PalaPlip - nuova concessione alla ditta "Il Me.Sto.Lo."

palaplip
 

PalaPlip - nuova concessione alla ditta "Il Me.Sto.Lo."

18/09/2018

Con bando di gara il PalaPlip di via S. Donà a Carpenedo - ex centrale del latte di Mestre - è stato dato in concessione a far data dal 1° agosto 2018 per un periodo di nove anni alla ditta il Me.Sto.Lo. Cooperativa Sociale, con sede legale in viale Ancona n. 26 - Mestre. Nella nuova concessione è stato previsto che l’immobile e le relative aree di pertinenza, compreso l’immobile con civico 195a (ex-guardiola), saranno destinati a sviluppare i seguenti principi:

Promozione della filiera corta

La filiera corta è riconosciuta come scelta strategica per favorire l'economia locale, preservare colture e culture locali, stimolando la produzione di alimenti di qualità. La vendita diretta valorizza il ruolo di presidio ambientale del territorio dei produttori locali, consente il contenimento dei prezzi dei prodotti alimentari, nonché il controllo e la conoscenza tra consumatori e produttori. Favorendo le produzioni del territorio si sostiene maggiormente la stagionalità dei prodotti, incrementando la consapevolezza dei consumatori e favorendo il rispetto dell’ambiente.

Sostegno dell’agricoltura sociale.

Una forma di agricoltura sostenibile svolta dalle fattorie sociali, integrata dalla realizzazione di servizi culturali, assistenziali, riabilitativi, terapeutici, formativi, occupazionali, a favore di soggetti svantaggiati presso le aziende agricole, in collaborazione con istituzioni pubbliche ed il terzo settore. Attraverso il sostegno delle fattorie sociali e l’acquisto dei loro prodotti vengono sostenuti i progetti di inserimento lavorativo ed integrazione sociale svolti in collaborazione con Ulss e Comune, rivolti ai cittadini richiedenti asilo, minori non accompagnati, inoccupati, disabili.

Contrasto allo spreco

La riduzione dello spreco alimentare è in linea con i principi del Milan Urban Food Policy Pact, cui il Comune di Venezia ha aderito nel 2015. Attraverso questo accordo si promuovono politiche ed azioni di contrasto allo spreco supportando l’iniziativa dell’Emporio Solidale di Mestre con il recupero delle eccedenze del mercato, svolgendo la raccolta differenziata degli imballaggi, riducendo il numero di sacchetti di plastica, promuovendo a prezzi ridotti l’acquisto della merce vicina alla data di scadenza o con la politica del “brutti ma buoni”.

Progettualità di rete

L’Adesione alle reti cittadine che si occupano di stili di vita sani e sostenibili, di percorsi di educazione ai consumi e della promozione di gruppi di acquisto è un elemento fondamentale per garantire un impatto significativo di queste azioni sulla cittadinanza. Analogamente l’adesione ai progetti del territorio per il recupero delle eccedenze alimentari e per lo sviluppo degli empori solidali è fondamentale per garantire, nella logica della sussidiarietà, forme di aiuto alle persona in situazione di povertà.

Promozione degli inserimenti lavorativi di soggetti svantaggiati

Attivazione di percorsi di sostegno e promozione dell’inclusione sociale quali l’accompagnamento a misure di inserimento lavorativo, stage formativi previsti in progetti dell’amministrazione comunale. Si auspica ove possibile, di inserire le persone in situazione di svantaggio sociale in attività e mansioni coerenti alla gestione del mercato.

Apertura dello spazio alla cittadinanza

Rotazione dei soggetti espositori, organizzazione di eventi promozionali della filiera agro-alimentare locale, promozione dei prodotti tipici e delle eccellenze del territorio e realizzazione di percorsi promozionali e di formazione garantirà la massima fruibilità dello spazio. La cittadinanza nelle diverse fasce orarie della giornata può accedere agli edifici per godere delle proposte socio-culturali organizzate all’interno".

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top