Il sindaco Brugnaro e l'assessore Zuin al convegno “Art Bonus e mecenatismo” promosso dall'Ordine dei Commercialisti

un momento dell'intervento del sindaco
 

Il sindaco Brugnaro e l'assessore Zuin al convegno “Art Bonus e mecenatismo” promosso dall'Ordine dei Commercialisti

19/04/2018

    Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, accompagnato dall'assessore comunale al Bilancio, Michele Zuin, ha preso parte questo pomeriggio, al teatro Toniolo di Mestre, al convegno “Art Bonus e mecenatismo”, promosso dall'Ordine dei dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Venezia.

    Un'occasione per fare il punto sulla realtà attuale e sulle problematiche che vive la professione del commercialista, ma anche di confronto con le imprese sulle prospettive, gli utilizzi e i futuri vantaggi della normativa fiscale per il sostegno del patrimonio culturale.

    “Vorrei intanto – ha sottolineato il sindaco nel suo indirizzo di saluto – attestare la mia stima ed il mio rispetto per la vostra categoria, impegnata ogni giorno a fare i conti con una normativa fiscale, in Italia, sin troppo complessa, che andrebbe sicuramente profondamente cambiata e semplificata. Riguardo al tema specifico del convegno mi piace ricordare, tra i tanti, due esempi importanti che hanno interessato Venezia. Da un lato il vero e proprio atto di mecenatismo compiuto da Renzo Rosso, che ha finanziato il restauro del ponte di Rialto, realizzato, grazie al lavoro e al controllo del Comune, nei tempi previsti e con dei costi addirittura minori rispetto al budget previsto. E dall'altro, l'intervento che si sta compiendo per restaurare un altro ponte sul Canal Grande, quello dell'Accademia, grazie a Leonardo Del Vecchio, che non ha voluto in cambio nemmeno la pubblicità diretta all'esterno del cantiere dei lavori, come è previsto in questi casi.

    Mi piacerebbe non solo che altri imprenditori seguissero, grazie ai benefici fiscali previsti dall' 'Art Bonus', il loro esempio, ma che questo potesse essere 'esteso' in altri campi. Penso ad esempio allo sport, per finanziare le società dilettantistiche che svolgono un'opera meritoria non solo per la salute, ma anche per l'educazione dei nostri ragazzi. Qualcosa in questo settore sta facendo comunque anche il nostro Comune: dal 2019 le famiglie dei bambini che compiranno sei anni riceveranno un 'voucher' di circa 180 euro per poterli iscrivere in una società sportiva di loro fiducia.” 

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top