Contratto decentrato: nelle more della trattativa, la Giunta adotta un atto unilaterale in via provvisoria per dare continuità ai servizi per cittadini ed imprese

Palazzi comunali
 

Contratto decentrato: nelle more della trattativa, la Giunta adotta un atto unilaterale in via provvisoria per dare continuità ai servizi per cittadini ed imprese

08/08/2017

 

Su proposta dell'assessore al Personale Paolo Romor, la Giunta di oggi ha dato mandato alla delegazione di parte pubblica di provvedere alla sottoscrizione dell'atto unilaterale con il quale si disciplinano provvisoriamente, in via d'urgenza, le materie oggetto della contrattazione decentrata, nelle more della prosecuzione della stessa.

Nel contempo l'Amministrazione ha conferito mandato all'Avvocatura Civica di impugnare il provvedimento del Giudice che ha annullato il contratto decentrato precedentemente sottoscritto, confidando che le tesi del Comune possano essere valutate meglio e più approfonditamente rispetto ai limiti tipici della fase sommaria svoltasi fino ad ora.

“Tale decisione – spiega l'assessore – è un atto dovuto, per non determinare un “pregiudizio alla funzionalità dell'azione amministrativa” come dispone l'articolo 40 del D. Lgs. 165/2001. Con il Decreto 5049 del 2 agosto 2017, infatti, la Giudice del Lavoro ha annullato la pre-intesa sottoscritta in data 27.04.2017 ed in particolare la parte riguardante la Performance e la destinazione delle risorse variabili, dalla quale è tuttavia derivata l'organizzazione tutta del lavoro e la definizione degli obiettivi del comparto. Tale vacatio genererebbe un grave nocumento all'Amministrazione e ai dipendenti tutti, che vedrebbero pregiudicate le azioni e le legittime aspettative nascenti dal modello organizzativo, oltre alle conseguenze economiche adottate in attuazione all'annullato CCDI.”

“L'impianto normativo ed economico resta invariato. Torneranno, sempre in via provvisoria, anche i “progetti speciali” - prosegue Romor - Con l'ordinaria organizzazione del lavoro e con l'attuale organico, infatti, non risulta possibile nell'immediato far fronte a tutte le esigenze dell'Amministrazione, in particolare quelle legate alle sicurezza della città, che nei prossimi 30 giorni, oltre alla crescente pressione turistica, sarà sede anche di importanti eventi, dal Festival Show all'appuntamento per Miss Italia, dalla Mostra del Cinema alla Regata Storica”.

“Questa delibera serva a garantire la continuità dei servizi ai cittadini e alle imprese e l’organizzazione del lavoro finalizzata al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalle Linee di mandato dell'Amministrazione, prevedendo un sistema premiale della professionalità dei dipendenti basato sulla meritocrazia ed il riconoscimento dell'impegno di ciascuno. Voglio sottolineare – conclude l'Assessore al Personale – che si tratta di un atto assunto in via provvisoria, sul quale siamo aperti al contraddittorio con le organizzazioni sindacali per ricercare una condivisione.”

“Non ci siamo mai sottratti al confronto. Speriamo, dopo oltre 50 ore di trattativa, che tutte le sigle scelgano di poter finalmente entrare nel merito delle questioni, senza pregiudizi ideologici o politici, nel rispetto dei principi di correttezza e buona fede fra le parti”.

 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top