Dal 28 al 30 settembre al Parco Bissuola il musical “Seguimi”

un momento della conferenza stampa
 

Dal 28 al 30 settembre al Parco Bissuola il musical “Seguimi”

13/09/2018

    Dalle dipendenze (siano esse da droga, alcool, gioco), così come da malattie psicologiche devastanti come la depressione, si può venirne fuori, tornando a vivere pienamente la propria vita, a lavorare, a sposarsi. Questo il messaggio che vogliono lanciare 80 ragazzi, di 20 diverse nazioni che hanno vissuto queste esperienze e le hanno superate grazie all'aiuto della Comunità Cenacolo, con il musical “Seguimi” in programma nelle serate del 28-29 e 30 settembre, dalle ore 20.30, nel piazzale Divisione Acqui del Parco Albanese, a Carpenedo.

    L'iniziativa, realizzata dall’associazione “Credo”, in collaborazione con il Comune di Venezia, nell'ambito de “Le Città in Festa”, e il patrocinio della Diocesi di Venezia, è stata presentata questa mattina, al Municipio di Mestre, con una conferenza stampa a cui hanno preso parte l’assessore comunale al Turismo, Paola Mar, il presidente e il referente dell'associazione “Credo”, rispettivamente don Narciso Danieli e Roberto Pistolato.

    “Con questo musical – ha osservato l'assessore Mar – si può davvero dire che la Comunità comunica il suo messaggio col linguaggio universale dell'arte. Questi ragazzi si mettono doppiamente in gioco, da una parte raccontando la loro esperienza, e dall'altra cantando, recitando, ballando. Sono certa che chi assisterà allo spettacolo sarà testimone di un evento unico, emozionante e molto coinvolgente.”
 
    Parallelamente a questa iniziativa ne partirà una che coinvolgerà circa 700 studenti delle scuole di Mestre. Sabato mattina, lo spettacolo sarà infatti proposto ai ragazzi, e poi, nelle settimane seguenti, i giovani della Comunità Cenacolo andranno nei vari istituti per raccontare la loro esperienza diretta.

    La Comunità Cenacolo, fondata da suor Elvira Petrozzi, è una comunità cattolica che, utilizzando il lavoro e soprattutto la musica e l’arte, accoglie in particolare ragazzi con trascorsi legati a tossicodipendenza, alcolismo, depressione, ludopatia e ad altre dipendenze. Ha attualmente 64 case di ospitalità sparse in tutto il mondo: nel nostro territorio ne è presente una, femminile, a Zerman.

    Agli spettacoli serali al Parco Albnese potranno assistere, a titolo completamente gratuito, ogni volta 2.000 persone, comodamente sedute. Chi arriverà in auto potrà lasciare gratuitamente la propria vettura nel parcheggio Actv di via Monte Celo e raggiungere poi il Parco in tram.

Per prenotare, o avere ulteriori informazioni, collegarsi al sito www.comunitacenacolo.it o all'indirizzo facebook: comunitacenacolo/musical

 

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top