Nuovo regolamento dei nidi e delle scuole dell’infanzia

Logo Ca' Farsetti
 

Nuovo regolamento dei nidi e delle scuole dell’infanzia

12/12/2017

La Giunta comunale riunitasi oggi a Ca’ Farsetti, ha deliberato, su proposta dell’assessore alle Politiche educative Paolo Romor, i nuovi regolamenti per gli asili nido e per le scuole dell’infanzia comunali.

“Nello specifico – ha spiegato l’assessore Romor – le modifiche ai regolamenti si sono rese necessarie per rispondere al meglio alle esigenze espresse dalle famiglie. Le novità consentiranno di semplificare le procedure e creare una graduatoria unica e trasparente che velocizzi i tempi di assegnazione dei posti liberi e consenta di estendere, da 2 a 5 le opzioni di scelta degli istituti da parte dei genitori. Sono, invece, rimasti sostanzialmente invariati, i criteri di attribuzione dei punteggi per l'ammissione ai servizi, già oggetto di aggiornamento nel maggio del 2016, quando il Consiglio comunale ha riconosciuto un maggior punteggio ai residenti da più tempo ed alle famiglie in cui entrambi i genitori sono lavoratori. Il tutto sarà gestito attraverso un portale unico on-line per tutte le tipologie di servizi offerti”.

Nell’ottica di dare un servizio sempre più puntuale alle famiglie, viene previsto, per esempio, di estendere la possibilità di iscrivere in graduatoria i bambini nati fino al 31 maggio, e di introdurre una seconda graduatoria per i bambini nati entro il 31 ottobre, così da poter inserire al nido anche i bambini più piccoli. Tra le innovazioni, un tavolo istituzionale composto dagli assessori competenti con delega alle politiche educative e al decentramento e i presidenti di Municipalità, per il confronto sulle rispettive esperienze, il raccordo sulle attività e iniziative di comune interesse, il raffronto sulle esigenze e sulle priorità d’intervento e per proposte di gestione migliorative della qualità dei servizi resi alle famiglie e ai bambini.

“La delibera, che ora verrà discussa nelle competenti commissioni per ottenere, infine, il voto del Consiglio comunale – ha spiegato Romor – prevede, infine, norme per ridurre le morosità: una scelta di correttezza verso quelle famiglie che, con puntualità e regolarità, versano la retta".

Venezia, 12 dicembre 2017

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top