Al via gli incontri nelle scuole promossi dalla Prefettura e dal Comune per contrastare i fenomeni di devianza minorile

un momento dell'incontro
 

Al via gli incontri nelle scuole promossi dalla Prefettura e dal Comune per contrastare i fenomeni di devianza minorile

17/01/2018

    Anche quest'anno, nelle scuole del Comune di Venezia e della Città metropolitana, si parlerà di bullismo, droga, violenza di genere: e a parlarne con gli studenti saranno i rappresentanti delle forze dell'ordine.

    Riparte infatti la campagna di informazione e prevenzione delle devianze giovanili prevista dal Protocollo d'intesa sottoscritto da Prefettura di Venezia, Comune, Città metropolitana, Ufficio scolastico territoriale, Ulss, Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza.

    Il progetto di quest'anno è stato presentato questa mattina al Liceo Guggenheim di Mestre con un incontro a cui sono intervenuti, col prefetto di Venezia, Carlo Boffi, e l'assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini, tutti i rappresentanti delle forze  dell'ordine e delle altre realtà coinvolte, nonché i ragazzi che frequentano il biennio dell'istituto.

    “Oggi – ha sottolineato Venturini rivolgendosi agli studenti – avete qui al completo i rappresentanti, a vari livelli, dello Stato in questo territorio, per testimoniare come noi tutti siamo vicini a voi e ai vostri problemi. Sappiate che, per qualsiasi situazione di disagio che dovrete affrontare, non siete soli: non solo dalla vostra famiglia, ma anche dalla scuola, dai rappresentanti delle forze dell'ordine, dagli operatori del Comune, troverete sempre un aiuto per poterla affrontare e superare.”

    Quest'anno il progetto coinvolge, con una settantina di incontri nelle varie scuole del territorio (i primi dei quali si sono tenuti prima della pausa natalizia),  233 classi, per oltre 8.400 ragazzi. Per quelli di terza media e del biennio superiore si parlerà in particolare di bullismo e cyberbullismo, mentre per il triennio si affronterà il tema del consumo della droga.

    Sono inoltre previsti dei corsi di formazione specifica per gli insegnanti ed inoltre una serie di incontri pubblici, il primo dei quali è in programma al teatro Toniolo il prossimo 2 febbraio.

    In questa campagna gli studenti non saranno solo semplici ascoltatori, ma diventeranno a loro volta veri e propri attori: quelli del Liceo Guggenhein, in particolare saranno coinvolti nella realizzazione di una campagna di sensibilizzazione contro il bullismo ed il cyberbullismo.

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top