Area Sirma-Boschetto: la Giunta dà il via libera alla riorganizzazione dei lotti dove trasferire attività di tipo artigianali, produttive e di trasporti

immagine ecodistretto
 

Area Sirma-Boschetto: la Giunta dà il via libera alla riorganizzazione dei lotti dove trasferire attività di tipo artigianali, produttive e di trasporti

19/04/2018

La Giunta Comunale, su proposta dell’assessore all’Urbanistica, Massimiliano De Martin, ha approvato il Piano di Recupero di iniziativa pubblica denominato “Area Sirma Boschetto” in via della Meccanica a Porto Marghera.

“Con questa delibera – spiega l’assessore De Martin – dopo 13 anni di contenziosi che gravavano sulle spalle del Comune, l’Amministrazione comunale è riuscita a sbloccare una situazione intricata, facendo cadere tutti i vincoli che impedivano di portare nell’area denominata “Sirma-Boschetto” attività di tipo artigianali-produttive e attività di autotrasporto, ora impropriamente collocate nel territorio residenziale di Marghera, nel quartiere urbano di Via Bottenigo a Catene-Villabona. Il primo passaggio è stato risolvere il contenzioso in atto tra Comune di Venezia e Metrasped Tiss S.r.l, che, grazie a questa delibera troverà localizzazione nell’area Sirma-Boschetto. Inoltre, dopo i vari adempimenti urbanistici ed ambientali necessari (VAS), il Piano di Recupero consente di dare seguito alla decisione di trasferire nell’area anche la società Co.In.Tra. risolvendo i problemi di convivenza di traffico di mezzi pesanti nelle aree urbane di Marghera. Anche in questo caso - afferma De Martin - l’attuale amministrazione si è assunta la responsabilità di chiudere una vicenda ereditata e mai risolta prima, a tutto vantaggio dei cittadini".

Nello specifico il Piano di Recupero in questione che si estende su una superficie di circa 11 ettari (108,856 mq) di proprietà del Comune di Venezia, a fronte dei 33.369 mq di lotti esistenti già destinati ad ospitare attività artigianali e produttive, prevede ulteriori 35.143 mq di superfici di nuova realizzazione da assegnare ad aziende di autotrasporto e logistica per complessivi 68.512 mq.

I nuovi lotti edificabili, previsti in un’area abbandonata e inutilizzabile (per le precedenti amministrazioni destinata ad uso "parco", da qui il nome "Boschetto"), saranno serviti da una serie di opere di urbanizzazione di nuova realizzazione (strade, marciapiedi) e relativi sottoservizi.

Si prevede, inoltre, la realizzazione di un nuovo parcheggio (posto a nord dei nuovi lotti) e l’eliminazione di quello attuale che lascerà spazio per la realizzazione della nuova viabilità prevista dall’Accordo di Programma “Vallone Moranzani”. I nuovi lotti saranno destinati ad ospitare l’ampliamento dell’Ecodistretto e il “distretto dell’autotrasporto” permettendo, in questo modo, il trasferimento nella zona delle attività impropriamente collocate nelle aree urbane di Marghera.

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top