Il sindaco Brugnaro oggi al primo Forum dell'Agenzia dello Sviluppo dedicato al Lido di Venezia

Il sindaco al Forum dell'Agenzia dello Sviluppo
 

Il sindaco Brugnaro oggi al primo Forum dell'Agenzia dello Sviluppo dedicato al Lido di Venezia

17/11/2017

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha aperto oggi nella Chiesetta di Palazzo Ducale i lavori del primo Forum dell'Agenzia dello Sviluppo, dedicato al tema “Un piano d'investimenti per il Lido”. Presenti, oltre i presidenti dell'Agenzia di Sviluppo, Beniamino Piro, e della Fondazioni Musei Civici di Venezia, Maria Cristina Gribaudi, nonché l'assessore comunale all'Urbanistica, Massimiliano De Martin, numerosi operatori del settore immobiliare a livello nazionale e internazionale, oltre che rappresentanti del mondo delle professioni, di Confindustria e dell'Agenzia del Demanio.

“Noi dobbiamo valorizzare il territorio nell'interesse di tutti – ha dichiarato il primo cittadino - dobbiamo rispondere ai cittadini, che non accettano più sprechi: questo vuole dire migliorare la Città. Come Amministrazione siamo riusciti, in due anni, ad abbassare il debito del Comune di 50milioni, puntando sull'efficientamento: io credo che se può farlo Venezia, lo possano fare le altre città, lo può fare lo Stato. In fondo parte tutto dal lavoro e dal rapporto con i privati. Lo Stato, infatti, è nel privato: è cioè l'insieme dei privati che lo compongono e che investono proprie risorse, prendendosi dei rischi. Il pubblico, allora, non deve porre solamente paletti, ma puntare su progetti fattibili, realizzabili, che siano attraenti e sostenibili per il privato”.

Ai possibili investitori presenti, il sindaco ha voluto far capire che Venezia in particolare è una grande città e che, facendo sistema, ci sono enormi possibilità di sviluppo, sia nel settore immobiliare, che nel rilancio o nell'acquisizione di aziende. “Venezia è un po' lo specchio di tutti noi – ha detto –: è una sfida all'idea del declino, che si affronta e si vince puntando sulla valorizzazione dei nostri asset, dei palazzi, del patrimonio immobiliare pubblico, e su Porto Marghera”. In particolare su Porto Marghera, Brugnaro ha spiegato che le potenzialità nel settore del commercio internazionale sono enormi, perché la città - con porto, aeroporto e gli snodi automobilistico e ferroviario - è al centro di un nodo infrastrutturale essenziale per l'Europa, riconosciuto come tale dall'economia cinese, che considera Venezia un punto di arrivo in Europa della nuova Via della Seta.

“Faremo un albo di professionisti accreditati all'Agenzia dello Sviluppo – ha poi spiegato nel dettaglio il primo cittadino - in modo da mettere a disposizione degli investitori consulenti in grado di assisterli nelle trattative, che devono chiaramente rimanere fuori dalla sfera pubblica, e nelle procedure. Il Comune, in quanto soggetto pubblico, sarà garante degli investimenti e tutelerà gli interessi terzi. La cosa fondamentale è che daremo tempi e costi certi, perché siamo consapevoli che sennò gli investimenti non partono”.

 

 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top