Il 12 e 13 aprile a Palazzo Cavalli – Franchetti convegno internazionale sulla tratta di esseri umani

 

Il 12 e 13 aprile a Palazzo Cavalli – Franchetti convegno internazionale sulla tratta di esseri umani

11/04/2018

Il Comune di Venezia, in qualità di ente gestore del Numero Verde Nazionale Antitratta, per conto del Dipartimento per le Pari Opportunità, e in collaborazione con OSCE e Centro di Ateneo per i Diritti Umani "Antonio Papisca" dell’Università di Padova,  organizza il 12 e 13 Aprile 2018,  a Venezia, presso l’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti – Palazzo Cavalli - Franchetti, un convegno internazionale dal titolo “La Tratta di persone nella prospettiva dei diritti umani. Esperienze territoriali in un quadro di multi-level governance”.

Con il 2018 si conclude il periodo di attuazione del primo Piano Nazionale di Azione contro la tratta e il grave sfruttamento (2016 -2018), nell’ambito del quale il nostro Paese ha messo a sistema Progetti specialistici in ogni territorio regionale, finanziando 21 progetti di tutela delle vittime di tratta.

L’impegno di tutte le agenzie coinvolte nell’assistenza e protezione delle vittime e nel contrasto alle reti criminali è costante e virtuoso ma si rende sempre più necessario rafforzare la collaborazione e la comunicazione tra tutti i soggetti impegnati nella lotta allo sfruttamento di esseri umani nelle articolate situazioni in cui esso si manifesta (lavorativo, nelle economie illegali forzate, sessuale etc.).

Per queste ragioni, il Convegno vuole essere un momento di confronto e riflessione tra le istituzioni, nazionali e internazionali, ed esperti delle organizzazioni più rappresentative, volto a raccogliere utili raccomandazioni per il rafforzamento e l’omogeneizzazione del lavoro multi-agenzia nella tutela delle persone vittime di tratta di esseri umani e grave sfruttamento e del contrasto alle organizzazioni criminali.

Nel corso della prima giornata sarà posta particolare attenzione all’operatività delle agenzie nazionali e delle organizzazioni internazionali. La seconda giornata il convegno offrirà invece occasioni di confronto multi-agenzia tra diversi territori italiani in merito alle esperienze giudiziarie in materia di contrasto alla tratta e al grave sfruttamento.

Più di 20 i relatori che si alterneranno nel corso delle due giornate di lavoro che hanno visto oltre 200 iscritti provenienti da tutta Italia e che hanno costretto gli organizzatori ad escludere molte persone che intendevano partecipare all’evento.
In particolare saranno presenti 18 dei 21 progetti italiani di assistenza alle vittime di tratta, esponenti delle Forze dell’Ordine, della Magistratura, degli Ispettorati del Lavoro e professionisti che a vario titolo entrano in contatto con vittime di tratta.
L’esperienza del Comune di Venezia Ufficio protezione sociale ed Umanitaria sarà oggetto di analisi come buona prassi nella traduzione operativa del lavoro multi agenzia a cui molti soggetti italiani vedono come esempio.

Il convegno intende mettere in luce, anche grazie alla decennale collaborazione con il Centro di Ateneo per i Diritti Umani di Padova e alla più recente sinergia con OSCE, come la protezione e la sicurezza delle vittime, le investigazioni e le indagini, il perseguimento dei reati, la condanna dei trafficanti, rappresentano le misure di contrasto di una strategia di lotta alla tratta che per essere efficace non può che avvenire  su un piano internazionale, seguendo un approccio olistico, multidisciplinare, fondato su una dimensione  multiagency e  sulla tutela dei diritti umani delle persone trafficate.

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top