Ricorrenza 25 aprile: il sindaco presiede le manifestazioni in Centro storico

un momento dell'alzabandiera
 

Ricorrenza 25 aprile: il sindaco presiede le manifestazioni in Centro storico

25/04/2018

    “Se l’Italia è come la conosciamo, è grazie a quel grande faro chiamato 'Libertà' che è stato difeso da tanti giovani italiani morti per un ideale da difendere anche a costo della vita stessa. Per questo, soprattutto noi che oggi siamo qui, dobbiamo impegnarci per fare in modo di ricordare alle nuove generazioni il valore di questa giornata.” Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha celebrato con queste parole, questa mattina, a Venezia, il 73° anniversario del 25 aprile. Un anniversario che è stato ricordato in tutto il territorio comunale con una serie di manifestazioni.

    A Venezia, quelle più significative, si sono aperte in piazza san Marco con la cerimonia dell'alzabandiera e gli onori resi dal Picchetto militare interforze, a cui hanno preso parte, tra gli altri, col sindaco, il prefetto Carlo Boffi, il questore Vito Danilo Gagliardi, la presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano. A seguire il tradizionale “Percorso della Memoria”, con partenza da campo san Canciano e tappe a ponte dei Sartori, calle Priuli, fondamenta san Felice, calle Colombara, campiello del Magazen e corte Correra. E a conclusione del percorso, in campo Ghetto nuovo, la Festa della Liberazione.

    “Il 25 aprile – ha osservato ancora il sindaco - è la festa della Libertà di tutti. Una libertà che deve trovare il proprio alveo entro un perimetro di legalità e giustizia. Una festa di speranza ancor più per i giovani che devono trovare la forza e l'esempio per battersi per un mondo migliore, fatto di lavoro, di opportunità e di sicurezza.”

    Sono state molto significative, e partecipate, anche le altre manifestazioni promosse a Venezia e nelle isole.

    In Centro storico, in campo Bandiera e Moro, si è svolto l'alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini Venezia; in campo santa Margherita, alzabandiera e deposizione di corone d’alloro al Monumento ai Caduti a cura dell'associazione Arma Aeronautica e Circolo 1° maggio; in campo san Marcuola, alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini; in campo sant'Alvise alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini; nel pomeriggio, alle 17.30, in via Garibaldi, il Percorso della Memoria; alle 18.30, alle Fondamenta san Giacomo alla Giudecca, la deposizione di una corona d’alloro alla Lapide in memoria dei caduti per la libertà.

    Nelle isole: a S. Erasmo, messa di commemorazione in onore dei caduti, con deposizione della corona d’alloro al Monumento ai Caduti, con la partecipazione della locale Sezione del Fante e la Banda Musicale di Sant’Erasmo; al Lido, in via Sandro Gallo, la deposizione della corona d’alloro al cippo commemorativo, e a seguire, al Palazzo Pretorio a Malamocco, l'alzabandiera in collaborazione con l'associazione Il Fante e la celebrazione di una messa nella chiesa di Santa Maria Assunta.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top