Presentato all'Antica Scuola dei Battuti il progetto '...L'altra casa'. Venturini: “un nuovo servizio per le famiglie di anziani colpiti dall'Alzheimer”

un momento della conferenza stampa
 

Presentato all'Antica Scuola dei Battuti il progetto '...L'altra casa'. Venturini: “un nuovo servizio per le famiglie di anziani colpiti dall'Alzheimer”

21/09/2017

    Si arricchisce di un nuovo servizio l'offerta assistenziale dell'Antica Scuola dei Battuti di Mestre: è in rampa di lancio infatti il progetto “...L'altra casa” che vuole essere una risposta concreta alle tante famiglie con anziani malati di Alzheimer che hanno la necessità di un aiuto nella cura del proprio caro anche il sabato e la domenica.

    Il progetto, che partirà dal 1°ottobre e sarà a titolo sperimentale per i primi tre mesi, è stato presentato questa mattina alla presenza dell'assessore comunale alla Coesione Sociale, Simone Venturini, della presidente dell'Antica Scuola dei Battuti, Laura Besio, del presidente della Fondazione Venezia Servizi alla Persona, Claudio Beltrame, e in rappresentanza dell'Ulss 3 Serenissima, del dottor Federico Munarin.

    “In tempi di rinnovamento e ripensamento del welfare – ha sottolineato Venturini – anche i servizi devono cambiare e conformarsi alle reali esigenze dell'utenza. Questo è un progetto molto importante che va proprio in questa direzione, e che può essere offerto grazie alla collaborazione che si è riusciti ad instaurare tra il Comune, l'Usl 3, e la Fondazione Venezia, che è il braccio operativo delle nostra Ipab.”

    L’attività diurna si svolgerà presso la sede della Residenza Turazza nelle giornate di sabato e domenica, dalle 9 alle 16, e sarà rivolta ad un numero massimo di 10 anziani, con difficoltà nelle autonomie funzionali o non autosufficienti. Saranno presenti almeno due operatori per lo svolgimento di attività assistenziali e una psicologa volontaria per le attività terapeutico-riabilitative e sarà inoltre garantita l'assistenza infermieristica. Agli utenti saranno inoltre forniti la colazione, il pranzo e la merenda e, su richiesta, anche il trasporto da casa e ritorno.

    La richiesta di adesione al progetto dovrà essere inoltrata al Servizio Sociale dell’Antica Scuola dei Battuti: il costo della retta giornaliera è di 40 euro, più 5 euro per l'eventuale trasporto. Gli iscritti potranno inoltre beneficiare del Servizio di Foresteria notturna alle condizioni previste per gli utenti del Centro Diurno.

    Per presentare alla cittadinanza il progetto sabato 23 e sabato 30 settembre, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17, si terrà l'iniziativa “Porte aperte al Centro diurno Turazza”, durante la quale si potranno visitare i locali ed avere tutte le informazioni necessarie sull'iniziativa.

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top