“Foscarini Rugby” e “Lido Venezia Rugby” si uniscono e nasce il “Venezia Rugby a.s.d.”

Foto di gruppo con assessore Romor e rappresentanti delle società sportive
 

“Foscarini Rugby” e “Lido Venezia Rugby” si uniscono e nasce il “Venezia Rugby a.s.d.”

27/07/2018

Uno dei valori del rugby è l'unione delle forze ed è proprio seguendo questo principio che il “Foscarini Rugby” e il “Lido Venezia Rugby”, dopo la collaborazione via via crescente delle scorse stagioni, hanno deciso di unirsi, fondando il “Venezia Rugby a.s.d.”. La presentazione della nuova società è avvenuta questa mattina, con una conferenza stampa svoltasi a Ca' Farsetti, a cui sono intervenuti l'assessore comunale Paolo Romor, i presidenti del Venezia Rugby, Daniele Resini, e del Foscarini Rugby, Rocco Fiano, e del Lido Venezia Rugby, Andrea Bodi, Fabio Beraldin, rappresentante della Federazione Italiana Rugby, nonché l'ex nazionale Claudio Torresan.

Si tratta di un progetto nato sul campo: il “Venezia” urlato insieme prima e dopo le partite dagli under 16 agli under 8 ha indicato un sentire ormai comune tra i ragazzi, che ha portato i direttivi delle rispettive società ad accelerare un percorso di fatto già segnato. “E' un'operazione importante – ha spiegato Resini – per lo sport, per il rugby, ma anche per la città. Abbiamo voluto creare una casa di tutti i rugbisti a Venezia, facendo una scelta di democrazia sportiva. Siamo davvero partiti dal basso, prima con l'esperienza della squadra comune under 14 e via via con tutta la parte giovanile che si è unita sul campo e abbiamo deciso di mettere al centro i valori di questa disciplina, che sono l'inclusione, la fratellanza e l'unione”.

Tra gli obiettivi della società quelli di rafforzare la presenza e la pratica del rugby in centro storico e nelle isole, soprattutto a partire dalle scuole, e di lavorare in sinergia con le istituzioni per estendere l'attività al mondo del disagio sociale e giovanile, sui quali anche la Federazione Italiana Rugby ha avviato vari progetti su scala nazionale.

“Abbiamo poi un vero e proprio progetto di sviluppo sportivo che vogliamo portare avanti – ha continuato Bodi – ossia quello di portare giocatori in prima squadra. Ci vorrà qualche anno, ma è a questo che puntiamo, oltre a dedicarci al minirugby e agli under 14”.

“So, per esperienza personale, quanto è difficile andare d'accordo all'interno di una singola società sportiva – ha commentato poi l'assessore Romor – quindi considero la nascita del Venezia Rugby un grande merito e un'operazione lungimirante. L'unione di due società agevola infatti le iniziative che si vanno ad intraprendere”.

“L'Amministrazione – ha poi sottolineato Romor – è al vostro fianco: come sapete siamo concretamente impegnati nell'ammodernamento degli impianti sportivi e, se da un lato cerchiamo passo passo di realizzare singoli interventi di manutenzione, dall'altro puntiamo sul campo dei Bacini, il cui progetto preliminare è già stato approvato in Giunta. Ci interessa però molto anche l'aspetto educativo che il Venezia Rugby intende portate avanti e il nostro auspicio è che sempre più ragazzi si avvicinino a questo sport, anche grazie al progetto ‘Sport in cartella’ con cui il Comune promuove la pratica sportiva, cercando di coinvolgere in particolar modo i giovani che non vi si dedicano. E' in tal senso che potranno aiutare anche i voucher per lo sport introdotti dall'Amministrazione con il progetto '6sport', intanto per i bambini che vanno in prima elementare”.

La conferenza stampa si è chiusa con l'intervento di Beraldin, che, nell'apprezzare la progettualità che sta alla base della nuova società, ha ribadito che, quando crescono i numeri, c'è bisogno di spazi e che la Federazione è a fianco dell'Amministrazione comunale nel sostenere lo sviluppo di impianti adeguati.

 

 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top