La Giunta approva il piano di ristrutturazioni per 97 appartamenti comunali per oltre 1,8 milioni di euro

Case V. da Feltre
 

La Giunta approva il piano di ristrutturazioni per 97 appartamenti comunali per oltre 1,8 milioni di euro

09/09/2017

La Giunta comunale, riunitasi giovedì 7 settembre 2017, ha approvato cinque delibere riguardanti altrettanti progetti definitivi per la riqualificazione di 97 alloggi di residenza pubblica del Comune di Venezia per un totale di oltre 1,8 milioni di euro.

La prima delibera è collegata al progetto definitivo per la manutenzione straordinaria di 7 alloggi vuoti in via Case Nuove a Marghera e la realizzazione di un cappotto isolante esterno dell’intera palazzina, relativamente al “Programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica”. Il programma, basato su finanziamenti della Regione Veneto con un contributo del Comune di Venezia per un totale di 512.823,30 euro, verrà realizzato, come tutti i successivi, da Insula. I lavori inizieranno nel mese di settembre con il ripristino e la manutenzione straordinaria di alloggi vuoti per la successiva rimessa a reddito, mediante anche lavori di efficientamento energetico e messa in sicurezza delle componenti strutturali.

Nello specifico, l’intervento sarà concentrato su 7 alloggi all’interno di una palazzina interamente comunale (di 12 unità) in via Case Nuove al civico 5/7 a Marghera: sarà effettuata la manutenzione straordinaria con modifiche del distributivo (demolizione totale di tutte le finiture, degli impianti e dei muri divisori vetusti e una successiva diversa ricostruzione del distributivo con nuovi impianti, finiture e infissi) e la contestuale realizzazione del cappotto isolante esterno di tutta la palazzina. Gli alloggi realizzati avranno un taglio medio e risponderanno a una metratura di circa 70 metri quadrati con due camere da letto. I lavori dureranno circa 6 mesi.

Le altre delibere sono finanziate attraverso il P.O.N. Metro (Programma operativo nazionale città metropolitane 2014-2020), dedicato allo sviluppo urbano sostenibile che, in linea con le strategie dell’Agenda urbana europea e con gli obiettivi di Europa 2020, affronta le principali sfide territoriali e organizzative che interessano i contesti metropolitani. Il Pon Metro prevede che le 14 Città metropolitane italiane interessate (Torino, Genova, Milano, Bologna, Venezia, Firenze, Roma, Bari, Napoli, Reggio Calabria, Cagliari, Catania, Messina e Palermo) definiscano strategie di sviluppo urbano sostenibile e realizzino azioni integrate finalizzate, tra le varie cose, al recupero urbano di aree periferiche e alla promozione dell’inclusione sociale per la popolazione più fragile e i quartieri che presentano maggiori condizioni di disagio.

Al Comune di Venezia sono stati assegnati circa 40 milioni di euro, da investire in un arco di tempo di 7 anni nei 4 assi (agenda digitale metropolitana, sostenibilità dei servizi pubblici e della mobilità urbana, servizi per l’inclusione sociale e infrastrutture per l’inclusione sociale). In particolare, questo intervento riguarda sia alloggi “Erp” (ossia immobili realizzati o acquisiti con risorse dello Stato) e “non Erp” (ovvero immobili realizzati o acquisiti con risorse proprie dell’Amministrazione comunale).

In quest’ottica, le delibere approvate dalla Giunta riguardano 4 progetti definitivi (due per Venezia centro storico e isole e due per Mestre terraferma) per il recupero di 90 alloggi di edilizia residenziale vuoti, con un finanziamento totale di 1.300.000 mila euro. Gli interventi saranno tutti conclusi entro la fine del 2018:

  • recupero edilizio di 15 alloggi comunali Erp a Venezia centro storico e isole dislocati: 4 alla Giudecca, 4 a Cannaregio, 4 a castello, 2 a Pellestrina e 1 a Murano. Negli appartamenti sono previste opere di manutenzione ordinaria con rifacimento parziale o totale di alcuni impianti e finiture generali. Le palazzine dove sono ubicati gli alloggi sono di proprietà interamente comunale. Non è prevista la modifica del distributivo e saranno mantenuti i pavimenti. Tempi di realizzazione dell'intervento sono stati stabiliti in 150 giorni per un totale di 300mila euro.
  • Recupero edilizio di 18 alloggi comunali non Erp a Venezia centro storico e isole dislocati: 6 alla Giudecca, 6 a Castello, 2 a Malamocco, 2 a Dorsoduro, 1 a San Marco e 1 a Santa Croce. Anche in questo caso sono previsti lavori di manutenzione ordinaria con rifacimento parziale o totale di alcuni impianti e finiture generali. Un alloggio rientra in una palazzina di proprietà mista (condomini misti, dove vi è la presenza di una o più unità abitative di proprietà comunale e altre di proprietà private). Non è prevista la modifica del distributivo e saranno mantenuti i pavimenti. Tempi di realizzazione dell'intervento sono stati stabiliti in 180 giorni per un totale di 300mila euro.
  • Recupero edilizio di 21 alloggi comunali Erp a Mestre e terraferma dei quali 4 a Favaro Veneto, 4 a Zelarino, 8 a Marghera, 2 a Chirignago e 3 a Carpenedo con lavori di manutenzione ordinaria, rifacimento parziale o totale di alcuni impianti e finiture generali. Due alloggi rientrano in una palazzina di proprietà mista (condomini misti, dove vi è la presenza di una o più unità abitative di proprietà comunale e altre di proprietà private). Non è prevista la modifica del distributivo e saranno mantenuti i pavimenti. Tempi di realizzazione dell'intervento sono stati stabiliti in 180 giorni per un totale di 300mila euro.
  • Recupero edilizio di 36 alloggi comunali non Erp a Mestre e terraferma dei quali 5 a Favaro Veneto, 5 a Gazzera, 3 a Marghera, 2 a Chirignago e 21 a Carpenedo con lavori di manutenzione ordinaria (rifacimento parziale o totale alcuni impianti e finiture generali). Le palazzine dove sono ubicati gli alloggi sono di proprietà interamente comunale. Non è prevista la modifica del distributivo e saranno mantenuti i pavimenti. Tempi di realizzazione dell'intervento sono stati stabiliti in 240 giorni per un totale di 400mila euro.

“Abbiamo scelto di eseguire questi lavori di ristrutturazione su appartamenti liberi di proprietà del Comune uniformemente distribuiti su tutto il territorio – commenta la vicesindaco Luciana Colle – per mettere a disposizione, entro il 2018, 97 alloggi per altrettanti nuclei familiari. L'Amministrazione comunale, infatti, già nei prossimi mesi emetterà degli appositi bandi per assegnare immediatamente questi appartamenti non appena saranno finiti i lavori di ristrutturazione. Bandi dove cercheremo di dare spazio alle famiglie e alle giovani coppie. Abbiamo prestato particolare attenzione anche al Rione Pertini, dove è importante dare un forte segnale di recupero. Un’ ulteriore dimostrazione, come già più volte detto e anche oggi sottolineato, - di come questa Amministrazione non intenda fare cassa alienando i propri immobili, ma sfruttarli per portare nuovi residenti, soprattutto nel centro storico”.

 

Venezia, 9 settembre 2017

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top