Presentata la nuova stagione del Teatro Toniolo di Mestre. Il sindaco Brugnaro: “Ci saranno dei ‘fuori programma’ in altre aree della città”

Teatro Toniolo
 

Presentata la nuova stagione del Teatro Toniolo di Mestre. Il sindaco Brugnaro: “Ci saranno dei ‘fuori programma’ in altre aree della città”

14/07/2017

“Abbiamo voluto puntare e continuare su una programmazione che era già vincente, visti anche i successi di pubblico, perché crediamo che Mestre meriti questo e molto altro. Annuncio già che oltre al cartellone tradizionale da quest’anno faremo anche dei ‘fuori programma’ in altri luoghi della città, puntando sulla musica, su spettacoli per i bambini, per valorizzare alcune aree e arrivare il più possibile vicino alle persone. Abbiamo recuperato tutto il buono che già c’era e stiamo lavorando per portare quella sana aggiunta di modernità e novità che Mestre e Marghera hanno bisogno di avere”.

Con queste parole il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha aperto la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione teatrale del Toniolo, organizzata dal Settore Cultura del Comune di Venezia in collaborazione con il Circuito teatrale regionale Arteven, che si è svolta nel foyer del teatro mestrino, e alla quale sono intervenuti, tra gli altri, la presidente della Commissione consiliare Cultura, Giorgia Pea, il dirigente del Settore Cultura, Michele Casarin, il direttore del Circuito teatrale regionale Arteven, Pierluca Donin, e l'attrice Debora Caprioglio.

“Il Toniolo è un teatro metropolitano ed è in grado di dare una ricchissima offerta culturale – ha precisato la presidente Pea – grazie anche alla professionalità del personale che lavora e ruota attorno al mondo del teatro, soprattutto dietro le quinte. Vogliamo creare un collante tra il teatro e la cittadinanza di tutta l’area metropolitana, senza dimenticare i tanti turisti che vediamo anche qui a Mestre e che sono la dimostrazione che Venezia e Mestre sono ormai due realtà complementari”.

Diciassette gli spettacoli in cartellone da novembre ad aprile, un mix di classico e contemporaneo che dà spazio sia alle produzioni nuove sia a quelle più recenti, già collaudate e fortemente apprezzate nei maggiori teatri d'Italia. Ampia la varietà di temi, generi e registri di intrattenimento, per poter incontrare i gusti di un pubblico vasto ed esigente, come ha spiegato il dirigente Casarin: “Il Toniolo è un teatro importante sotto tanti punti di vista – ha aggiunto – basti pensare che quest’anno è stato aperto 276 giorni su 365. Stiamo lavorando per renderlo ancora di più un luogo aperto e per allargare il più possibile la stagione”.

Infine il direttore Donin ha illustrato il programma definendolo multidisciplinare e sottolineando come il Toniolo sia uno dei teatri più importanti e imitati del Veneto. Si inizia mercoledì 8 novembre con Laura Morante con una rivisitazione de “La Locandiera” di Goldoni, ovvero “Locandiera B&B”. Il collegamento con la stagione di danza sarà il musical “Billy Elliot”, in scena martedì 9 maggio 2017. Sarà possibile rinnovare gli abbonamenti della prosa dal 12 ottobre e della danza dal primo novembre, mentre i nuovi abbonamenti saranno in vendita dal 18 ottobre per la prosa e sempre dal primo di novembre per la danza.

Il programma dettagliato e tutte le informazioni su biglietti e abbonamenti si possono consultare su www.culturavenezia.it/toniolo

 

Argomenti: 

Unisciti al canale Telegram del Comune di Venezia

Top