Dal 26 maggio al 25 novembre 2018 ai Giardini e all'Arsenale di Venezia la 16. Mostra Internazionale di Architettura

 

Dal 26 maggio al 25 novembre 2018 ai Giardini e all'Arsenale di Venezia la 16. Mostra Internazionale di Architettura

02/03/2018

Anche quest'anno l'Amministrazione comunale sarà presente nel Padiglione Venezia nell'ambito della 16. Mostra Internazionale di Architettura con un racconto sulla città del presente e del futuro, attraverso l'utilizzo dei big data: la conoscenza supera i limiti del database estraendone competenza e valore.

Ad anticiparlo è stato il consigliere delegato alla Smart City Luca Battistella, che a margine della presentazione ufficiale della manifestazione ha dichiarato: “Per la prima volta il comitato scientifico, che presiedo, riunirà gli enti più importanti della città in materia, il settore Urbanistica del Comune di Venezia, Ca' Foscari, Iuav, Ordine degli architetti, Insula e Venis che parteciperanno al progetto portando le loro conoscenze e competenze. Ci sarà uno spazio dedicato agli incontri, ai convegni e attività per i più piccoli che potranno disegnare e costruire, attraverso esperienze concrete, la loro città ideale. Il padiglione rappresenterà una grande macchina, una sorta di osservatorio che racconta e scrive la città”.

La 16. Mostra Internazionale di Architettura, che quest'anno sarà dedicata al tema 'Free space' si svolgerà dal 26 maggio al 25 novembre 2018 ai Giardini e all'Arsenale di Venezia. Curata da Yvonne Farrell e Shelley McNamara, laureate alla Scuola di Architettura dell'University College di Dublino, la mostra vedrà la partecipazione di 71 partecipanti, a cui saranno affiancate due sezioni speciali: la prima, con 16 partecipanti, Close Encounter, meetings with remarkable projects presenterà lavori che nascono da una riflessione su progetti noti del passato; la seconda, con 13 partecipanti, dal titolo The Practice of Teaching, raccoglierà studi sviluppati nell'ambito dell'insegnamento.

La presentazione della manifestazione, che ha l'obiettivo di porre al centro dell'attenzione la questione dello spazio, libero e gratuito, si è tenuta questa mattina a Ca' Giustinian, sede della Biennale di Venezia.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato Paolo Baratta, presidente della Biennale – è far diventare la Mostra internazionale di Architettura un luogo d'incontro con il pubblico. L'architettura è la più politica di tutte le arti, con cui operiamo nella nostra vita sociale. E' uno strumento di organizzazione della società civile ed ha bisogno dei cittadini per sapersi esprimere”.

La 16. Mostra Internazionale di architettura vedrà 75 partecipazioni nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all'Arsenale e nel centro storico di Venezia; sette paesi presenti per la prima volta: Antigua & Barbuda, Arabia Saudita, Guatemala, Libano, Mongolia, Pakistan e Santa Sede;  il Padiglione Italia alle Tese delle Vergini sarà dedicato al tema Arcipelago Italia. In programma eventi collaterali, incontri e progetti speciali come quelli dedicati alle arti applicate o a Forte Marghera.

 

Venezia, 2 marzo 2018

 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top