Doppio concerto per l'Orchestra Sinfonica Senzaspine

orchestra Senza spine
 

Doppio concerto per l'Orchestra Sinfonica Senzaspine

14/10/2017

TEATRO TONIOLO

Io Sono Musica 2017/18

Sabato 14 ottobre ore 21

 

Programma

Ludwig van Beethoven

Sinfonia N. 5 in do minore op. 67

Direttore Tommaso Ussardi

Info Biglietteria

L'Orchestra Senzaspine di Tommaso Ussardi ha fatto del proprio nome un preciso programma: quello di liberare la musica colta dalle "spine" che spesso la relegano ad ambiti d'elite, o comunque poco accessibili. Così, anche un capolavoro del sinfonismo ottocentesco come la Quinta di Beethoven può accostarsi all'amabile usanza del “caffè sospeso” napoletano; e il 14 ottobre sarà protagonista di un doppio concerto, nel quale si potrà ascoltare la Sinfonia due volte o regalare la seconda esecuzione a un nuovo ascoltatore, lasciando un "Concerto sospeso" un po' come si fa con un macchiato, per l'occasione corretto d'eterno.

L’Orchestra Senzaspine è un’associazione che conta quasi 200 musicisti under 35. Tutti collaborano per portare avanti una missione ambiziosa: da un lato,  riconsegnare la musica classica all’amore del grande pubblico e, dall’altro, offrire ai giovani orchestrali la possibilità di confrontarsi con il repertorio sinfonico più impegnativo e affascinante. Il tutto secondo un approccio pop e social, che proietta nel futuro l’eleganza della tradizione, e facendo leva sulla formula del ‘concerto-spettacolo’, pensato per sfatare i falsi miti che accompagnano la musica classica nella percezione comune.  

L’Orchestra è nata nel 2013 da un’idea di due amici: i giovani direttori Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani, attualmente presidente e vicepresidente dell’associazione.

I Senzaspine, in formazione variabile, hanno già all’attivo oltre 200 eventi musicali ed hanno collaborato con solisti di fama internazionale, tra cui Enrico Dindo e Dejan Bogdanovich, Sofya Gulyak e Laura Marzadori, primo violino del Teatro alla Scala. Numerosi i sold out registrati nei teatri più prestigiosi di Bologna.

Oggi, l’Orchestra è in grado di offrire occasioni di lavoro altamente professionali ai musicisti e, al contempo, promuove attività innovative di sensibilizzazione all’ascolto come il flash mob ‘Conduct us’. Oltre ai concerti sinfonici e cameristici, l’attività dei Senzaspine, che include anche un Coro ed un Coro di voci bianche, spazia dalle audizioni alle performance, dai momenti di formazione, incontro e contaminazione tra le arti ai contest per i giovani talenti, fino ai progetti per le scuole.

Dal 2015, l’Orchestra Senzaspine ha una sede ufficiale: il Mercato Sonato, a Bologna. Si tratta dell’ex mercato coperto del quartiere San Donato, assegnato all’associazione nell’ambito di un intervento di rigenerazione urbana, voluto dal Comune di Bologna. Il progetto si avvale anche del sostegno il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, dell’Ibc della Regione Emilia-Romagna e del contributo di partner privati.

Il Mercato Sonato, quartier generale dei Senzaspine, è uno spazio polifunzionale, un luogo di cultura e sperimentazione aperto a tutti.

A tre anni dalla sua nascita, l’Orchestra Senzaspine è un’ondata culturale che ha già travolto Bologna, e non solo, con la sua idea di musica colta che non è solo da ascoltare, ma da vivere.

 

Informazioni

www.culturavenezia.it/toniolo

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top