Le iniziative per il Giorno della Memoria 2018

Manifesto e tre pietre d'inciampo
 

Le iniziative per il Giorno della Memoria 2018

11/01/2018

La cerimonia cittadina per il Giorno della Memoria 2018 si terrà domenica 28 gennaio, a partire dalle ore 11, a Teatro Goldoni, alla presenza del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e del presidente della Comunità ebraica di Venezia, Paolo Gnignati, ai cui interventi seguirà il reading musicale a cura di Matteo Corradini “Tua Anne. Parole e voci di Annelies Marie Frank”. Ma le iniziative per ricordare la Shoah sono come ogni anno numerosissime e si estendono a tutto il mese di gennaio e oltre, tra convegni, attività didattiche, mostre, proiezioni e rappresentazioni, proponendo diversi tipi di approfondimento, spunti di riflessione e chiavi di lettura e coinvolgendo l'intero territorio comunale.

Proprio questo è uno degli obiettivi dell'Amministrazione, che è come sempre attivamente impegnata nelle iniziative per il Giorno della Memoria, sia come soggetto organizzatore, che come coordinatore degli eventi. In particolare, il Comune ha partecipato anche quest'anno al progetto della deposizione delle “Pietre d'inciampo” (22 gennaio) e alla realizzazione, con l'ufficio Europe Direct, della lettura scenica “Chronos Paràdoksos” che si terrà sempre domenica 28 pomeriggio al Conservatorio Benedetto Marcello. Propone inoltre una serie di proiezioni al cinema Giorgione (18 gennaio), alla Casa del Cinema (24 gennaio), al Centro Culturale Zitelle (25 gennaio) e al Cinema Dante d'Essai (29 gennaio). Al Centro culturale Candini, poi, martedì 16 si terrà la conferenza “Emilio Scarpa: morire per la libertà”, mentre a Ca' Pesaro, domenica 28, la Fondazione Musei Civici ha organizzato un pomeriggio di letture e musiche dedicate al dipinto di Marc Chagall “Il Rabbino”.

Per quanto riguarda dunque la diffusione sul territorio, si va dal Lido di Venezia alla Terraferma e il programma denota l'importante lavoro svolto da diversi istituti scolastici: al Lido, lunedì 15, "l'Istituto Compensivo F. Ongaro di Via S.  Gallo" inaugura la mostra “1938-1945: la persecuzione degli ebrei in Italia” e presenta il video “1938: l'antisemitismo entra a scuola” realizzato dai propri alunni; e dove proseguono poi eventi collaterali anche il 19 (con il convegno “Non tutti furono indifferenti”), il 23 (con la presentazione del libro “Il nuoto mi ha salvato”) e 26 gennaio (testimonianza di Lia Tagliacozzo “La storia di Graziella”). A Mestre, invece, ci saranno incontri con gli studenti delle scuole superiori Stefanini (29 gennio) e Gritti (15 febbraio) e il Centro Culturale Santa Maria delle Grazie ospiterà, venerdì 26, letture, musiche e canti “Voci dal passato: per non dimenticare”. A Marghera, poi, domenica 28, al Teatro Aurora, verrà messo in scena lo spettacolo di teatro-canzone “Al Barenon... anime in guerra”, mentre la Municipalità di Chirignago Zelarino organizza tre fiaccolate, alle ore 17, il 25 (ritrovo in P.le Munaretto - Zelarino), 26 (ritrovo nel piazzale antistante la Scuola Elementare “F. Filzi”) e 29 gennaio (ritrovo in Piazza S. Giorgio - Chirignago). Sempre per quanto riguarda il coinvolgimento delle scuole, sta volta in centro storico, mercoledì 24 il Liceo Benedetti-Tommaseo ospiterà la conferenza “Gli italiani di fronte alle leggi razziali e alla Shoah”, mentre il Liceo Guggenheim, venerdì 26, ci saranno la proiezione del film “Il canto sospeso di Luigi Nono” e letture a cura degli allievi.

Infine, in centro storico, ci sono appuntamenti nel corso del mese organizzati dalle maggiori istituzioni cittadine, dal Museo ebraico, che espone la mostra itinerante dell'Istituto Yad Vashem di Gerusalemme sull'essere donna nella Shoah (“Spots of light. Punti di luce”, inaugurazione domenica 14 gennaio, ore 16), all'università di Ca' Foscari, che compie una riflessione profonda sugli effetti delle leggi razziali, a 80'anni dalla loro promulgazione, indagando il ruolo stesso assunto dall'Ateneo, con una mostra al CFZ, aperta fino al 31 gennaio, e un convegno all'Auditorium Santa Margherita giovedì 18. E ancora, l'Ateneo Veneto e la Biblioteca nazionale Marciana, che propongono diverse presentazioni di libri, e la Casa della Memoria e della Storia, con la mostra documentaria “Nelle isole del sole” (inaugurazione domenica 21), nonché il Teatro dei Frari e la galleria Ikona Venezia. Sabato 20, ai Giardini di Castello, ci sarà infine la pulizia conservativa di alcuni monumenti dedicati alla Memoria.

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top