La Giunta stanzia altri 2,1 milioni per le scuole della Terraferma

Mappa con lavori
 

La Giunta stanzia altri 2,1 milioni per le scuole della Terraferma

11/05/2018

La Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo degli interventi puntuali di messa in sicurezza dell’edilizia scolastica della terraferma. Una delibera dal valore complessivo di 2,1 milioni di euro da destinare ad interventi di riqualificazione di 14 edifici che ospitano asili nido, materne, scuole primarie e secondarie di I grado: si tratterà di 8 strutture a Mestre e 2 rispettivamente a Marghera, Chirignago-Zelarino e Favaro Veneto.
Nello specifico si eseguiranno i seguenti lavori:

a Mestre:

  •     Scuola primaria statale Tiziano Vecellio: restauro intonaci interni ed esterni, dipinture esterne e sistemazione dei servizi
  •     Scuola primaria statale Enrico Toti: sistemazione del tetto e del cappotto esterno, dipintura esterna e realizzazione bussola d’ingresso
  •     Scuola dell’infanzia Archimede Pitagorico: sistemazione intonaco e opere di dipintura esterne
  •     Scuola secondaria I° Giulio Cesare: sistemazione tetto della palestra, rifacimento della pavimentazione, dipinture interne ed esterne e sistemazione dei servizi
  •     Scuola primaria statale Cesare Battisti: rifacimento guaina copertura della palestra
  •     Scuola secondaria I° Silvio Trentin: rifacimento guaina copertura
  •     Scuola secondaria I° Lazzaro Spallanzani: sistemazione copertura tetto a falde
  •     Scuola secondaria I° Giovanni Bellini: realizzazione scala antincendio

a Marghera:

  •     Scuola primaria statale Cesco Baseggio: sistemazione del pavimento della palestra e dei servizi
  •     Scuola secondaria I° Ugo Foscolo: rifacimento della guaina copertura piana e completamento dipintura esterna

a Chirignago-Zelarino:

  •     Scuola primaria statale Santa Barbara: rifacimento guaina di copertura piana della palestra
  •     Scuola primaria statale Cristoforo Colombo: sistemazione copertura palestra e canale di gronda

a Favaro Veneto:

  •     Scuola dell’infanzia statale Arcobaleno: rifacimento della guaina di copertura
  •     Scuola secondaria di I° Antonio Gramsci: rifacimento della guaina di copertura

“La Giunta Brugnaro – commenta Zaccariotto – ha stanziato altri 2,1 milioni di euro di investimenti per le scuole della Terraferma. Risorse che si vanno ad aggiungere ai 1,5 milioni di manutenzioni ordinarie e straordinarie che abbiamo speso nel 2016, ai quasi 2 milioni per manutenzioni e opere propedeutiche all’ottenimento dei certificati protezione incendi spesi lo scorso anni e gli ulteriori 1,5 milioni per ulteriori manutenzioni diffuse già avviate nel 2018 su ulteriori edifici scolastici. Un totale di oltre 7 milioni di euro destinati alla Terraferma che si aggiungono ai quasi 8 milioni per quelle del Centro storico e delle Isole che, in questi primi tre anni di Amministrazione, abbiamo stanziato per quei lavori di sistemazione delle nostre scuole che per troppi anni erano stati rimandati. Tra questi andremo, per esempio, a intervenire sulla scuola Vecellio già durante questa estate. Era un impegno preso proprio dal sindaco Brugnaro con gli insegnanti e con i genitori per permettere ai loro figli di poter tornare nel più breve tempo possibile a frequentare la propria scuola. Struttura che vedrà un importante lavoro di risistemazione dello scoperto scolastico e la piantumazione di una siepe di separazione dalla strada. Altra scuola sulla quale interverremo sullo scoperto scolastico ma anche sulla dipintura esterna, con ulteriori fondi rispetto a quelli approvati con questa delibera, è la Cesare Battisti. Lavori - continua l'assessore - decisi anche in seguito all'ascolto delle richieste dei genitori che abbiamo raccolto durante un recente sopralluogo con i tecnici comunali. Infine, una buona notizia arriva anche per i bambini che frequentano la scuola Foscolo: abbiamo pensato di realizzare completamente il loro desiderio di vedere la struttura interamente ridipinta di azzurro. Avevamo iniziato lo scorso anno con la facciata, ora riusciremo a completare il lavoro. Tornando ai finanziamenti complessivi stanziati in questi anni, voglio sottolineare inoltre che siamo riusciti – continua Zaccariotto – a portare avanti tutti quegli interventi che ci hanno permesso di dotare la quasi totalità degli edifici scolastici dei certificati prevenzione incendi che le passate amministrazioni hanno sempre rimandato derogando a quelle leggi nazionali che ne imponevano l’ottenimento. Ad oggi infatti un primo bilancio sui CPI ci dimostra che, solo in Terraferma, tutti i 17 asili nido lo hanno ottenuto, così come è accaduto per 25 scuole dell'infanzia su 26, per le 32 scuole primarie su 34 e per le 14 scuole medie su 16. La scuola dell'infanzia, le due primarie e le due scuole medie che ancora mancano all'appello sono interessate, proprio in questo periodo, da lavori per ottenere i certificati. La sicurezza dei bambini e dare loro la possibilità di vivere in un ambiente bello e curato – conclude Zaccariotto - è uno degli impegni che ci siamo assunti e che, nonostante le difficoltà di bilancio che abbiamo trovato al nostro insediamento, stiamo riuscendo a portare avanti”.

Inoltre la Giunta ha approvato, con un’ulteriore delibera, il progetto definitivo per i lavori di ampliamento degli spazi dell’asilo nido Pollicino al Terraglio che, ad oggi, conta 30 bambini iscritti. La struttura è inserita al piano terra all’interno del complesso scolastico Fusinato-Cervi. Ora la Giunta ha deciso di intervenire, con un investimento di 50mila euro, ampliando gli spazi attraverso la ristrutturazione di un ambiente inutilizzato all'interno della scuola primaria. Inoltre si realizzeranno nuovi servizi e si provvederà a sostituire la pavimentazione in legno nella nuova aula con la sistemazione dell’impianto elettrico e di riscaldamento. "Grazie a questa delibera presentata dalla collega Zaccariotto - commenta l'assessore alle politiche educative Paolo Romor - andiamo a risolvere delle criticità  legate agli spazi interni della struttura. Non sarà quindi più necessario utilizzare la stanza del "sonno" anche, in orari differenziati, per l'attività di refezione e per i laboratori. I bambini potranno così avere un'aula dedicata per ognuna delle fasi della giornata".

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top