Esche avvelenate: un vademecum di comportamento in caso di avvelenamento del proprio animale o di ritrovamento di bocconi sospetti

un cane
 

Esche avvelenate: un vademecum di comportamento in caso di avvelenamento del proprio animale o di ritrovamento di bocconi sospetti

09/04/2018

L'Ufficio Igiene e Benessere animale del Settore tutela e Benessere ambientale del Comune, viste le recenti segnalazioni sul fenomeno dello spargimento sul nostro territorio di esche avvelenate, riprese dagli organi di stampa nonché dai social, comunica di aver predisposto un vademecum di comportamento su cosa fare in caso di sospetto avvelenamento del proprio animale o di ritrovamento di bocconi avvelenati, sulla base dell'ordinanza ministeriale vigente.

L'ordinanza,  in caso di reperimento di esche avvelenate, prevede l’obbligo di denuncia all’autorità giudiziaria da parte di proprietari e veterinari, nonché della segnalazione al Sindaco che dovrà provvedere a bonificare le zone infette, allo scopo di prevenire i rischi diretti per la salute dell’uomo e degli animali nonché quelli derivanti dalla contaminazione ambientale.

Il proprietario di un animale vittima di un sospetto avvelenamento dovrà contattare subito il suo veterinario, che una volta confermata la diagnosi, dovrà segnalare a sua volta il caso al sindaco, al Servizio veterinario dell'Usl e all'istituto Zooprofilattico-sperimentale.

Chiunque dovesse invece trovare delle esche sospette dovrà segnalare la cosa immediatamente alle Forze dell'ordine e attendere il loro arrivo per il recupero dell'esca, perché questa non venga gettata nei rifiuti o persa.

Recapiti telefonici per le segnalazioni:
Polizia locale di Venezia 0412747070
Polizia Città metropolitana 800128580
Forze dell'Ordine in generale: 112 o 113

Per informazioni:
Servizio veterinario dell'azienda Ulss 3 “Serenissima” 041 2608350
Ufficio Igiene e Benessere Animale del Comune di Venezia 041 2747924 -7951

allegati: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top