L'assessore Venturini all'evento di chiusura del progetto “Turismo sociale ed inclusivo nel litorale veneto 2018”

Equipaggi, assessori e venturini
 

L'assessore Venturini all'evento di chiusura del progetto “Turismo sociale ed inclusivo nel litorale veneto 2018”

14/09/2018

Sono partiti da Caorle ieri pomeriggio a bordo di una barca a vela accompagnati da skipper esperti, hanno raggiunto Jesolo dove li ha affiancati, in una sorta di staffetta, una seconda barca a vela con altre persone disabili a bordo, fino ad arrivare all'Isola di San Giorgio, a Venezia. Dopo sette ore di navigazione gli equipaggi, formati da persone con disabilità sono arrivati a destinazione, felici ed entusiasti per l'esperienza vissuta.

E' giunto a conclusione il progetto “Turismo sociale e inclusivo nel litorale Veneto 2018”, promosso dall'assessorato al Turismo e ai Servizi sociali della Regione Veneto in collaborazione con l'Ulss 4.

Questa mattina, alla Compagnia della vela all'Isola di San Giorgio,  si è svolto l'evento conclusivo alla presenza, tra gli altri, dell'assessore alla Coesione sociale del Comune di Venezia Simone Venturini, degli assessori ai Servizi sociali e al Turismo della Regione Veneto Manuela Lanzarin e Federico Caner, del direttore generale dell'Aulss4 Carlo Bramezza e del presidente dell'associazione Uguali nel Vento Massimo Venturini.

Dopo la realizzazione di una spiaggia accessibile davanti all'ospedale di Jesolo, il progetto “Turismo sociale e inclusivo nel litorale Veneto 2018”, coordinato dalla Regione Veneto e finanziato con fondi ministeriali, con il coinvolgimento di 10 Comuni, tre direzioni sanitarie e numerose associazioni, si è dedicato quest'anno alla promozione di iniziative ricreative e sportive a beneficio dei turisti e dei residenti con disabilità verso il traguardo di una “sostenibilità umana del turismo”. L'obiettivo per il prossimo anno sarà invece quello di dedicarsi all'inclusione lavorativa

“Questo progetto - ha commentato l'assessore Venturini - è il frutto di un lavoro di squadra e rappresenta l'occasione di mostrare al mondo una faccia del Veneto che non è solo quella del turismo classico, ma anche quella del turismo inclusivo. Le nostre spiagge sono attrezzate per accogliere chiunque: per ogni età, capacità fisica, intellettiva e relazionale. Qualsiasi persona o associazione con i propri iscritti può arrivare a Venezia, Caorle, Bibione e sentirsi a casa, accolto e benvenuto. Il Veneto, che è una delle principali regioni turistiche italiane, deve saper offrire un volto bello, pulito, accogliente. E voi – ha sottolineato Venturini rivolto ai giovani - avete dimostrato come si possa abbattere qualsiasi pregiudizio e navigare per mare e per lagune con coraggio e capacità”.

Al termine dell'incontro i membri dei due equipaggi sono stati premiati con una bussola.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top