Dal 13 luglio tornano gli steward a Venezia

venezia
 

Dal 13 luglio tornano gli steward a Venezia

20/06/2018

La Giunta comunale, riunitasi ieri nella sede municipale di via Palazzo a Mestre, ha approvato, su proposta dell’assessore al Turismo Paola Mar, la delibera che prevede l’attivazione di un servizio informativo e di tutoraggio ai turisti mediante l'impiego di steward. Una decisione che si pone come obiettivi:

  • dare supporto informativo e orientativo ai turisti principalmente sulle buone pratiche e comportamenti non consentiti, i luoghi di interesse, le aree di sosta, i bagni pubblici, le fermate del trasporto pubblico, gli uffici di Informazione e Accoglienza dei Turisti, i numeri utili;
  • assicurare una migliore gestione dei flussi turistici mediante supporto ai visitatori, anche in collaborazione con gli agenti di Polizia Locale, in punti strategici della città;
  • divulgare le buone pratiche del visitatore, così come sostenuto dalla campagna comunicativa di sensibilizzazione #EnjoyRespectVenezia per un corretto utilizzo del territorio e dei servizi offerti.

“Questa delibera – commenta Mar - rientra a pieno titolo nel più organico progetto messo in campo dall’Amministrazione comunale per un’attenta gestione territoriale dei flussi turistici, a tutela del decoro della Città, nonché a garanzia della qualità dell’offerta turistica. Nello specifico – aggiunge l’assessore - tale servizio è previsto per il periodo che va dal prossimo 13 luglio fino al 31 dicembre 2018, secondo il calendario stabilito lo scorso 28 maggio dal Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica attraverso l’attivazione di deviazioni di flussi pedonali. In particolare, si stima di avvalersi della figura di steward che saranno riconoscibili per l'abbigliamento riportante il logo del Comune di Venezia, di Venezia Unica e il claim #EnjoyRespectVenezia e che dovranno conoscere la lingua inglese e, almeno per la metà di loro, un’altra lingua straniera compresa tra francese, spagnolo, tedesco, russo e cinese. L'Amministrazione ha previsto che il servizio conterà la presenza di steward per un totale complessivo di 7.644 ore così suddivise secondo una prima stima di massima che potrebbe subire mutamenti in base alle necessità contingenti: 4.392 ore in area Marciana per 99 giorni di impiego, 1.352 ore sia per Piazzale Roma che per Fondamenta S. Lucia per 79 giorni di impiego e infine 548 ore in altre zone sensibili della città per ulteriori 47 giorni di impiego. Tra queste si ipotizzano l'area Realtina, Santi Apostoli, Fondamente Nove, Campo della Carità, Campo San Bartolomeo. Attraverso l’attivazione di questo servizio potremmo così assicurare il servizio di informazione e accoglienza turistica non solo in modalità back office all'interno degli IAT cittadini ma anche sul territorio, con presidi in aree di maggior pregio e rilevanza architettonica, soggette a maggior pressione turistica e in concomitanza con i periodi e le giornate di maggior affluenza di visitatori. Non solo, si tratta di un'iniziativa che, assieme all'assunzione di nuovi agenti di Polizia Locale, permetterà un maggior presidio del territorio. Il nostro impegno in ambito di gestione del turismo è costante – conclude Mar – e lo dimostriamo anche attraverso questa delibera che, a differenza del passato, quest'anno viene finanziata completamente con i fondi del Comune. Un impegno  finanziario come corrispettivo pari agli oneri sostenuti da Vela nella misura massima fino a 200.000 euro per acquisire il servizio nel mercato".

Venezia, 20 giugno 2018

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top