Inaugurato dagli assessori Zaccariotto e Boraso l'ultimo tratto della “Vallenari bis”

Il momento del taglio del nastro
 

Inaugurato dagli assessori Zaccariotto e Boraso l'ultimo tratto della “Vallenari bis”

31/10/2017

    Da questa mattina Mestre ed il suo hinterland possono contare su un'altra importante arteria stradale. Con l'apertura ufficiale del tratto finale della “Vallenari bis”, si può infatti da oggi direttamente raggiungere da Nord, bypassando Favaro (imboccando la rotatoria di via Triestina e attraversando la zona a sud-est di Bissuola) il centro città (grazie all'innesto in viale Vespucci realizzato con la costruzione del nuovo ponte ad arco sul fiume Marzenego).

    Presenti alla cerimonia del taglio del nastro, tra gli altri, gli assessori comunali ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto, e alla Mobilità, Renato Boraso, il presidente della Municipalità Mestre Carpenedo, Vincenzo Conte, il direttore generale di Avm S.p.A., Giovanni Seno.

    “Ringrazio davvero di cuore – ha sottolineato Boraso – tutti coloro, dall'impresa Sacaim ad Avm, ai tecnici del Comune, che hanno lavorato per il completamento di questa importante arteria, che avrà importanti ricadute benefiche sul traffico cittadino, perché contribuirà a decongestionare alcune strade attualmente molto trafficate, come via Bissuola, via Fradeletto e lo stesso viale Vespucci. La 'Vallenari bis' sarà un'arteria sicura, ricca di verde, a basso impatto ambientale. Ed è inoltre dotata di una pista ciclabile, che collega il centro di Mestre col Bosco di Favaro.”

    Il secondo lotto della Vallenari “bis” è lungo 1,9 km, ed è stato realizzato in poco più di due anni, rispettando sia i tempi previsti che i costi (circa 17.500.000 euro), nonostante si siano dovuti affrontare nel corso dei lavori una serie di imprevisti, oltre che la delicata operazione dello spostamento e messa in sicurezza del sottostante acquedotto industriale.

    “Grazie alle 'economie di spesa' – ha spiegato l'assessore Zaccariotto – realizzeremo ora una serie di interventi di completamento, messa in sicurezza e di mitigazione ambientale. Sono previsti ad esempio la piantumazione complessiva di oltre 400 alberi e di altrettanti arbusti, la realizzazione di un parcheggio a servizio delle scuole materna ed elementare di via Bissuola; l'attivazione di passaggi ciclopedonali di collegamento per gli istituti scolastici superiori; l'installazione, dove necessario, di barriere fonoassorbenti.”  

   L'arteria stradale garantirà inoltre l'accesso al nuovo insediamento abitativo previsto nel prossimo futuro all'interno dell'area Peep, a sud dell'abitato di Bissuola.

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top