ritiene fondamentale realizzarsi e sfruttare il proprio talento e gli studi compiuti dedicandosi a un'occupazione prestigiosa; dall'altro i figli che, già quarantenni, provati da una serie di esperienze difficili e deludenti, hanno ormai perso le speranze di potersi dedicare a quello che sognavano, quello per cui erano tagliati, e si arrabattano alla meno peggio per tirare avanti. Tra genitori e figli regna una sofferta incomprensione. La storia comincia quando la madre incontra un vecchio amico che non vedeva da tempo e che sarebbe disposto a offrire un buon lavoro a Carlo. È necessario perciò ritrovarlo al più presto, senza più contare sull'aiuto dei carabinieri. Elena si mette dunque in viaggio attraverso il Norditalia ripercorrendo le rare tracce lasciate dal figlio, investigando sui pochi indizi di cui dispone, incontrando le persone che l'hanno conosciuto negli ultimi anni. Durante il viaggio, tra memorie, riflessioni e sogni che ripercorrono e illustrano la storia della famiglia, Elena incontrerà molte persone, genitori e figli, che le racconteranno la propria storia, costituendo quasi un affresco corale che descrive l'attuale crisi del lavoro e le sue conseguenze nella vita di giovani e meno giovani. Alla fine ritroverà suo figlio, a Venezia, ma imprevedibilmente trasformato. In chiusura i personaggi si ritrovano insieme sull'isola di Lio Piccolo, dove Carlo si è “impantanato” in una sorta di impasse professionale e esistenziale, e dove tutti i conflitti troveranno espressione, ma non soluzione.

Tra le ultime pubblicazioni dell’autrice Parigi di periferia, edizioni EL; La ballata degli invisibili, edizioni Frassinelli.

ingresso libero fino ad esaurimento posti, da via Querini.

La rassegna Autori, Autrici a km0

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top