“Il mio amico bottegaio”: premiate oggi a Zelarino le classi che hanno aderito alla campagna di sensibilizzazione e i bottegai più votati dai bambini

Scheda folletto Zel
 

“Il mio amico bottegaio”: premiate oggi a Zelarino le classi che hanno aderito alla campagna di sensibilizzazione e i bottegai più votati dai bambini

01/03/2018

Si è svolta questa mattina nella palestra dell'Istituto Parolari di Zelarino la premiazione finale della campagna di sensibilizzazione “Il mio amico bottegaio”. All'incontro sono intervenuti l'assessore comunale al Decentramento, Paola Mar, il presidente della Municipalità di Chirignago Zelarino, Gianluca Trabucco, il dirigente scolastico dell'Istituto, Monica Guaraldi, il presidente provinciale di Confesercenti, Cristina Giussani, il direttore Confesercenti Veneto, Maurizio Franceschi, il presidente dell’associazione “Noi in Zelarino”, Daniele Bigozzi e il manager del Distretto del commercio urbano di Zelarino, Giovanni Scapin.

“Il mio amico bottegaio” è una delle proposte promosse da Confersercenti Città metropolitana di Venezia, con il coordinamento dell’Amministrazione comunale, nell'ambito del Distretto del commercio urbano di Zelarino, il progetto nato lo scorso ottobre per valorizzare il rapporto tra comunità e bottegai, garantire un’offerta varia e di qualità, e promuovere la cooperazione tra i diversi attori del territorio, ottimizzando le risorse a beneficio della collettività.

A coinvolgere i 370 alunni della Parolari nell'iniziativa, attraverso un concorso a premi, è stato il folletto Zel, che nei mesi scorsi ha consegnato ai bambini una scheda per la raccolta dei timbri degli “amici bottegai”. Al bottegaio preferito poi ogni bambino ha dedicato un disegno e una filastrocca a lui ispirata.

“I bottegai che avete visitato e imparato a conoscere di più grazie a questa iniziativa – ha esordito Mar rivolgendosi ai bambini – sono preziosi perché contribuiscono a rendere vivo il territorio in cui vivete. Hanno un ruolo importante, di presidio sociale: nei loro negozi potete trovare quello di cui avete bisogno, ma su di loro potete anche contare, perché sono persone disponibili e vicine a voi che vi possono aiutare quando serve”. Sul ruolo sociale dei bottegai si sono concentrati anche gli interventi di Franceschi, Bigozzi e Giussani, che hanno auspicato che l'iniziativa possa ripetersi anche il prossimo anno, mentre il presidente Trabucco ha sottolineato l'importanza del lavoro sinergico tra istituzioni, scuola, famiglie, realtà del territorio, per la creazione di una comunità e per il successo di iniziative come questa.

Le classi partecipanti al progetto sono state premiate con un buono acquisto del valore complessivo di 1280 euro da utilizzare per interventi di abbellimento della struttura scolastica. Nel corso della mattinata sono inoltre stati comunicati i nomi dei bottegai più votati dai bambini di Zelarino, mentre agli alunni è stata  consegnata una spilla ricordo con disegnato il folletto Zen.

Venezia, 1 marzo 2018

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top